DTM | Spa 2022: Prima vittoria per Nick Cassidy, sua Gara 2

di Daniele Botticelli @DBDeiman
11 Settembre 2022 - 18:00

Prima vittoria in carriera nel DTM per il neozelandese davanti a Sheldon Van der Linde e Preining. Rast K.O. per una foratura.


La stagione 2022 del DTM ha un nuovo vincitore, con Nick Cassidy che diventa il 10° pilota diverso ad aggiudicarsi una gara grazie al successo ottenuto nella Gara 2 del round di Spa-Francorchamps, conquistando così la sua prima vittoria in carriera nella serie.

Il pilota neozelandese ha ottenuto questo risultato al termine di una gara molto accesa, che nella prima parte lo ha visto battagliare ferocemente contro René Rast per la seconda posizione, dando vita ad un duello molto acceso durato diversi giri con tanto di contatto arrivato al settimo giro nella frenata della prima curva, La Source, con il pilota tedesco che per difendere la posizione si è mosso eccessivamente andando contro la Ferrari del suo avversario; Cassidy è poi riuscito a completare il sorpasso nel corso del giro a Les Combes, con Rast che per quel contatto ha ricevuto anche 5 secondi di penalità.

Successivamente Cassidy ha preso il comando della gara nel valzer dei pit stop, approfittando della lenta sosta avuta da Sheldon Van der Linde al nono giro lunga 11 secondi, oltre tre secondi più lunga di quella effettuata da Cassidy due giri più tardi che è uscito dai box proprio davanti al leader del campionato. Van der Linde ha poi provato a riprendersi la posizione su Cassidy nel corso del 12° giro, arrivando anche a mettere due gomme sull’erba nella discesa che porta alla curva Bruxelles dovendo però arrendersi all’ottima difesa del neozelandese, che conquisterà la leadership della gara al 15° giro.

I colpi di scena però non finiscono qui, quando al 18° giro proprio René Rast deve alzare bandiera bianca per via di una foratura alla gomma posteriore sinistra, dovendo così abbandonare la gara mentre occupava la terza posizione con la sua Audi molto probabilmente danneggiata dopo il contatto con Cassidy rimediando dei danni che hanno poi portato ad un progressivo taglio dello pneumatico, chiudendo così una gara incolore che era partita con tutt’altri auspici dopo la pole position ottenuta nelle Qualifiche 2.

Rast ha parcheggiato la sua Audi nella via di fuga presente a Les Combes, e per rimuoverla è stato necessario l’intervento della Full Course Yellow che è durata fino al penultimo giro. La gara è dunque ripartita solamente per l’ultimo giro, con Cassidy chiamato nuovamente a difendersi da Van der Linde quantomeno nelle prime curve, con il sudafricano che nella parte finale del giro ha pensato al campionato accontentandosi del secondo posto alle spalle del pilota della Ferrari, alla sua prima vittoria in carriera nel DTM.

Podio completato da Thomas Preining, terzo al termine di una gara che lo ha visto protagonista di diversi sorpassi notevoli, tra cui quello su Lucas Auer all’Eau Rouge al 14° giro, con il pilota della Mercedes che ha poi cercato di tornargli davanti all’ultimo giro non riuscendovi, dovendosi così accontentare della quarta posizione finale.

Quinto posto per Luca Stolz, uno degli ultimi ad effettuare il cambio gomme per poi risalire la classifica, chiudendo davanti a Mikaël Grenier, ottimo sesto e al suo miglior risultato stagionale. Settimo Phillip Eng davanti a Felipe Fraga, Marco Wittmann e Mirko Bortolotti, decimo dopo una gara in salita iniziata dalla 20° posizione.

Fuori dai punti Arjun Maini, 11° davanti a Laurens Vanthoor. Solo 14° Kelvin Van der Linde davanti a Maximilian Götz, 15° dopo una prima parte di gara trascorsa nelle posizioni di vertice.

A due round dal termine, la situazione in campionato sorride notevolmente a Sheldon Van der Linde, che allunga il proprio vantaggio portandosi a 130 punti contro i 98 di Auer, i 96 di Rast e i 94 di Bortolotti, che va a chiudere un quartetto di vertice racchiuso in 36 punti. Il campionato DTM tornerà in azione nel weekend che va dal 23 al 25 settembre al Red Bull Ring, per il settimo e penultimo appuntamento della stagione 2022.

Immagine: Twitter / Ferrari Races