DTM | Red Bull Ring, gara-1: Cassidy domina in Austria

DTM
Tempo di lettura: 4 minuti
di Alessandro Cellegato @megalomaxi92
24 Settembre 2022 - 16:15
Home  »  DTM

Seconda vittoria consecutiva in DTM per il neozelandese, che regala alla Ferrari 488 GT3 il 500° successo internazionale: dietro di lui Rast e Bortolotti, più vicini a van der Linde nella corsa al titolo

Sabato perfetto in DTM per Nick Cassidy, assoluto dominatore della prima gara di questo penultimo round della stagione 2022 in terra austriaca. Al Red Bull Ring, il neozelandese del team AF Corse, non si è solo regalato il secondo successo consecutivo dopo la gara-2 di Spa, ma anche permesso alla Ferrari e alla 488 GT3 di ottenere la 500ma vittoria internazionale. Un traguardo importantissimo per la vettura della Casa di Maranello, che ha dato tantissime soddisfazioni a sé e ai suoi piloti in questi anni sulle piste di tutto il mondo.

Cassidy è stato bravissimo a sfruttare al meglio la pole position e a tenere un ritmo veloce e costante per tutta la durata di gara-1, non permettendo mai ai suoi avversari di attaccare la sua leadership. Nemmeno col valzer dei pit-stop ci sono stati svantaggi per il neozelandese, che è stato, invece, abile ad allungare il suo distacco dal primo degli inseguitori, ovvero René Rast. Il tedesco del team ABT, nonostante la penalità subita in griglia dopo le qualifiche, ha ottenuto il massimo dalla sua gara, chiudendo con un secondo posto prezioso in ottica campionato.

Il tre volte campione del DTM con Audi, però, non ha avuto vita facile durante la corsa di oggi, visto che ha dovuto subire per lungo tempo la pericolosa vicinanza della Lamborghini di Mirko Bortolotti, terzo al traguardo. L’italiano del team Grasser non è mai riuscito ad attaccare il tedesco, forse anche per paura di compromettere nuovamente la sua gara come era successo al Nurburgring con Fraga. Ma il podio raggiunto da Rast e Bortolotti permette ai due di ridurre drasticamente il distacco in campionato da Sheldon van der Linde, che ha chiuso solo undicesimo e fuori dalla zona punti.

Il sudafricano, alla guida della sua BMW M4 GT3 del team Schubert, ha fatto il meglio possibile per recuperare da una posizione di partenza molto deficitaria, ma essendo rimasto invischiato molto a lungo nelle lotte di metà gruppo, il leader del campionato non è riuscito ad ottenere di meglio dalla sua gara-1. Domani van der Linde dovrà assolutamente ottenere un pronto riscatto, visto che i suoi avversari sono agguerriti e pronti a sfruttare nuovamente un altro suo passo falso.

Tra questi, oltre a Rast e Bortolotti, c’è anche Lucas Auer, quarto con la prima delle Mercedes del team Winward. L’austriaco, uno degli idoli di casa, è stato protagonista di una bella partenza che gli ha permesso di recuperare tante posizioni dopo poche curve e di stabilirsi nella lotta per il miglior piazzamento dopo i primi tre. Il quarto posto è preziosissimo per Auer, anche lui sempre più vicino a van der Linde nella ricorsa al titolo di campione del 2022.

Le lotte, però, non sono mancate per ‘Luggi’, che ha avuto la meglio su due piloti che hanno battagliato duramente per tutta la gara senza esclusione di colpi: Thomas Preining e Nico Müller. L’austriaco del team Bernhard, quinto al traguardo con la prima Porsche, ha avuto molti incontri ravvicinati con l’Audi dello svizzero, che ha più volte ricambiato il favore al suo avversario. Alla fine, però, ad avere la meglio è stato Preining, che, zitto zitto, sta provando a tornare clamorosamente in corsa nella lotta al titolo.

Chiudono la Top 10 Maro Engel, Kelvin van der Linde, Maximilian Götz e Luca Stolz, mentre i ritirati oggi sono stati ben sei. Dopo un giro fuori subito Dennis Olsen e Felipe Fraga, che hanno riportato danni importanti alle loro vetture dopo dei contatti subiti nella ressa dopo il via. Particolarmente sfortunato il brasiliano, che aveva le potenzialità per lottare per il podio. Problemi tecnici, invece, per Vanthoor, Grenier, Schmidt e Kohler, che questo weekend corre al posto dell’infortunato Muth.

Domani, alle 10.00 la bandiera verde per l’inizio delle qualifiche, con gara-2 che scatterà come sempre alle 13.30.

Foto di copertina: Ferrari Races Twitter