DTM | Red Bull Ring 2022: Thomas Preining torna al successo vincendo Gara 2

di Daniele Botticelli @DBDeiman
25 Settembre 2022 - 19:49

Seconda vittoria nel DTM per il pilota austriaco, capace di imporsi sotto la pioggia su Stoltz ed Engel. Auer 6° si rilancia in campionato, Bortolotti 8°, Rast 10°, fuori dai punti Sheldon Van der Linde.


Thomas Preining torna a vincere nel DTM, imponendosi al termine di una bagnatissima Gara 2 al Red Bull Ring, teatro del settimo e penultimo round del campionato 2022, che ha visto il pilota austriaco ottenere la propria seconda vittoria stagionale bissando il successo ottenuto al Norisring.

Preining ha ottenuto la vittoria al termine di una gara votata all’attacco che lo ha visto partire dalla settima posizione, riuscendo a replicare anche sul bagnato le sue ottime capacità di sorpasso già ammirate più volte nel corso della stagione. Dopo soli 8 giri il pilota della Porsche del Küs Team Bernhard si è portato in quinta posizione, approfittando poi del fuoripista di Felipe Fraga nel giro successivo per portarsi al quarto posto, con il pilota brasiliano che è finito sulla ghiaia all’esterno della curva 5 nella bagarre con Phillip Eng.

Preining si è poi portato in seconda posizione già al termine dell’11° giro, superando Eng con una bellissima manovra nel cambio di direzione delle curve 7-8, e approfittando dell’ingresso ai box di Nick Cassidy per il suo pit stop. Nella prima parte di gara il pilota austriaco è stato nettamente il più veloce in pista, anche quando la pioggia ha smesso di cadere, portandosi rapidamente alle calcagna di Maro Engel, leader indisturbato sin lì dopo esser partito dalla pole position. Il sorpasso arriva al termine del 16° giro, con Preining che prende il comando della gara superando il pilota tedesco della Mercedes del Team Gruppen Racing all’interno della nona e penultima curva, la Jochen Rindt.

Una volta passato al comando della gara Preining non ha avuto problemi ad imporre il suo ritmo guadagnando subito terreno nei confronti di Engel, che nulla ha potuto contro la furia del pilota austriaco e che ha dovuto poi vedersela anche con il ritorno di Arjun Maini su di lui, con il pilota indiano capace di sorpassarlo al 20° giro con una bella manovra in curva 7.

Preining ha effettuato poi il proprio pit stop obbligatorio al termine del 23° giro, approfittandone anche per passare alle gomme d’asciutto replicando la mossa fatta da Lucas Auer nel giro precedente. Nonostante una sosta lenta (durata oltre 11 secondi), Preining rientra in pista al terzo posto proprio davanti a Luca Stolz, il primo in classifica tra i piloti che fin lì avevano effettuato il cambio gomme fermandosi anticipatamente al settimo giro. L’austriaco ha perso solamente due posizioni approfittando anche del fatto che molti piloti alle sue spalle hanno effettuato il cambio gomme proprio al 23° giro, in contemporanea con lui.

A metà gara il pilota della vettura #24 è diventato così il primo tra i piloti che hanno effettuato il cambio gomme, tornando poi in testa alla gara nel giro successivo dopo i pit stop di Maini ed Engel, entrambi passati alle gomme d’asciutto. Da lì in poi non ci sono stati problemi per Thomas Preining, che si è involato indisturbato verso la seconda vittoria nella sua stagione d’esordio nel DTM, riuscendo anche a rilanciarsi considerevolmente nella lotta al titolo, ritrovandosi ora a soli 14 punti di ritardo dalla vetta con il solo round finale di Hockenheim da disputare.

Nulla da fare per Luca Stolz, autore di un notevole undercut anticipando il proprio pit stop di molti giri e che deve accontentarsi del secondo posto finale. Completa il podio Maro Engel, capace di sfruttare al meglio le gomme d’asciutto negli ultimi giri per rimontare fino al terzo posto, rimonta iniziata con un tamponamento ai danni di Laurens Vanthoor in curva 3 al 29° giro, finito in testacoda e solamente 16° dopo quel contatto. Nonostante l’accaduto Engel non è stato penalizzato, riuscendo così a mantenere il terzo posto ottenuto in pista.

Quarto posto per un ottimo Arjun Maini, capace anche lui di risalire la classifica negli ultimi giri insieme ad Engel tornando così a punti dopo un lungo digiuno, bissando il proprio miglior risultato stagionale ottenuto al Lausitzring a inizio campionato. Il pilota indiano precede sul traguardo Phillip Eng, il migliore tra i piloti BMW in quinta posizione, e Lucas Auer, sesto dopo esser stato il primo ad optare per le gomme d’asciutto effettuando diversi sorpassi nelle fasi finali, conquistando punti pesanti per il campionato anche grazie al punto bonus per il giro più veloce della gara.

Maximilian Götz ha tagliato il traguardo in settima posizione prima di ricevere 30 secondi di penalità per via di un’irregolarità commessa durante il pit stop, che lo vede retrocedere al 20° posto finale. Settima posizione che viene così ereditata da Nico Müller, il migliore oggi tra i piloti dell’Audi.

Ottima gara per Mirko Bortolotti, ottavo al traguardo dopo esser partito dalla 22° posizione e davanti a Dennis Olsen e René Rast, che eredita la 10° e ultima posizione della zona punti dopo la penalità inflitta a Götz. Fuori dai punti, invece, il leader del campionato Sheldon Van der Linde, 11° al termine di una gara che si è messa completamente in salita dopo il testacoda commesso al primo giro in curva 3 che lo ha relegato in fondo al gruppo.

Le sorti della stagione 2022 del DTM si decideranno solamente nell’ultimo appuntamento ad Hockenheim, in programma nel weekend che va dal 7 al 9 ottobre, con Sheldon Van der Linde che rimane in testa al campionato con 130 punti nonostante non abbia ottenuto punti in tutto il weekend del Red Bull Ring. Alle sue spalle, però, si avvicina prepotentemente Auer, ora secondo a 119 punti davanti a Rast a quota 118 e allo stesso Preining, che con questa vittoria si iscrive nella corsa al titolo con i suoi 116 punti che lo portano al quarto posto.

Pienamente in lizza anche Bortolotti a quota 114, con la matematica a tenere ancora in gioco Stolz, sesto a 102, Müller, settimo a 93, Olsen, ottavo a 89, e Kelvin Van der Linde, nono e fermo a 80 punti dopo il ritiro di oggi, e il campione in carica Götz, decimo a 74 punti.

Classifica Gara 2 Red Bull Ring:

DTM

Immagine: Twitter / Porsche Motorsport