DTM | Nurburgring 2021, Gara 1: dominio incontrastato di Kelvin van der Linde

Terza vittoria stagionale in DTM per il sudafricano, che regala il settantesimo trionfo in campionato al team ABT

Il DTM diventa, gara dopo gara, terreno di conquista per il cannibale della prima metà di stagione, Kelvin van der Linde. Anche al Nurburgring il sudafricano mette la sua Audi R8 LMS davanti a tutti e trionfa in maniera autoritaria in Gara 1, ottenendo il terzo successo stagionale. Una vittoria importante non solo per van der Linde, ma anche per il team ABT che ha ottenuto il proprio settantesimo successo in DTM, dal 2001 ad oggi. Grazie al dominio di oggi, van der Linde mette altri punti importantissimi tra sé e i propri rivali in campionato, con Götz distante ben 45 lunghezze.

DTM | Nurburgring 2021, Gara 1: dominio incontrastato di Kelvin van der Linde
Fonte: ABT Motorsport Twitter

Una Gara 1 perfetta quella di Kelvin van der Linde, con un dominio letteralmente incontrastato. Il sudafricano ha sfruttato al meglio la pole position ottenuta in mattinata e si è difeso al meglio dagli attacchi iniziali di Luca Stolz e Philip Ellis, che gli hanno fatto compagnia sul podio. Dopo questi primi tentativi, van der Linde è poi scappato via imponendo un ritmo inarrivabile per i propri avversari, vincendo senza grossi problemi Gara 1.

Come detto, sul podio insieme al sudafricano sono finite le due Mercedes di Stolz ed Ellis, col tedesco grande sorpresa di Gara 1. Nonostante fosse la sua prima gara in DTM (corre questo weekend come guest starter col team Toksport WRT), Stolz ha guidato da vero veterano del campionato con un ritmo ottimo per tutta la corsa. Ha dimostrato anche grande intelligenza nelle lotte e nel saper sfruttare il momento giusto, come quando ha guadagnato il secondo posto su Ellis, mentre lo svizzero stava ridando la posizione ad Albon per il taglio della chicane. Nonostante il terzo posto, Ellis prende comunque i 18 punti del secondo, poiché Stolz non ne ha diritto in quanto guest starter.

DTM Nurburgring 2021 Stolz Ellis
Fonte: Mercedes-AMG Motorsport Twitter

Punti persi, invece, per Liam Lawson, che si vede scavalcare da Götz, ora al secondo posto in classifica piloti. Una gara da dimenticare per il neozelandese della Ferrari, che chiude tredicesimo dopo il testacoda causato dal contatto con Winkelhock. Il tedesco dell’Audi, sostituto della Floersch, è stato penalizzato con un drive-through per la sua mossa in pista, ma ciò ha comunque privato Lawson di un prezioso arrivo in zona punti. Giornata nera anche per l’altra Ferrari di Alex Albon, ritirato negli ultimi giri quando ormai tutto era stato già compromesso dal testacoda di inizio gara, causato dal tamponamento di Maini.

Quarto posto di Gara 1, dopo una splendida rimonta, per Mike Rockenfeller. Il tedesco dell’Audi, grazie ad un’ottima strategia, ha sfruttato al meglio la sosta ritardata per balzare davanti ad un nutrito gruppetto di piloti di metà classifica. Nel finale, con le gomme fresche, ha rischiato anche di superare Ellis per il terzo posto, ma, vedendo il sedicesimo posto di partenza, la gara di Rocky è stata, comunque, di assoluto valore. Quinto un buon Maximilian Götz, come detto ora secondo in classifica, mentre sesto posto per la prima delle BMW, quella di Marco Wittmann. Il tedesco ha perso subito tre posizioni al via, nonostante la seconda fila, e non si è più riuscito a schiodare dal sesto posto.

DTM Nurburgring 2021 Wittmann
Fonte: BMW Motorsport Twitter

Settimo l’altro van der Linde, Sheldon, con la seconda delle tre BMW in gara. Il giovane sudafricano ha sfruttato totalmente a suo vantaggio il caos creato dal contatto tra Lawson e Winkelhock per conquistare il settimo posto finale. Ottavo in classifica, ma sesto al traguardo, Nico Müller, penalizzato di dieci secondi per aver spinto un altro pilota fuori pista e per aver ecceduto troppe volte oltre i limiti della pista. Nonostante la pesante penalità, lo svizzero è riuscito a perdere solo due posizioni, ma poteva rischiare di finire molto peggio.

Chiudono, poi, la Top 10 di Gara 1 Dani Juncadella e Arjun Maini, primo indiano della storia del DTM a conquistare dei punti. Sebbene sia arrivato undicesimo, prende un punto anche Lucas Auer, sempre per il fatto che Stolz non ha diritto a prenderne in quanto guest starter al Nurburgring.

I ritirati di giornata sono, invece, quattro. Già detto di Albon, dopo un solo giro è terminata la corsa di Buhk e Haase, sebbene per motivi diversi. Il primo è stato tamponato da Auer ed è rimasto impantanato nella ghiaia, causando la Safety Car iniziale; mentre il secondo, sostituto di Dev Gore, si è ritirato per una gomma forata e per i danni riportati dopo aver preso i detriti del contatto tra Buhk e Auer.

Finita anzitempo anche la prima gara in assoluto per una Porsche nel DTM, con Michael Ammermüller che è stato costretto al ritiro per i danni riportati alla sospensione anteriore sinistra dopo il contatto con la Ferrari girata in mezzo alla pista di Albon. Un esordio difficile per la Casa di Stoccarda, durato solo cinque giri.

Domani, però, si replica di nuovo al Nurburgring con Gara 2 alle 13.30, le cui qualifiche scatteranno alle ore 10.15.

Immagine di copertina: ABT Motorsport Twitter

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM