DTM | Norisring 2024: René Rast re della pioggia, sua Gara 1 grazie ad una gran strategia

DTM | Norisring 2024: René Rast re della pioggia, sua Gara 1 grazie ad una gran strategia

DTM
Tempo di lettura: 5 minuti
di Daniele Botticelli @DBDeiman
6 Luglio 2024 - 16:04
Home  »  DTM

Il 3 volte campione del DTM torna alla vittoria rimanendo in pista con le gomme d’asciutto all’arrivo della pioggia. Perera ed Engstler completano il podio prendendo lo stesso jolly. Thiim 4° su Bortolotti all’ultimo giro.

Il DTM non poteva sperare in una gara più emozionante di questa Gara 1 andata in scena al Norisring per festeggiare al meglio i propri 40 anni di storia, con René Rast capace di ottenere la propria prima vittoria stagionale pescando il più classico dei jolly quando si verificano le situazioni di condizioni miste come quelle viste oggi.

Il tre volte campione del DTM è riuscito a far fruttare tutta la propria esperienza nel momento cruciale della gara, quando a circa venti minuti dal termine la pioggia è iniziata a cadere sul tracciato del Norisring, in alcuni punti anche abbastanza copiosamente, tanto da convincere gran parte dei piloti a rientrare ai box per passare alle gomme da bagnato a meno di quindici minuti dal termine, il tutto pochi minuti dopo che tutti hanno smarcato il pit-stop obbligatorio, aspettando la fine della pit window proprio per il rischio pioggia paventato sin dal via.

Non tutti però optano per un ulteriore pit-stop, con Rast, Franck Perera e Luca Engstler che decidono di giocarsi l’azzardo di rimanere in pista con le gomme d’asciutto montate durante il pit-stop obbligatorio, ritrovandosi così nelle posizioni di vertice della gara. L’azzardo paga subito visto che la pioggia smette progressivamente di cadere, tanto che lo stesso Rast lo comunica via radio al proprio team a circa dieci minuti dal termine della gara nonostante fosse stato richiamato ai box, mantenendo un buon gap su Perera fino alla bandiera a scacchi e tornando alla vittoria nel DTM dopo quasi un anno; l’ultima vittoria di Rast nel DTM risaliva allo scorso anno al Red Bull Ring, e con questa vittoria regala alla BMW la 99° vittoria della loro storia nella categoria.

Il podio di Gara 1 viene completato da altri due piloti che hanno tentato l’azzardo di rimanere in pista con le gomme d’asciutto nel momento critico, con Perera che conquista un’incredibile secondo posto nel suo weekend da sostituto in GRT – Grasser Racing Team al posto di Christian Engelhart, il tutto dopo una partenza complicata nella quale ha perso diverse posizioni rispetto alla quarta da dove è partito.

Se Perera ha avuto un finale di gara abbastanza tranquillo alle spalle di Rast, chiudendo a poco più di due secondi di distacco, per Luca Engstler gli ultimi giri sono stati all’arrembaggio dopo che un errore alla prima curva lo aveva portato alle spalle di alcuni piloti che, a differenza sua, erano rientrati ai box per passare alle gomme da bagnato. La fine della pioggia però viene incontro al pilota tedesco, che ad un minuto dal termine si inserisce in un’accesa bagarre a cinque e nella quale riesce ad avere la meglio in pochi istanti dei fratelli Van der Linde e della coppia SSR Performance formata da Nicki Thiim e Mirko Bortolotti, involandosi poi verso il suo secondo podio stagionale dopo la vittoria ottenuta ad inizio campionato ad Oschersleben.

Alle spalle di Engstler inizia il gruppo di coloro che con l’arrivo della pioggia sono rientrati ai box per passare alle gomme da bagnato, con Nicki Thiim che dopo aver guadagnato tante posizioni durante il valzer dei pit-stop obbligatori, anticipandolo di molti giri rispetto a gran parte del gruppo che ha scelto di rientrare al termine della finestra, all’ultimo giro è riuscito ad avere la meglio sul proprio compagno di squadra Mirko Bortolotti per il quarto posto, che equivale al suo miglior risultato in carriera nel DTM.

Bortolotti chiude in quinta posizione davanti al leader del campionato Kelvin Van der Linde, sesto e che nel finale è arrivato ai ferri corti con suo fratello Sheldon Van der Linde, che dopo essersi ritrovato al comando dopo la tornata dei pit-stop obbligatori è stato tra coloro che hanno pagato di più il passaggio alle gomme da bagnato terminando solamente al settimo posto finale.

Ottavo posto per Maro Engel davanti a Jack Aitken, solamente nono dopo esser partito dalla pole position ed aver condotto la gara senza patemi durante il suo primo stint, ovvero prima del pit stop. Maximilian Paul completa la Top10, risultando l’ultimo pilota che ha concluso la gara a pieni giri nonché l’unico a tentare l’azzardo di passare direttamente alle gomme da bagnato durante il pit-stop obbligatorio.

Alle spalle del pilota Lamborghini hanno chiuso i suoi connazionali tedeschi Luca Stolz e Marco Wittmann, al traguardo in 11° e 12° posizione dopo diversi contatti tra i due nella parte finale della gara. Gara da dimenticare invece per Thomas Preining, 14° dopo un Penalty Lap scontato per un’infrazione commessa durante il pit-stop, e Lucas Auer, costretto al ritiro dopo un contatto al primo giro che gli ha provocato la foratura della gomma posteriore destra.

Al termine di questa gara Kelvin Van der Linde rimane in testa al campionato con 92 punti contro gli 86 di Bortolotti, con Rast che grazie a questa vittoria si issa in terza posizione a quota 82, a soli 10 punti di ritardo dal sudafricano. Più distanti Sheldon Van der Linde, quarto a 70 punti, Aitken e Ricardo Feller (13° oggi), appaiati a 69 punti.

DTM – Norisring 2024: Classifica Gara 1

Immagine: Twitter / BMW M Motorsport

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live