DTM | Hockenheim 2022: Kelvin van der Linde e Stolz i migliori del venerdì

di Alessandro Cellegato @megalomaxi92
7 Ottobre 2022 - 20:36

L’ultimo weekend della stagione di DTM che assegnerà il titolo si apre nel segno del sudafricano e del tedesco, i più veloci nella FP1 e nella FP2: bene anche i cinque piloti in corsa per diventare campioni del 2022

La stagione 2022 del DTM è arrivata al suo atto finale e sono ben cinque i piloti che si daranno battaglia fino all’ultimo per conquistare il titolo di campione e succedere a Maximilian Götz. Il luogo della lotta sarà, come da tradizione, il tracciato di Hockenheim ed è prevista, in questo weekend, una grande cornice di pubblico per assistere ad uno dei finali più avvincenti di questo campionato.

La rincorsa al leader della classifica, Sheldon van der Linde, è partita già dal Red Bull Ring, quando i suoi quattro rivali si sono avvicinati ancor di più alla vetta, sfruttando il doppio zero del sudafricano in terra austriaca. Ora sono tutti e cinque i piloti sono racchiusi in soli sedici punti e, con in palio ancora 58 da assegnare, la lotta è più che mai aperta. Il più in palla attualmente è senza dubbio Thomas Preining, vincitore di gara-2 in Austria, ed entrato nella corsa al titolo all’ultimissimo secondo, ma anche Lucas Auer, René Rast e Mirko Bortolotti sono determinati e pronti a sfruttare altri passi falsi di van der Linde.

Intanto, però, le prime prove libere ad Hockenheim hanno visto davanti a tutti l’altro fratello van der Linde, Kelvin, che ha ottenuto il miglior tempo della sessione mattutina in 1:37.652 con la sua Audi del team ABT. Il sudafricano ha girato appena 16 millesimi più veloce di Preining, che dovrà correre domani con 25 chili in più di zavorra per aver vinto al Red Bull Ring. La cosa, però, sembra non influire molto sulle prestazioni dell’austriaco, subito protagonista nella FP1 e sempre più pericoloso nella sua rincorsa al titolo.

Mattinata positiva anche per Mirko Bortolotti, terzo assoluto a 163 millesimi da Kelvin van der Linde, e Lucas Auer, che si è piazzato ottavo a poco più di due decimi dal miglior tempo del sudafricano. Per gli alfieri di Lamborghini e Mercedes tanti dati positivi in vista delle gare dei prossimi due giorni, mentre non si può dire lo stesso di Renè Rast e Sheldon van der Linde. I due piloti di Audi e BMW hanno fatto un po’ fatica e non sono andati oltre il tredicesimo e il diciottesimo posto, pagando quattro e cinque decimi dal crono più veloce.

Il leader del campionato, però, è riuscito a riprendersi nel pomeriggio, facendo segnare il quinto miglior tempo a tre decimi da un super Luca Stolz, il più veloce della FP2 e di tutta la giornata in 1:37.374. Il tedesco del team Haupt è riuscito a girare velocissimo con la sua Mercedes, rifilando ben tre decimi al secondo, Lucas Auer, con l’austriaco che porta nel suo motorhome delle ottime sensazioni in vista delle qualifiche di domani mattina.

Si può dire lo stesso anche del nostro Bortolotti, terzo anche nella FP2 a nove millesimi da Auer, e decisamente tra i più in palla e costanti nel giro veloce e sul passo gara. Non male anche Preining, nono, mentre nel pomeriggio si sono confermate le difficoltà di Rast, nuovamente tredicesimo e a sei decimi da Stolz. Ma occhio a sottovalutare le prestazioni del tre volte campione del DTM, col tedesco che ha abituato tutti a tirare fuori il meglio di sé anche dalle situazioni più complicate.

Domani, quindi, sarà lotta apertissima tra i cinque contendenti al titolo fin dalla mattina, con le qualifiche di gara-1 che scatteranno alle 10.05. Come sempre, poi, la partenza della corsa sarà alle 13.30.

Foto di copertina: ABT Motorsport Twitter