Difficoltà economiche per il GP di Russia, e il GP del Canada cerca nuovi investitori

Sembra che non ci sia fine ai problemi economici per la F1, nella fattispecie per gli organizzatori dei Gran Premi.

Di recente, una delle società che ha organizzato il Gran Premio di Russia ha dichiarato bancarotta, anche se la gara di F1 non sembra essere minacciata. I guai di Sochi erano già iniziati nel 2013, con grossi debiti contratti per organizzare il primo Gran Premio in Russia.

Nel frattempo, l’organizzazione del Gran Premio di Russia 2015 è passato in mano all’altra azienda organizzatrice, la Omega, che ha interamente in mano la gestione dell’evento. Il Gran Premio di Russia ha un contratto in essere fino al 2020.

Un’altra notizia, però, sta circolando circa il Gran Premio del Canada. L’evento è gestito dal promoter Francois Dumontier, che è a capo della Octane Racing Group, di cui sta cercando di venderne il 50%.

Quest’azione, tuttavia, non sembrerebbe essere allarmante, secondo lo stesso Dumontier: “Al momento, noi abbiamo un valore, e sto guardando alle mie possibilità, come farebbe un qualsiasi businessman. È tutto normale” ha affermato.

Ci auguriamo che sia veramente così.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

925FollowersFollow
1,689FollowersFollow
Difficoltà economiche per il GP di Russia, e il GP del Canada cerca nuovi investitori 2
Alessandra Leoni
Classe 1989. Appassionata di F1, MotoGP e Superbike sin dalla più tenera età. Le piace tradurre, blaterare, leggere.

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE