David Coulthard mette in guardia la Toro Rosso per il 2015

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

David Coulthard crede che il 2015 potrebbe essere un anno difficile per la Toro Rosso, da un punto di vista dello sviluppo, perché non avrà un pilota con esperienza a dare indicazioni agli ingegneri.

La Toro Rosso, ingaggiando i giovanissimi Carlos Sainz Jr. e Max Verstappen, potrebbe aver fatto il fatidico “passo più lungo della gamba”, secondo David Coulthard.

“Gli ingegneri e i progettisti devono procedere in base a quello che reputano il pacchetto migliore per sviluppare la monoposto, ma c’è bisogno anche di leadership da chi è al volante” ha dichiarato Coulthard. “C’è bisogno di grande interazione tra il pilota e la parte che si occupa della aerodinamica, o della parte meccanica, e quest’interazione è molto importante. Con tutto il rispetto verso i piloti giovani e senza esperienza, devono ottenere quest’esperienza da qualche parte, ma la coppia migliore da tutti i punti di vista sarebbe un pilota con esperienza e uno debuttante. Ma questo è il format della Toro Rosso, è un terreno di prova per i piloti più giovani e se riescono a fare bene, possono passare al livello successivo”.

Secondo lo scozzese, ci sarà da cambiare anche i briefing tecnici: “Dovranno seguire un format un po’ diverso di briefing tecnici, dovranno capire ed educare i piloti nel tentativo di ottenere le giuste informazioni, ponendo le giuste domande”.

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alessandra Leoni
Alessandra Leonihttps://saturnalia.portfoliobox.net
Classe 1989. Appassionata di F1, MotoGP sin dalla più tenera età. Le piace tradurre, blaterare, leggere, suonare e cantare.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci