Daniel Juncadella: “Un altro anno come pilota di riserva in F1 non ha senso”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Anche Daniel Juncadella, pilota di riserva della Force India, guarda al DTM come possibile alternativa full-time alla F1, se non dovesse riuscire a diventare un pilota titolare per il 2015, perché non vorrebbe fare un altro anno da pilota di riserva.

“È stato utile fare un anno come pilota di riserva, ma devo dire che non ne farei ancora un altro” ha dichiarato. “Quando sei un pilota di riserva, è solitamente una buona preparazione per diventare un pilota titolare, il mio obiettivo per il prossimo anno sarebbe quello – un altro anno da pilota di riserva non avrebbe senso”.

C’è da dire che le speranze di diventare titolare sembrano essere minime, dato che la Force India è propensa a confermare Nico Hulkenberg e Sergio Perez. Juncadella rimane comunque ottimista: “Vedremo, è ancora presto. Il lato positivo è che ho esperienza con la monoposto e il mio sponsor storico è disposto ad aiutarmi. Al momento, comunque, corro in DTM e mi piace molto questo campionato – vorrei continuare a correrci, non è che impazzisco se non corro in F1. Ho solo gente che mi aiuterebbe a ottenere l’obiettivo, se ci sarà un sedile disponibile, ci correrò, altrimenti, non ci penso troppo”.

“Se non ci saranno possibilità, me ne farò una ragione. Il DTM è un grandissimo campionato e la Mercedes è felice di me”.

 

P300 MAGAZINE

Daniel Juncadella: "Un altro anno come pilota di riserva in F1 non ha senso"

Continua a seguirci

Avatar of Alessandra Leoni
Alessandra Leonihttps://saturnalia.portfoliobox.net
Classe 1989. Appassionata di F1, MotoGP sin dalla più tenera età. Le piace tradurre, blaterare, leggere, suonare e cantare.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Daniel Juncadella: "Un altro anno come pilota di riserva in F1 non ha senso"

Continua a seguirci