Dakar 2022 | Giorno 6: Orlando Terranova torna al successo di tappa dopo 7 anni

Orlando Terranova torna ad essere il più veloce a fine giornata per la prima volta dal 2015, mentre Al-Attiyah torna a guadagnare su Loeb. Nei camion continua il dominio Kamaz, mentre tappa ridotta per moto e quad a causa del maltempo.

Seconda tappa di andata e ritorno da Riyadh, dove domani i concorrenti trascorreranno il loro unico giorno di pausa, prima di prendere il via per la seconda parte di questa Dakar. Lo stage di oggi è stato più lungo di quello di ieri, con 618 km percorsi di cui 402 cronometrati.

AUTO

Dakar 2022 - Riyadh, Auto

3 ore, 6 minuti e 45 secondi è il tempo più rapido di giornata, il quale ha permesso a Orlando Terranova di chiudere davanti a tutti in una speciale, per la prima volta dalla Dakar del 2015. L’argentino non terminava in top-3 addirittura dall’ultima tappa dell’edizione del 2020. Oggi ha preceduto di 66 secondi l’Audi di Mattias Ekstroem e di quasi due minuti la Toyota di Yazeed Al Rajhi.

Ottima prestazione di Brian Baragwanath che ha chiuso con il quarto riferimento a soli 3 minuti dalla vetta, precedendo Nani Roma con il secondo buggy del team bahrenita e Bernhard Ten Brinke con la seconda Toyota Overdrive. Settima è la prima delle Toyota ufficiali, ma il pilota di punta oggi è stato Shameer Variawa, con 4 minuti di gap dal battistrada. Il sudafricano ha preceduto Prokop, Han e solo al decimo posto il leader Al-Attiyah. Il qatariota ha conclluso con un gap di 6’16” dalla vetta, ma quel che conta è il vantaggio di 15 minuti guadagnato su Loeb.

Con questo risultato, Loeb si ritrova a perdere la seconda posizione in classifica generale a vantaggio di Al Rajhi. E con l’eliminazione della penalità di 5 ore a De Villiers, ora il francese si ritrova anche il sudafricano con il fiato sul collo. Per quanto riguarda il pilota Toyota, la penalità è stata rimossa in seguito ad un’analisi approfondita delle circostanze, che ha dimostrato che il pilota in moto, con veicolo danneggiato, è caduto pochi minuti prima dell’auto e quindi che non ci fosse un’azione volontaria da parte del sudafricano nell’investimento del rider.

MOTO

Dakar 2022 - Riyadh, Moto

La sesta tappa è stata drasticamente accorciata a soli 101 chilometri per moto e quad per via di alcuni problemi generali di navigazione, a cui si sono aggiunti quelli del fondo sabbioso segnato dai mezzi più pesanti e divenuto quindi difficile da percorrere dai veicoli più leggeri. Gli organizzatori hanno ascoltato l’appello comune dei piloti ed hanno deciso di fermare la corsa al secondo punto di controllo, congelando in quel momento la classifica dello stage. Tuttavia, c’è chi ha comunque sofferto delle cadute, tra cui Danilo Petrucci (bravo poi a riprendere la corsa nonostante la botta) e Ross Branch (trasportato in elisoccorso e costretto ad abbandonare la gara).

“Doppietta” della GasGas dunque, con Daniel Sanders che torna a vincere una tappa di questa Dakar davanti al compagno e leader della corsa Sam Sunderland, staccato di 2’26”. A completare il podio di giornata Matthias Walkner, seguito poi dal duo Honda Monster Energy formato da Pablo Quintanilla e Ricky Brabec. La classifica rimane cortissima con tre piloti in un fazzoletto di cinque minuti e poco più, con Walkner nel “panino” delle due GasGas di Sunderland e Sanders.

QUAD

Dakar 2022 - Riyadh, Quad

Il drastico taglio sul chilometraggio della speciale è stato applicato anche nella categoria Quad, ma anche nei soli 101 chilometri disponibili ci sono stati colpi di scena non indifferenti. Aleksandr Maksimov ha conquistato la vittoria in questa seconda tappa anellare di Riyadh, ma ha guadagnato appena 9” sul leader della corsa Alexandre Giroud, giunto secondo; terzo un altro francese, Sebastien Souday del team All Tracks.

Dopo il sorpasso avvenuto ieri alle spese di Pablo Copetti (oggi quinto a poco più di un minuto), Giroud ha potuto mantenere salda la sua leadership, nonché vedere la resa di uno dei suoi rivali più ostici nella lotta alla vittoria finale. Manuel Andújar ha dovuto accettare la sconfitta dopo esser caduto all’altezza dell’11° chilometro della speciale, a causa di alcune buche lasciate dagli altri concorrenti partecipanti ad altre categorie; l’argentino si è infortunato ad una gamba ed ha pure danneggiato irrimediabilmente la sua Yamaha, dovendosi quindi ritirare ed abbandonando il sogno della doppietta dopo il successo nel 2021.

LW PROTO

Dakar 2022 - Riyadh, LW Proto

Altra prestazione di forza di Seth Quintero, giunto al suo quinto successo da quando la Dakar 2022 è partita. Con ogni vittoria di speciale il giovane americano dimostra quello che era il suo stato di forma quest’anno, ma ciò aumenta anche il rammarico per il tempo perso durante il secondo giorno, cosa che gli ha tolto quel che sarebbe stato un successo meritatissimo.

Cristina Gutierrez Herrero ha terminato seconda a 11’ da Quintero, ma precedendo la coppia EKS South Racing formata dagli equipaggi Francisco Lopez Contardo-Juan Pablo Latrach Vinagre e Sebastian Eriksson-Wouter Rosegaar. Situazione più o meno invariata nella generale, con Lopez Contardo ora forte di un vantaggio di 23’ e Gutierrez Herrero risalita al terzo posto (seppur a 2h20’ dal cileno).

SSV

Dakar 2022 - Riyadh, SSV

La vittoria nella sesta speciale, in merito alla categoria T4, è andata nelle mani di Marek Goczal, giunto al suo secondo successo di tappa nel 2022. L’equipaggio #410, dopo oltre tre ore e mezza di prova, ha battuto di 3’ Rodrigo Luppi De Oliveira ed il suo connazionale copilota Maykel Justo, mentre al terzo posto si sono piazzati i russi Sergei Kariakin ed Anton Vlasiuk. Sta disputando un ottimo rally raid da debuttante anche Rokas Baciuška, oggi quarto sul suo BRP Maverick XRS della South Racing.

Per il momento è un altro debuttante, De Oliveira appunto, a mantenere il primato nella classifica combinata ed il brasiliano ha persino allungato di un altro paio di minuti sul suo primo avversario Austin Jones. Giornata non troppo positiva nemmeno per l’altro Goczal, Michal, giunto alle spalle di Jones ed ora staccato di 28’ dal duo sudamericano.

CAMION

Dakar 2022 - Riyadh, Camion

Nulla di nuovo sui mezzi pesanti, con Kamaz che ancora una volta monopolizza il podio di giornata. Il più veloce è stato nuovamente Andrey Karginov che però ha preceduto i suoi compagni di squadra Dmitry Sotnikov e Eduard Nikolaev di soli 9 e 45 secondi.

Distacchi più importanti invece quelli di Ales Loprais, quarto al traguardo, con 5’16” di gap e Martin van den Brink, con il primo degli Iveco, in sesta piazza a oltre 10 minuti. Tra i due si è infilato Gert Huzink con il suo Riwald a 9’43”. Qualche difficoltà in più per Anton Shibalov che ha perso più di 10 minuti concludendo la tappa al settimo posto, davanti a Janus van Kasteren, attardato di 12’47”.

Qui le classifiche del sesto giorno e quella combinata della Dakar 2022.

Collabora all’articolo: Alyoska Costantino
Fonte immagini: dakar.com

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS