Con Joan Mir inizia la ricostruzione HRC

Andrea Ettori - 30 Agosto 2022 - 11:00

In queste ore Honda ha annunciato l’arrivo di Joan Mir a partire dal 2023. Il campione del mondo 2020 in forza alla partente Suzuki ha firmato un contratto di due stagioni con il team HRC.

È da questo arrivo che parte ufficialmente la “ricostruzione” Honda in attesa del rientro del caposquadra e punto di riferimento Marc Márquez. L’arrivo di Mir è la diretta conseguenza della partenza di Pol Espargaró, pilota preso due stagioni fa per provare a portare a casa qualche risultato in concomitanza con l’assenza di Márquez ma rivelatosi un grande flop. L’ex iridato della Moto2 ha trovato la strada per un rientro in KTM, altra struttura in cerca di piloti per la prossima stagione.

Tornando a casa Honda, i mesi che ci apprestiamo a vivere saranno decisivi per la ricostruzione in ottica 2023. L’assenza di Márquez, quasi certa per tutto il resto della stagione, ha caricato ingegneri e soprattutto Stefan Bradl (collaudatore e sostituto di Márquez) dello sviluppo della nuova moto da utilizzare durante il prossimo campionato. Un dettaglio non da poco, tenendo conto che la decisione di Honda di “ampliare” la guidabilità della propria RC213V a tutti i suoi piloti nel mondiale, team LCR compreso, non ha dato i risultati sperati poiché nessuno dei piloti chiamati in causa ha saputo dare una direzione corretta nello sviluppo.

Quello che si chiede a Mir è probabilmente questo, anche con suggerimenti “da casa” prima di poter scendere in pista una volta che il suo contratto con Suzuki sarà ufficialmente chiuso. Mir è un pilota di cui Honda necessita terribilmente, per concretezza e personalità. Il grande punto di domanda sarà la sua adattabilità ad una RC213V che rispetto al passato sembra peccare soprattutto con l’elettronica, fiore all’occhiello di Honda fino a pochi mesi fa. Con il rinnovo di Fabio Quartararo in Yamaha il mondiale 2023 è già iniziato e Honda spera di poter tornare ai livelli che gli competono con Mir… e Márquez.

Immagine copertina: Suzuki Racing