Chilton:

Chilton: "Non sono qui grazie a mio padre"

di 20 Maggio 2013, 18:00

Max Chilton è uno dei piloti nella Formula 1 odierna su cui si discute maggiormente. L’inglese è arrivato nella massima serie all’inizio di quest’anno, senza tuttavia avere alle spalle risultati di un certo rilievo nelle categorie minori. Per questo viene accusato di essere arrivato il Formula 1 solamente grazie ai soldi del padre. E dopo cinque gare, Chilton non è mai riuscito né a qualificarsi e neppure a tagliare il traguardo davanti a Jules Bianchi, suo compagno di squadra, anch’egli esordiente.

Tuttavia il pilota ha voluto ribadire la propria posizione: “Durante tutta la mia carriera ho dovuto fare i conti con affermazioni come questa. Dovete mettervi alle spalle tutte queste considerazioni: sono solo spazzatura: io l’ho fatto anni fa. Ora sono un pilota che corre in un team: le persone credono in me.

Molte volte" ha continuato "mi criticano servendosi di mio padre. Ebbene, io credo che un team non mi avrebbe mai preso se non fossi in grado di fare il mio lavoro. Sono qui per vincere, e spero di diventare un campione del mondo. Io conosco le mie qualità.

Mio padre è sempre stato un appassionato di corse automobilistiche e io ho fame di vittorie. Chiaramente non avrei potuto arrivare ad un certo livello senza di lui, ma nelle serie minori tutti avevano uno sponsor.


Condividi