Che sia l’anno della consapevolezza. Buon 2021 a tutti voi

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Quello che ci aspetta non sarà un 2021 facile, ma speriamo possa essere di ripartenza per tutti. Auguri da P300.it

Anche stavolta ci siamo arrivati e, possiamo dirlo, finalmente. Quello che cambia tra il 31 dicembre ed il 1° gennaio è soltanto un numero, uno zero che diventa uno. Mai come in questo caso, però, speriamo che il cambiamento non sia solo numerico, statistico, simbolico.

Piacerebbe a tutti noi svegliarci domattina come se questo 2020 non fosse mai esistito: saltandolo a piè pari, omettendolo, trascurandolo nei ricordi. Eppure non possiamo ignorarlo, perché volenti o nolenti quest’anno rimarrà nella storia, verrà studiato; tra qualche generazione si chiederanno come l’abbiamo affrontato, cosa abbiamo pensato, sperato, voluto, cosa abbiamo perso.

Il motorsport, in un periodo come quello che abbiamo vissuto, conta davvero poco. È un granello di sabbia nel mare. Lo sappiamo ma è questo quello che sappiamo fare. Abbiamo cercato di intrattenervi, di regalarvi un momento di distrazione dai numeri, dai bollettini quotidiani, dalle tragedie che ci sono state quotidianamente raccontate. Non sappiamo se ci siamo riusciti ma ci abbiamo provato, come abbiamo sempre fatto.

Il 2021 non sarà un anno facile. Speriamo, però, sia quello della consapevolezza. Della coscienza di sé, del sapere che tutti meritiamo rispetto e che in una società che ci viene venduta come autoreferenziale, dove ciò che conta è “io” e basta, si capisca che solo tutti insieme, con le nostre scelte, possiamo fare la differenza ed aiutare, aiutarci, a venire fuori il prima possibile da in incubo.

Quest’anno deve farci riflettere, farci capire quanto siamo stati fortunati prima di tutto questo, renderci consci di quanto sia importante tornare il prima possibile a poterci riabbracciare, a dare il giusto valore a singoli gesti che ora non ci sono permessi e che prima davamo per scontati.

Nel nostro piccolo continueremo a fare il nostro lavoro, a raccontare il motorsport come siamo sempre stati abituati, sperando di poter anche rivedere gli autodromi in festa, colorati, urlanti. Fino a quando sarà necessario, però, dovremo attendere per il bene di tutti. Senza lamentarci e con la coscienza che un nostro passo indietro va a favore degli altri e non solo di noi stessi.

Riprenderemo il nostro lavoro con una famiglia allargata, abbracciando nuovi ragazzi che ci daranno una mano a portare avanti e sviluppare un progetto nato otto anni fa; partito in un lampo, con un pizzico di follia e diventato qualcosa in cui crediamo fortemente.

Chiudiamo quest’anno inviando a tutti un abbraccio caloroso. A chi ha perso un affetto, a chi non può abbracciare un caro, a chi soffre per un qualsiasi altro motivo legato a quest’anno disgraziato, va il nostro pensiero più grande. Che il 2021 sia l’anno della ripartenza soprattutto per voi.

A tutti, indistintamente, l’augurio che il 2021 ci renda migliori, più veri, forti, consapevoli, uniti.

Auguri da tutta P300.it, in attesa di un nuovo Gran Premio da raccontare. Il prima possibile.

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE