Bottas sui nuovi musi: “Credo non vedremo più strane soluzioni”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Dopo gli scalini del 2012 e i musi a proboscide del 2014, che tanto scalpore hanno suscitato, il 2015 promette, in linea teorica, delle F1 dall’aspetto più consono a delle vetture da pista.

A tal proposito, Valtteri Bottas si aspetta che siano finiti i tempi di vetture dai musi particolari e poco gradevoli dal punto di vista estetico, che durante l’anno passato hanno richiamato le più svariate prese in giro, oltre a paragoni e ironie in tema sessuale…

“Le regole ora sono un po’ più rigide, quindi credo che tutte le vetture si somiglieranno e non vedremo più strane soluzioni”.

Inoltre, essendo aumentato leggermente il peso minimo delle vetture, i piloti non saranno probabilmente costretti a diete forzate come quelle viste nel 2014: “Ho un mio limite di peso, ma la situazione non è pessima come l’anno scorso. E’ anche vero che per alcuni team ci sono stati più problemi rispetto a quelli avuti da noi”.

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE