Benvenuto, 2023. Si riparte come sempre, nel bene e nel male dell’informazione di oggi

BlogSeven
Tempo di lettura: 3 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
2 Gennaio 2023 - 12:30
Home  »  BlogSeven

Il 2023 è sbarcato, con le sue eredità e le sue intenzioni. Buone o meno, dipende da noi

Auguri a tutti, per prima cosa. Il 2023 è arrivato, spero che sia iniziato con una giornata di relax e che per tutti i nostri lettori (e non) sia anno positivo, senza entrare nei dettagli. Ognuno di noi sa quali sono obiettivi e speranze: mi auguro che possano essere raggiunti, solo questo.

Per P300.it è l’undicesimo anno di attività. Un’attività che mantiene saldamente i suoi fondamenti e la sua linea editoriale in un mondo dell’informazione, motoristica e generale, in crisi d’identità e con un solo, unico obiettivo. I numeri.

Abbiamo affrontato a tratti questo argomento e mai come nell’ultimo periodo la deriva intrapresa da questo mondo è preoccupante. I numeri sono l’obiettivo numero uno, l’unico strumento grazie al quale un progetto viene valutato. È il più grande errore dalla nascita di Internet. Per avere visibilità e, come conseguenza diretta, popolarità e credibilità, è stato fatto passare il messaggio che siano solo i numeri a contare. E, per questi, si fa di tutto, si pubblica di tutto, vero o falso che sia. Non conta l’argomento, non conta il come viene proposto, non conta nessuna deontologia, per chi questa dovrebbe conoscerla e seguirla.

Ognuno è ovviamente libero di impostare una propria linea editoriale, la libertà di stampa è soprattutto questo. Al tempo stesso, è auspicabile che si inizi prima o poi a dare il peso adatto a certi contenuti, senza più confondere il necessario con l’inutile o l’inventato.

Come sapete non abbiamo mai pubblicato notizie riguardanti gossip o argomenti affini. Non ci interessa, riteniamo non sia di interesse e che una linea editoriale interessante non dovrebbe basarsi su questo genere di pubblicazioni. Incidentalmente, per i motivi più disparati, proprio questi sono i contenuti più visti, ricercati, “apprezzati” e, per certi versi, anche promossi ad esempio dal nuovo corso di Liberty Media che, per andare alla ricerca di un pubblico più giovane, ha aperto ormai anni fa una nuova linea social che abbraccia quasi più quello che succede fuori che in pista.

Ci è stato consigliato a più riprese di “farci furbi” ed allinearci, diventare come tanti altri, invece di lamentarci. Non lo faremo mai, vorrebbe dire sconfessare quanto fatto fino ad ora. Il nostro non è un lamento, ma una constatazione. E non ci sarebbe neanche da parlarne se, appunto, i metodi di valutazione fossero non diversi ma corretti. Ma ci vorrà molto affinché questo succeda: sempre che quel momento arrivi.

Qui si continuerà con la stessa filosofia di sempre, senza snaturarsi per compiacere e senza ribaltare i principi su cui questo sito è stato fondato per andare avanti. È una scommessa nata ormai tanto tempo fa, che ha avuto i suoi momenti sì e momenti no, ma l’importante è non cedere mai.

Intanto l’anno motoristico è iniziato con la Dakar. Il resto della macchina sta ripartendo per una nuova lunghissima stagione, nella quale speriamo di avere ancora il supporto di chi ci segue da tanto. Avremo qualche novità, ne parleremo a tempo debito.

Auguri ancora a tutti.

Immagine: Aston Martin Media

Lascia un commento