Barcellona, Test 3, D4: Rosberg tempo ad effetto, ci si rivede a Melbourne

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

L’inverno è finito. I giochi sono fatti.
Con la giornata di oggi sono terminati i test invernali di F1. Le squadre hanno terminato i propri lavori e, tra due settimane, si ritroveranno a Melbourne per l’avvio della nuova stagione.

Come sempre, come ogni inverno, non è facile dare giudizi. Anzi, non è proprio consigliato. Perchè qualcuno si sarà nascosto, qualcuno avrà tentato il colpo ad effetto, le stesse squadre non sanno a che punto sono veramente.

Oggi sono scesi in pista i capi squadra dei top team: Vettel, Alonso, Button, Rosberg e Raikkonen, al rientro dopo l’intossicazione di ieri. Al volante anche Hulkenberg, di Resta, entrambi i piloti Williams e Marussia, Pic, Ricciardo.

6 piloti hanno superato, anche oggi, i 100 giri: Rosberg, Alonso, Button, Hulkenberg, Di Resta, Pic.

Il tempo ad effetto, alla fine, è arrivato, e l’ha stampato Nico Rosberg con la Mercedes. 1.20.130 su gomme soft, con Alonso a 3 decimi e mezzo. Ipotizzando una classifica globale di questi test, Fernando è nel panino delle due Mercedes, con Hamilton appena dietro.

Ovviamente, questo non significa nulla. Anche l’anno scorso la Mercedes aveva brillato nei test invernali e nella prima parte di stagione, per poi affondare inesorabilmente.

Chi si è nascosta è sicuramente la Red Bull. Nè Vettel nè Webber si sono mostrati in cima alla classifica dei tempi. Hanno lavorato molto sul passo gara ma senza dare l’impressione di spingere. Vettel, oggi, ha girato in 1.23.4 con gomme hard e non si sa con quanta benzina a bordo. Rosberg ha ottenuto il suo miglior tempo con gomme soft e presumibilmente poco carburante.

Per quanto riguarda i chilometraggi, l’unica nota certa di questi test, è completato il nostro prospetto generale. Potete vedere tutti i chilometri effettuati da squadre e singoli piloti durante tutte le sessioni, da Jerez a Barcellona, con le percentuali dei driver sul totale dei chilometri della squadra.

In cima alla lista dei chilometri effettuati troviamo la Sauber con ben 5260 chilometri coperti. Appena dietro la Mercedes, con 5150. Nonostante i problemi di affidabilità avuti a Jerez, Rosberg e Hamilton si sono ripresi alla grande, spartendosi esattamente a metà il totale dei Km effettuati (appena 18 km in più per Lewis)

Ferrari (4857), Mclaren (4573) e Red Bull (4533) seguono. Da segnalare i pochi chilometri effettuati dalla Lotus, penultima con appena 3401 chilometri, seguita solo dalla Marussia con 3017 km.

2763 Chilometri per Gutierrez, colui che ha coperto la distanza maggiore in questi test. Se un Gp è lungo 305 chilometri circa, diciamo che l’esordiente della Sauber si è dato da fare coprendo la distanza di 9 Gran Premi.

Per quanto riguarda le prestazioni, ripeto, poco da giudicare. Tutti i test hanno visto come argomento principale il funzionamento degli scarichi e del soffiaggio degli stessi su gomme e diffusore.

In secondo luogo, il capitolo più ostico è stato quello delle gomme. Le Pirelli 2013 sono più morbide del 2012 e non di poco, a quanto pare. Si ‘teme’, per Melbourne, un tripudio di Pit Stop, anche perchè verrà portata la mescola supersoft (banda rossa) assieme alla media (banda bianca). L’anno scorso erano state portate soft (banda gialla) e media (banda bianca).

Ecco i tempi di oggi:

 PilotaTeamVetturaTempoDiff.Giri
1.RosbergMercedes GPW041:20.130131
2.AlonsoFerrariF1381:20.494+0.364120
3.ButtonMcLarenMP4-281:21.444+1.314122
4.HulkenbergSauberC321:21.541+1.411118
5.RäikkönenLotusE211:21.658+1.52850
6.di RestaForce IndiaVJM061:21.664+1.534112
7.MaldonadoWilliamsFW351:22.415+2.28542
8.VettelRed Bull RacingRB91:22.514+2.384100
9.BottasWilliamsFW281:22.524+2.39431
10.PicCaterhamCT031:23.115+2.985116
11.BianchiMarussia F1 TeamMR021:23.167+3.03762
12.RicciardoToro RossoSTR81:23.628+3.49891
13.ChiltonMarussia F1 TeamMR021:24.103+3.97349

Tutto pronto per la stagione 2013.

Sarà da vedere se anche quest’anno vedrà un inizio scoppiettante con diversi vincitori nelle prime gare, o se la situazione sarà ‘migliore’ e più lineare.

Previsioni? No, meglio di no. L’anno scorso avevo detto che Vettel, il terzo mondiale, non l’avrebbe vinto.

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci