Austin: match point numero 1 per Sebastian

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Se le posizioni di partenza dovessero rimanere queste, alle ore 21.40 circa di questa sera Sebastian Vettel potrebbe laurearsi per la terza volta consecutiva Campione del Mondo.
Tre volte come Lauda, Stewart, Piquet, Senna, Brabham. Tre volte consecutive come solo Fangio e Schumacher sono riusciti a fare.

La prospettiva è allettante (vorrebbe dire entrare di diritto nella Storia, con tutti i conseguenti discorsi su merito etc), le premesse sono ottime. Pole per lui, ottavo posto per Alonso. Che, ammessa la vittoria di Vettel, deve recuperare 4 posizioni per arrivare ad Interlagos con una minima speranza ancora viva. In ogni caso, Alonso non deve lasciare 15 punti all’avversario. Altrimenti è finita la rincorsa.

Con Vettel primo e Alonso quinto, Vettel secondo e Alonso nono o peggio, Vettel terzo e Alonso fuori dai punti, il Mondiale è deciso in favore del tedesco.
Ricordiamoci però di due settimane fa, quando ad Abu Dhabi la rimonta di Alonso pareva cosa fatta già dal sabato, con Vettel costretto a partire dalla corsia box dopo la penalizzazione del sabato. Sappiamo tutti com’è finita.

Ma c’è anche un’altra insidia per Alonso. Chi parte dalla parte sinistra, quella sporca, deve vedersela con l’asfalto. Paragonato, a sentire voci e indiscrezioni nel paddock, ad una saponetta. Sporco, senza grip, insomma l’equivalente di una partenza con la pista bagnata. Il che vuol dire che lo start sarà un thriller, con i piloti in 2a,4a,6a,8a posizione e a seguire che tenteranno di portarsi sulla destra per recuperare un po’ di grip.

Occhio allora allo spegnersi dei semafori, perchè molte sorprese potrebbero verificarsi nei primi secondi di gara. Vettel dovrà preoccuparsi di mantenere la sua posizione, e non dovrebbe essere difficilissimo a meno di suoi errori. Fernando, invece, dovrà mantenere i nervi saldi e limitare i danni, per poi correre di grinta dopo la prima curva.

Spero in una gara ‘liscia’, divertente ed entusiasmante. Non mi piace sentire parlare di problemi o incidenti. Spero che tutto vada per il meglio e che tutti possano esprimersi al massimo delle loro potenzialità.

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci