Arrivederci alle Pillole

La scelta potrà risultare esagerata per qualcuno, ma questa è. Per quest’anno, le Pillole hanno chiuso i battenti. Inutile girarci intorno, dopo Suzuka non c’è proprio niente da ridere, almeno per me.

Forse qualcuno ha già dimenticato che in Giappone è rimasto un ragazzo di 25 anni che sta lottando non sappiamo ancora per cosa. Presto, magari, spariranno anche gli adesivi da caschi e vetture. Tempo di finire questo mondiale per ricominciare dal 2015 senza questi e senza quelli per Schumi.

Sarà, ma per quanto mi riguarda qualsiasi tentativo di abbozzare anche una sola pillola risulta in assoluto controsenso con quello che il mondiale è stato, ed è diventato un mese fa. Prendetelo come un segno di rispetto e come un segno di assoluto disgusto nei confronti di chi si è autoassolto da quanto successo.

Ora potranno inventarsi la Safety Car virtuale, i limitatori automatici, ma non cambia il fatto che qualcuno ha coperto molto bene le proprie responsabilità e altri gli hanno dato una notevole mano perché ciò avvenisse.

Pertanto, dovrete fare a meno delle Pillole per gli ultimi eventi del 2014. Ci ho provato, ma le forzature non fanno per me. Spero che la mancanza non sia troppo pesante anche perché ci stiamo impegnando al massimo per aumentare gli aggiornamenti.

Questo è quanto, giusto o sbagliato che sia.

Mi spiace, ma le maschere non fanno per me.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

925FollowersFollow
1,703FollowersFollow
Arrivederci alle Pillole 2
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE