Alonso dedica il casco di Abu Dhabi a Vettel. Il cortocircuito di cui non sapevamo di avere bisogno

di Alessandro Secchi @alexsecchi83
17 Novembre 2022 - 16:45

Per l’ultimo GP della carriera Vettel riceve forse il tributo più bello da Alonso, il nemico più acerrimo negli anni d’oro

Dopo due anni di polemiche di qualsiasi tipo da quel di Abu Dhabi arriva finalmente qualcosa di apprezzabile. Il protagonista di oggi è Fernando Alonso: il destinatario del suo gesto, incredibile ma vero, Sebastian Vettel.

In occasione dell’ultimo GP in carriera del tedesco, tra le mille dimostrazioni di affetto a parole, è il gesto dello spagnolo a lasciare un po’ con la bocca aperta tutti. Fernando, infatti, correrà con un casco dedicato nella livrea a quello usato da Sebastian negli ultimi anni, con base bianca ed il tricolore tedesco in verticale. Di lato, il logo di Sebastian e la scritta “Grazie Seb”.

alonso

Di tutti i tributi che Sebastian ha ricevuto e riceverà questo è sicuramente speciale, perché proviene dal pilota con il quale il tedesco ha vissuto le battaglie più dure nel suo periodo di maggior splendore, quello dei quattro titoli mondiali in Red Bull. A dieci e dodici anni dai due titoli persi proprio per mano di Vettel, Alonso avrebbe avuto tutti i motivi per limitarsi ad un saluto simile a quello di altri piloti.

Ancora oggi, infatti, sarebbe comprensibile il suo rimpianto per quei due mondiali finiti così, per una manciata di punti e recriminazioni varie tra strategie strampalate (e qui la costanza sembra essere un dono non proprio positivo) ed eventi soprannaturali (chiedere a Grosjean).

È proprio per questo che il gesto di Nando spiazza, perché totalmente inatteso e fuori dagli schemi per come è conosciuto e per come l’eco della delusione per quei due mondiali si è allungata sulle stagioni successive. Al tempo stesso, però, è meraviglioso vedere come sia possibile anche ripensare al passato e, magari, cambiare posizione o imparare a conoscersi di più. L’ultima versione della coppia Fernando-Sebastian è quella di due piloti che si salutano, addirittura si abbracciano e scambiano sorrisi nel Paddock.

Questo gesto certifica anche una specie di rispetto verso Vettel spesso nascosto dalla logica racer di Fernando, che ora può esternare e che forse non conoscevamo. Ed è bello così: perché serve anche questo, in un periodo di difficile gestione mediatica della F1, per capire che ci possono essere anche bei gesti, non forzati e soprattutto sinceri da cui prendere spunto per migliorare le cose.

Immagini: Instagram / Alonso