Alex Zanardi torna a casa per continuare la riabilitazione. Parla la moglie Daniela

Sul sito di BMW Motorsport le parole della moglie di Alex, Daniela, sul ritorno a casa dell’ex pilota italiano

Un anno e mezzo dopo il tremendo incidente in handbike in Toscana, Alex Zanardi torna a casa per continuare parte della riabilitazione.

Sul sito di BMW Motorsport la moglie Daniela, a cinque mesi dall’ultima intervista, parla di questo ultimo periodo e di come stanno procedendo le cure per Alex. Ecco le sue parole.

“Riceviamo ancora tantissimi messaggi per lui: per il suo 55° compleanno tantissime persone hanno mandato i loro auguri, anche tramite social media. Siamo grati di vedere quante persone hanno ancora Alex nei loro pensieri. Queste dimostrazioni di affetto mostrano quanto il suo recupero tocchi la gente. Per questa ragione abbiamo deciso di aggiornarvi sul suo processo di recupero con questa seconda intervista. Allo stesso momento, apprezziamo la comprensione che, a parte questo, non possiamo rispondere a tutte le richieste sulla sua salute e chiediamo pertanto di rispettare la nostra privacy, perché la priorità è quella di seguire Alex con tutte le nostre energie.

Il recupero continua ad essere un processo lungo. Il programma di riabilitazione seguito da dottori, fisioterapisti, neuropsicologi, logopedisti ha permesso un costante miglioramento. Ovviamente ci sono dei momenti di arresto e questo possono sempre capitare. A volte dobbiamo fare due passi indietro per farne uno avanti, ma Alex migliora e continua a dimostrare di essere un combattente.

Un passo importante è stato poter lasciare l’ospedale una settimana fa e tornare con noi a casa. Abbiamo dovuto attendere tanto e siamo contenti sia stato possibile, anche se ci saranno trasferimenti temporanei in clinica pianificati per il futuro, in modo da poter continuare in loco con speciali tecniche di riabilitazione.

Dopo un lungo periodo in ospedale è importante per lui tornare a casa con la sua famiglia e nel suo ambiente. Bisogna considerare che, a causa del Coronavirus, Alex ha avuto attorno a sé solo persone con la mascherina e vestita con abbigliamento protettivo per oltre un anno e mezzo. In aggiunta a questo le visite, ovviamente, sono state molto ristrette.

Alex non ha visto i suoi amici e parte della famiglia per tutto questo tempo. Solo io, nostro figlio e la mamma di Alex potevano vederlo, ma solo una persona al giorno e per un’ora e mezza al massimo. Questo non ha sicuramente aiutato a migliorare la situazione per lui. Pertanto è sicuramente un aiuto poter tornare a casa, anche se a causa dell’aumento dei contagi solo la parte più ristretta della famiglia potrà stargli vicina per ora. Però ora è a casa con noi, nel suo ambiente e questo lo aiuterà a tornare un po’ alla normalità. Siamo grati a tutti coloro l’hanno aiutato: medici, infermieri, terapisti sono stati fantastici per quanto hanno fatto e continuano a fare in questo recupero. Alex è in buonissime mani, ma casa è sempre casa.

Il programma di recupero è molto vario. Alcuni parti di riabilitazione possono essere svolte a casa adesso. Durante la settimana un terapista lavora con lui sulla parte fisica, neurologica e di logopedia. Per quanto riguarda la condizione fisica, c’è parecchio progresso. Alex ha sempre più forza nelle braccia e, al contrario che in ospedale, dove era spesso a letto, ora trascorre parecchio tempo in carrozzina con noi; si riposa un po’ al pomeriggio, dopo pranzo.

Non è ancora possibile prevedere come andrà il recupero in futuro. È ancora una lunga battaglia che Alex sta combattendo con il suo solito spirito. È importante per lui e per noi ricevere supporto, non solo dai dottori o dai terapisti. I nostri amici sono sempre con noi, inclusa la famiglia BMW su cui abbiamo sempre potuto contare e che è al nostro fianco in questo momento difficile. Siamo grati a tutti per questo, perché ci dà forza per continuare. E siamo grati a tutti i piloti, fan e amici in giro per il mondo. Vogliamo dire il nostro “Grazie” a tutti quelli che inviano messaggi ad Alex. Vi auguriamo un Buon Natale e il meglio per il prossimo anno”.

Forza Alex!

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS