A Castrezzato altro weekend sugli scudi per la CEBI

CEBI MOTORSPORT
A Castrezzato altro weekend sugli scudi per la CEBI

Cocciolo 1°, Camisa 3° e Melchiotti 6° in un evento tra pioggia e sole di 13 Settembre 2019, 13:45

Finita la pausa estiva il campionato Kartsport Circuit riprende la sua corsa dal circuito di Castrezzato, in Franciacorta, dando spettacolo nonostante un vero e proprio uragano che ha bersagliato la pista per quasi tutto il giorno, rischiando addirittura di far saltare l'intera manifestazione. Scongiurato il pericolo del tutti a casa e accesi i motori è andato in scena l'ennesimo monologo della CEBI, questa volta presente a pieno organico, che con Cocciolo e Camisa dominano la scena, sfiorando l'ennesima doppietta sfumata per un Caroprese sugli scudi e deciso a resistere a tutti i costi.

Come di consueto ecco il resoconto pilota per pilota.

COCCIOLO | Riprende il discorso da dove lo aveva lasciato, sul gradino più alto del podio, segno che l'intesa con il mezzo non è diminuita. Parte forte nelle qualifiche, va per prati al primo giro causa pista bagnata, prende le dovute precauzioni e stampa un tempo monstre che lo fa partire dalla piazzola numero 1. In Gara 1, con pista ancora bagnata, ci mette un solo giro per andare confermare il comando e sparire dai radar. Approfitta della battaglia furiosa tra Camisa, Longo e Caroprese per andare in fuga e vincere in scioltezza. Stesso discorso che vale per Gara 2 - con pista asciutta -  quando ci mette un giro per passare Riverso andato in fuga, cerca di portarsi a rimorchio il compagno di squadra Camisa allunga giro dopo giro e vince conscio che da qui ad ottobre ha l'occasione per chiudere il discorso campionato.

CAMISA | Torna in pista deciso a piazzare il colpo del sorpasso su Caroprese e riprendersi il secondo posto in classifica, ma deve prima rimettere a posto il kart dopo la botta di Viverone e questo punto lo farà tribolare praticamente per tutta la gara cambiando il braccetto e il fusello ruota sinistro oltre al piantone dello sterzo - andando a intervenire anche sul telaio trovato fuori misura - tutti problemi che gli fanno perdere tempo in qualifica dove non arriva più in su della terza posizione. In Gara 1 corre da leone, combattendo contro il mezzo e a più riprese contro Longo e Caroprese fino al testa coda. Si rimette all'inseguimento e alla fine arriva terzo in volata su Longo, facendo segnare il giro veloce. In Gara 2 sfrutta l'asfalto asciutto e corre in modo regolare, stacca Caroprese e si mette dietro a Cocciolo non riuscendo però a raggiungerlo. Alla fine chiude terzo di giornata dietro Caroprese, restando comunque ottimista per aver risolto i problemi al mezzo. Ha perso la battaglia ma non la guerra.

MELCHIOTTI | Torna in pista dopo alcune assenze correndo per la prima volta nel Kartsport sotto l'acqua, esperienza nuova che lo lascia perplesso sia per la guida che per le regolazioni. In suo soccorso arriva anche Brunelli, altro pilota CEBI, nel tentativo di trovare il bandolo della matassa. In prova gira guardingo, pensando a non far danni e accumulare esperienza, in Gara 1 parte sesto e con pista ancora umida corre sulla difensiva. approfitta di un errore di Riverso per passarlo e terminare quinto. Gara 2 si corre con sole e pista asciutta e i valori in campo tornano i soliti, Melchiotti lamenta una generale mancanza di velocità massima che lo relega al sesto posto finale senza acuti. L'esperienza continua ma con la metà del campionato passata da un pezzo il tempo comincia a scarseggiare.



Condividi