WTCR | Zandvoort: Björk e Muller firmano la doppietta Lynk in gara-1

WTCR
Zandvoort: Björk e Muller firmano la doppietta Lynk in gara-1

Azcona completa il podio, Guerrieri torna al comando del campionato di 18 Maggio 2019, 15:43

Doppietta Lynk nella prima manche del Gran Premio d'Olanda del WTCR a Zandvoort. Thed Björk si è aggiudicato la seconda vittoria stagionale precedendo Yvan Muller e confermando così il risultato delle prove ufficiali di stamattina. Un risultato conseguito nonostante il ritorno al Balance of Performance dello scorso round, con la riduzione di peso e potenza della 03, decisione difesa a spada tratta dal capo di WSC Marcello Lotti ma che continua a destare qualche perplessità per il tempismo. Il successo odierno rilancia lo svedese nella classifica generale, dopo la débâcle della Slovacchia.

Solo Mikel Azcona è riuscito ad impedire un'altra tripletta del marchio cinese, grazie ad un'eccezionale partenza che gli ha permesso di scavalcare subito Andy Priaulx. Il pilota basco della Cupra ha seguito come un'ombra le due Lynk al comando ma senza mai impensierirle, complice l'ormai arcinota difficoltà nell'effettuare sorpassi su questo tracciato. Secondo podio stagionale per il campione europeo TCR in carica, una realtà sempre più importante della coppa del mondo turismo 2019.

Al termine di una battaglia senza esclusione di colpi durata dal primo all'ultimo giro, Priaulx ha dovuto cedere il passo anche a Johan Kristoffersson. Il due volte iridato rallycross è riuscito finalmente ad emergere con un risultato degno del suo blasone, portando Volkswagen al suo miglior risultato stagionale dopo avere avuto ragione del tre volte vincitore del WTCC. La lotta per il quarto posto ha visto impegnato anche un redivivo Mehdi Bennani, scattato bene dalla decima casella e sesto al traguardo.

Penalizzato di cinque posizioni dopo avere ostacolato Augusto Farfus in qualifica, Yann Ehrlacher non è riuscito ad andare oltre la settima posizione precedendo in volata Benjamin Leuchter, Frédéric Vervisch e Nick Catsburg. Il belga ha avuto ragione di Jean-Karl Vernay, oggi 11°, nel confronto in casa Audi, mentre il migliore dei piloti olandesi in corsa è stato anche l'unico a portare a punti una Hyundai. Corsa disastrosa per i piloti della BRC Racing, con lo stesso Farfus e Norbert Michelisz ritirati e Gabriele Tarquini 22° dopo una falsa partenza che gli è costata cinque secondi di penalità.

12° posto importante in ottica campionato per Esteban Guerrieri, di nuovo leader per effetto del 15° portato a casa da Néstor Girolami. Quest'ultimo ha ricevuto a sua volta una penalità di cinque posizioni in griglia per avere compiuto un sorpasso durante la bandiera rossa che ha chiuso il turno di qualifica, dunque è stato costretto ad una rimonta che lo ha portato a conquistare un punticino dalla 18esima posizione al via. Si confermano comunque le difficoltà delle Honda in questo weekend olandese, anche con le Civic del team KCMG che continuano ad occupare posizioni di fondo classifica: 18° Attila Tassi, 21° Tiago Monteiro.

Qualche punto anche per Daniel Haglöf, 13° dopo una partenza negativa, e Aurélien Panis, 14° dopo essersi difeso egregiamente dagli assalti dell'ex leader del campionato. Bocca asciutta per il team Ferraris e le Alfa Romeo Giulietta, con Kevin Ceccon 20° e Ma Qinghua 23°, nonché per Robert Huff che dopo avere sostituito il motore tra qualifica e gara si è fermato al termine dell'ottavo giro.

Alle spalle dei due argentini, separati da un punto nella classifica generale, è risalito dunque Björk, con dieci punti in meno rispetto a Guerrieri. Passo avanti anche per Azcona, ora quinto tra le Hyundai di Michelisz e Tarquini a -28 rispetto alla leadership. Münnich Motorsport resta largamente al comando tra le squadre ma Cyan Racing, con la doppietta odierna, ha limato a 47 le lunghezze di distacco.

La giornata di domani inizierà alle 8:00 con la seconda qualifica. Alle 13:15 e alle 16:35 si svolgeranno invece le altre due gare di questo weekend.

Classifica di gara:

Campionato piloti:

Campionato squadre:

Immagine copertina: fiawtcr.com

Condividi