WTCR Wuhan: Vernay centra la vittoria di gara-1 davanti a Oriola e Shedden

Nessuna Hyundai a punti, ne approfitta anche Ehrlacher col quarto posto
WTCR | Wuhan: Vernay centra la vittoria di gara-1 davanti a Oriola e Shedden
di 06 ottobre 2018, 11:24

Terza vittoria stagionale nel WTCR per Jean-Karl Vernay, che ha condotto impeccabilmente la prima manche di Wuhan dalla pole fino alla bandiera a scacchi al volante dell'Audi RS3 gestita dal team WRT. Il francese ha preceduto sul traguardo la Cupra di Pepe Oriola e la seconda Audi della scuderia belga, quella pilotata da Gordon Shedden. A dispetto di un tracciato cittadino che preannunciava una gara povera di emozioni, lo spettacolo non è mancato e i piloti in pista si sono dati una decisa battaglia, provocando anche l'ingresso di una safety car.

Neutralizzazione causata da un errore di Tom Coronel, che ha tamponato violentemente Fabrizio Giovanardi strappando letteralmente la ruota posteriore destra dall'Alfa Romeo #88. Nonostante l'errore dell'olandese, Honda si è consolata alla grande con il quarto posto di Yann Ehrlacher, autore di una grande partenza e capace di portare a casa punti importanti. L'alsaziano ha dovuto cedere le armi di fronte all'offensiva di Shedden ma ha resistito fino alla fine agli attacchi di Frédéric Vervisch, alla guida di un'altra Audi. 

Giornata comunque molto positiva anche per l'Alfa Romeo e il team Ferraris, grazie al settimo posto di Kevin Ceccon che si è difeso al meglio tra i giganti della coppa del mondo turismo. Il bergamasco ha chiuso alle spalle della migliore Peugeot, quella di Aurélien Comte, ma davanti ad Esteban Guerrieri e soprattutto alle RS3 di Nathanaël Berthon, Aurélien Panis e Denis Dupont.

Zero punti in casa Hyundai, con la i30 penalizzata dal calcolo del compensation weight e in difficoltà nella bagarre di centro gruppo. Thed Björk è stato il migliore al volante delle vetture sudcoreane, chiudendo 13°, mentre Yvan Muller e Gabriele Tarquini non sono andati oltre il 16° e il 18° posto. Fermo da subito Norbert Michelisz, che ha sostituito il motore percorrendo pochi giri prima di ritirarsi ai box.

Dopo cinque zeri consecutivi, Vernay risolleva la propria situazione di campionato grazie a questa vittoria portandosi a quota 193 punti in quinta posizione. Classifica invariata nelle prime quattro piazze, con Tarquini a 241 punti contro i 233 di Björk, i 232 di Muller e i 195 di Michelisz. Vernay si è dunque riportato a -2 dall'ungherese e a sua volta precede Ehrlacher di una lunghezza.

Gli appuntamenti della domenica di Wuhan prevedono le qualifiche alle ore 3:00, gara-2 alle 9:45 e gara-3 alle 11:05, orari italiani.

CRONACA

Prima del via: la griglia di partenza viene modificata nelle posizioni di rincalzo. Su Ma cade una nuova penalità per l'incidente della settimana scorsa con Ehrlacher, con altre cinque posizioni da scontare, Szabó viene arretrato di dieci piazze per non avere rispettato il regime di bandiera rossa nella FP1 di ieri e Michelisz viene retrocesso a fondo griglia per la sostituzione del motore sulla sua Hyundai.

Partenza: allo spegnersi del rosso, Vernay si muove perfettamente e mantiene il suo vantaggio su Oriola. Da dietro è fenomenale lo spunto di Ehrlacher, che dalla settima casella si porta in quinta all'esterno della prima variante. In curva 5, Dupont tampona Berthon per soffiargli la terza posizione, il francese si intraversa e quasi finisce a muro accompagnato da una seconda bussata da parte del belga. Entrambi perdono posizioni, con Berthon che scivola sesto e Dupont 11°. Si ferma Homola, che nella bagarre della partenza subisce una tamponata che danneggia la sua sospensione posteriore sinistra. Michelisz invece prende il via in ritardo, dai box, solo per testare il motore nuovo appena montato sulla sua Hyundai.

Giro 2: Shedden inizia ad attaccare Ehrlacher per il gradino più basso del podio, con Vervisch e Berthon poco lontani alle sue spalle. 

Giro 3: nelle retrovie, Huff attacca Scheider all'esterno della prima chicane, guadagnando la posizione dopo un taglio di pista.

Giro 4: Coronel sbaglia completamente la staccata della prima curva e travolge Giovanardi. Sia la Honda #9 che l'Alfa #88 sono pesantemente danneggiate, con quest'ultima che perde la ruota posteriore destra. La Direzione Gara chiama in causa la safety car. Entrambe le Cupra del team Zengő rientrano ai box.

Giro 7: la gara torna in regime di bandiera verde. Ehrlacher taglia la chicane del curvone ma mantiene ancora la posizione su Shedden.

Giro 8: Berthon tenta un attacco su Vervisch ma sbaglia e perde tre posizioni a vantaggio di Ceccon, Comte e Guerrieri. All'ultima curva, Comte scavalca Ceccon per la sesta posizione.

Giro 12: dopo ripetuti attacchi al limite, Shedden esce forte dall'ultima curva e riesce a superare Ehrlacher sfruttando la maggior potenza della sua Audi sul rettilineo principale.

Giro 13: nella lotta per la 12esima posizione, Huff tampona Bennani alla prima chicane ed entrambe le Volkswagen finiscono per tagliare la curva. Ne approfittano Björk e Ma, con lo svedese che poi taglia la variante 10-11 e lascia al cinese il varco per superarlo.

Giro 15: Berthon inizia a battagliare con Guerrieri per l'ottava posizione. Il francese tampona l'argentino alla prima staccata ma non riesce a scavalcarlo. Il pilota del team Münnich difende la posizione anche al tornantino 12, a scapito di un altro tamponamento.

Giro 20: Vernay transita per primo sotto la bandiera a scacchi e conquista la terza vittoria stagionale. Oriola è secondo e porta la Cupra #74 sul podio per la sesta volta, resistendo al ritorno finale di Shedden. Ehrlacher si difende invece da Vervisch, chiudendo quarto, Comte è sesto davanti a Ceccon, Guerrieri, Berthon e Panis. Fuori dalla zona punti tutte le Hyundai, con Björk 13° davanti alle Volkswagen di Bennani e Huff. 18° e ultimo al traguardo Tarquini, leader del mondiale.

CLASSIFICHE

Gara-1:

Campionato:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.