WTCR Wuhan: festival Audi in qualifica, Vernay in pole

Cinque RS3 nelle prime sei posizioni, si inserisce solo Oriola secondo
WTCR | Wuhan: festival Audi in qualifica, Vernay in pole
di 06 ottobre 2018, 06:03

La prima sessione di qualifica del WTCR a Wuhan ha confermato quanto visto durante le prove libere di ieri pomeriggio. Sul tracciato cittadino cinese, grazie anche all'ultima revisione del compensation weight, è l'Audi RS3 LMS la forza dominante e il fatto che ci siano cinque vetture di Ingolstadt nelle prime sei posizioni ne è la lampante dimostrazione. Jean-Karl Vernay ha staccato la pole position, la seconda del 2018 dopo la qualifica del lunedì di Zandvoort, precedendo l'unico pilota in grado di inserirsi nel dominio della Signora degli Anelli, Pepe Oriola.

1:22.846 il tempo del francese, campione internazionale TCR in carica, al termine di una sessione che ha visto ben 20 piloti chiusi in un secondo. La situazione delle forze in campo, tuttavia, pare tutt'altro che equilibrata poiché le Audi hanno imposto il loro dominio a tutto tondo e, soprattutto, le Hyundai sono affondate in quello che sembra essere un replay vero e proprio del Gran Premio d'Olanda.

Oriola ha portato la Cupra in prima fila per la prima volta quest'anno, senza ovviamente prendere in considerazione le gare-2 a griglia invertita. Lo spagnolo ha chiuso a 44 millesimi da Vernay proprio sotto la bandiera a scacchi, dopo un rush finale durato tre minuti in seguito alla bandiera rossa causata da un testacoda di Nathanaël Berthon. Proprio il francese del team Comtoyou ha concluso in terza posizione a sorpresa, precedendo il compagno di squadra Denis Dupont, piacevole conferma dopo l'ottimo weekend di Ningbo.

Anche la terza fila è interamente marchiata Audi, con Gordon Shedden e Frédéric Vervisch che sono forse le più grosse sorprese in negativo, considerata l'enorme prova di forza del marchio tedesco oggi. Lo scozzese ha causato anche la prima delle due bandiere rosse della sessione, a circa 15 minuti dalla conclusione. I primi sei hanno concluso in un gap di 158 millesimi.

Leggermente più staccati gli altri protagonisti. Ad aprire il gruppo delle non-Audi è stato Yann Ehrlacher, settimo con la Honda del team Münnich, davanti all'ottimo Kevin Ceccon al volante dell'Alfa Romeo e alle Peugeot di Aurélien Comte e Mat'o Homola. Le Giulietta e le 308, che qui sono di gran lunga le vetture più leggere, potranno svolgere un ruolo di outsider e anche portare a casa punti importanti. 

Fuori dalla top ten Esteban Guerrieri, 11° con la seconda delle Honda in griglia davanti ad Aurélien Panis, unico pilota rimasto fuori dalla festa Audi e lontano mezzo secondo dai suoi compagni di marca. Buona qualifica anche per Zsolt Szabó, 13° con la Cupra del team Zengő nella speranza di passare un weekend meno sfortunato rispetto a Ningbo. 

Solo un 14° posto per uno dei migliori interpreti dei circuiti cittadini al mondo, Robert Huff. Anche le Volkswagen del team Loeb hanno incontrato qualche difficoltà sul tracciato di Wuhan, nonostante le linee molto versatili e agili della Golf, appesantite dal compensation weight. Mehdi Bennani, sulla seconda vettura di Wolfsburg, ha chiuso 16° alle spalle di Ma Qinghua.

Seguono le Hyundai: 17° Thed Björk a otto decimi netti dalla pole, davanti a Yvan Muller che ha pagato anche qualche perdita di potenza del motore; peggio è andata alle i30 del team BRC, con Gabriele Tarquini 21° e Norbert Michelisz addirittura 24°. L'ungherese ha preceduto il solo Fabrizio Giovanardi, che nonostante la buona competitività dell'Alfa Romeo su questo circuito sta faticando a trovare la giusta confidenza con la pista dopo l'incidente nella prima sessione di libere di ieri.

L'appuntamento con gara-1 è per le ore 10:00.

Classifica:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.