WTCR Vila Real: doppietta VW in qualifica con Huff e Bennani

Hyundai di nuovo competitive con Michelisz terzo e Björk quinto. Tra le i30 c'è Ehrlacher di 23 giugno 2018, 15:27 Condividi
WTCR | Vila Real: doppietta VW in qualifica con Huff e Bennani

Seconda pole di gara-1 consecutiva nel WTCR per Robert Huff, che a Vila Real ha guidato la doppietta Volkswagen precedendo di 27 millesimi il suo compagno di squadra Mehdi Bennani. Sul selettivo tracciato cittadino portoghese, le Golf hanno mostrato da subito un livello prestazionale molto alto al pari delle Honda e delle ritrovate Hyundai, con le Cupra nel ruolo di outsider; dopo essersi piazzato alle spalle di Thed Björk al termine delle prove libere, Huff ha messo a segno il colpo decisivo in una sessione di qualifica funestata da quattro bandiere rosse. 2:00.924 il tempo dell'iridato 2012, che ha tolto ben tre secondi e due decimi al precedente primato sul giro secco della categoria TCR stabilito da Norbert Nagy l'anno scorso, nella prova del campionato europeo concomitante con il mondiale.

Dopo essersi perlopiù nascosto in mattinata, anche Bennani è riuscito a piazzare la zampata poco prima della terza interruzione, dovuta ad un cordolo danneggiato. Come detto, le bandiere rosse in questi 40 minuti sono state ben quattro: la prima dopo circa un quarto d'ora, a causa del paletto della variante 17-18 divelto da Yann Ehrlacher; poi è stato il turno di Gianni Morbidelli, che nella stessa chicane ha perso il controllo della sua Alfa Romeo finendo contro il guard rail, quindi il cordolo sopra citato e infine un incidente di Jean-Karl Vernay a mettere definitivamente la parola fine alla sessione, con un paio di minuti d'anticipo.

Tra le molte interruzioni e il traffico, componenti fondamentali da gestire su questa pista così insidiosa, non si è trovato a suo agio Thed Björk. Velocissimo nelle prove libere, il campione del mondo in carica non è andato oltre un quinto tempo nelle prove ufficiali, preceduto anche da Norbert Michelisz e Yann Ehrlacher. Degno di nota il ritorno al vertice delle Hyundai dopo il difficilissimo weekend di Zandvoort, favorito da uno sconto sull'altezza dal suolo della i30 abbinato ad un compensation weight un poco più "leggero", ma bisogna altresì considerare l'ennesima sorprendente prestazione del leader del campionato, ancora una volta miglior pilota Honda di gran lunga rispetto al più quotato compagno di squadra Esteban Guerrieri, ottavo.

Al fianco di Björk in terza fila partirà l'altra i30 di Yvan Muller, mentre Gabriele Tarquini non è andato oltre un nono posto. In top ten si è inserito con successo anche John Filippi al volante della Cupra del team Campos Racing: il pilota della Corsica scatterà oggi dalla settima casella della griglia, in mezzo ad un gruppo di autentici giganti, e anche in questo caso a fronte di una prestazione al disotto delle aspettative da parte di chi, invece, dovrebbe essere il trascinatore della squadra. Pepe Oriola infatti si è collocato solamente al 13° posto, alla sua prima esperienza su questa pista.

A completare la top ten un altro transalpino, ossia Vernay, nonostante il botto di fine sessione. Il veloce layout della pista di Vila Real si confà alle caratteristiche dell'Audi RS3, che tuttavia paga moltissimo tra le strette chicanes introdotte per rallentare le vetture. Il campione internazionale TCR ha ancora una volta mantenuto alto il nome della Casa di Ingolstadt, visto che i suoi compagni di marca sono rimasti nella parte bassa della classifica: 17° Nathanaël Berthon, che si è permesso il lusso di precedere Gordon Shedden e Frédéric Vervisch, 21° Aurélien Panis, 25° Denis Dupont.

Qualifica infelice per le Alfa Romeo, che questa mattina avevano invece dato l'impressione di poter addirittura avvicinare la top ten. A mancare è stato proprio Gianni Morbidelli, 12° in entrambe le sessioni di prove libere, finito come detto a muro e costretto a concludere le prove ufficiali in anticipo. Il pesarese scatterà dunque 24°, mentre Fabrizio Giovanardi non è andato oltre la 20esima posizione con la Giulietta #88. Dopo l'exploit di Zandvoort è tornata "sulla Terra" anche la Peugeot, 15esima con il vincitore della seconda corsa olandese Aurélien Comte.

Chiudono lo schieramento le due wildcard, Edgar Florindo e José Rodrigues. Particolarmente sfortunato il pilota del team Target Competition, che non ha nemmeno potuto partecipare alle qualifiche per risolvere una perdita d'olio accusata al termine della FP2.

L'appuntamento con gara-1 da Vila Real è per le ore 17:00 italiane. Le tre corse di questo weekend prevederanno anche l'utilizzo del joker lap, con un passaggio obbligatorio per gara da parte di tutti i piloti: il joker lap consisterà, esattamente come l'anno scorso, nel prendere "al contrario" la rotonda che precede la linea del traguardo.

Classifica:

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.