WTCR Vila Real: Björk domina gara-3, podio tutto Hyundai

Tarquini e Michelisz secondo e terzo. Muller solo 11° ma ancora leader del mondiale
WTCR | Vila Real: Björk domina gara-3, podio tutto Hyundai
di 24 giugno 2018, 19:31

Il Gran Premio del Portogallo del WTCR si è concluso con il netto successo di Thed Björk e della Hyundai in gara-3. Lo svedese ha tenuto un ritmo insostenibile e si è permesso il lusso di gestire a proprio piacimento il joker lap, vincendo la sua seconda corsa stagionale davanti alle i30 gemelle di Gabriele Tarquini e Norbert Michelisz.

Una gara segnata da tre safety car e da una lunga fila di vetture che ha effettuato il joker lap proprio in vista della bandiera a scacchi. A livello strategico, infatti, la corsa si è evoluta verso un passaggio collettivo sulla corsia blu proprio a causa delle ripetute interruzioni, che hanno portato i piloti di testa a non rischiare di perdere un piazzamento utile. 

Alle spalle delle tre Hyundai si è piazzato nuovamente Pepe Oriola, grande protagonista del weekend portoghese così come Mat'o Homola, che dopo la vittoria di gara-2 ha portato a casa un quinto posto nell'ultima corsa della giornata. Le safety car hanno permesso a Frédéric Vervisch di concludere al sesto posto: il belga ha scontato il joker lap nei primi giri e in vista del traguardo ha assistito alla fila di piloti che prendeva la direzione opposta dell'ultima variante, cercando di superarne il più possibile. Vervisch è così risalito in un colpo solo dall'11esima alla sesta piazza, davanti a Yann Ehrlacher.

Fuori dai punti Yvan Muller, che dopo avere perso una posizione da Gordon Shedden al primo giro ne ha cedute altre due proprio nel finale a vantaggio di Vervisch e Benjamin Lessennes, per il quale vale lo stesso discorso affrontato per il pilota Audi. Questo 11° posto non ha però pregiudicato la sua posizione di capoclassifica della coppa del mondo, con 22 lunghezze di vantaggio sulla coppia Tarquini-Ehrlacher, mentre Björk è risalito al quarto posto a quota 148 punti, 34 in meno rispetto al compagno di squadra.

Il prossimo round in calendario è anche l'ultimo della stagione europea, prima delle trasferte asiatiche. Nel weekend del 14-15 luglio il WTCR farà tappa allo Slovakia Ring.

CRONACA

Prima del via: i danni riportati in gara-2 impediscono a Szabó e Comte di prendere il via dell'ultima corsa della giornata. Guerrieri viene invece retrocesso in fondo alla griglia poiché i suoi meccanici sono costretti a sforare il repair time per sistemare la sua Honda Civic dopo l'incidente di gara-2.

Partenza: Björk mantiene agilmente la prima posizione, mentre Tarquini sorprende Michelisz allo stacco. Parte molto bene anche Homola, che scavalca immediatamente le Audi di Panis e Vernay. Alla chicane 12-13, Muller cerca di sorprendere a sua volta Vernay ma lo spazio per due vetture non è sufficiente: il campione TCR taglia la variante e si tocca con l'alsaziano, che perde slancio e cede una posizione a Shedden.

Giro 2: alla curva Boque, Homola si prende la quinta posizione ai danni di Ehrlacher.

Giro 3: Vernay viene giudicato colpevole del taglio di variante del primo giro e viene penalizzato di cinque secondi. Björk ha già acquisito un vantaggio di sicurezza su Tarquini e pertanto sconta subito il joker lap.

Giro 4: Coronel è costretto al ritiro a causa di una foratura dell'anteriore destra. Nelle retrovie Vervisch, Dupont e Rodrigues affrontano il joker lap.

Giro 5: i detriti lasciati in pista da Coronel e l'incidente di Nagy causano l'entrata in scena della safety car.

Giro 7: viene calata la bandiera verde e la corsa riparte.

Giro 9: Giovanardi e Lessennes scontano il joker lap. Il modenese, che stava attaccando Muller per un piazzamento a punti, arriva però lungo alla variante posta all'interno del joker lap danneggiando la sospensione anteriore destra della sua Giulietta contro un paletto. Gara finita per il quattro volte campione europeo.

Giro 10: un'altra safety car viene chiamata per rimuovere la vettura di Giovanardi. Nel frattempo si ferma anche Berthon.

Giro 12: nuova ripartenza. Alla conclusione della tornata, Filippi affronta il joker lap.

Giro 13: Shedden danneggia un semiasse su un cordolo ed è costretto al ritiro. La Direzione Gara chiama in causa la terza safety car, mentre anche Filippi si ferma a bordo pista.

Giro 15: la corsa riparte su un giro secco. Björk conserva la prima posizione e si aggiudica la gara, mentre alle sue spalle tutti i piloti che ancora non avevano effettuato il joker lap lo scontano in vista del traguardo. Tarquini resta secondo davanti a Michelisz, Oriola e Homola. Vervisch risale in sesta posizione e Lessennes chiude ottavo, alle spalle di Ehrlacher, mentre Panis e Vernay chiudono la zona punti. Dopo avere cercato un varco impossibile all'interno dell'Audi #69 alla chicane 12-13, Muller chiude 11°.

CLASSIFICHE

Gara-3:

Campionato:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.