WTCR Suzuka: prima pole per Comte sulla Peugeot, Ceccon secondo

Prima fila totalmente inedita. Tarquini quinto davanti a Muller, Björk solo 17°
WTCR | Suzuka: prima pole per Comte sulla Peugeot, Ceccon secondo
di 26 ottobre 2018, 07:52

Una prima fila totalmente inedita, quella che domani darà il via alla prima manche del WTCR a Suzuka. Sul leggendario tracciato nipponico a segnare la pole position è stato Aurélien Comte, che per la prima volta ha portato la Peugeot 308 davanti a tutti, mentre al secondo posto ha concluso l'Alfa Romeo Giulietta grazie a Kevin Ceccon. Entrambe le vetture non caricano zavorra aggiuntiva in questo round e con tutte le altre vetture "penalizzate" hanno avuto buon gioco nel conquistare le posizioni migliori e a ritagliarsi un posto al sole, spazio già occupato a più riprese dal campione europeo TCR del 2017 mentre il team di Romeo Ferraris è sempre rimasto più in ombra. 

2:11.536 è il nuovo riferimento della categoria, un giro che è valso la pole position per 107 millesimi, davvero un'inezia sugli oltre cinque chilometri dell'ottovolante di Suzuka. Se Comte aveva già conquistato una doppia prima fila in Slovacchia, comunque, per l'Alfa Romeo è di gran lunga il miglior risultato della stagione sul giro secco, visto che lo stesso Ceccon non era mai andato oltre un ottavo posto, precisamente a Wuhan. Il pilota bergamasco ha comandato la sessione per diversi minuti prima che il francese lo scalzasse, una volta per tutte, dalla prima piazza.

Molto agguerrita la seconda fila, con le rosso-nero-bianche Honda Civic del team Münnich. Pur non essendo previsto l'impegno delle Case ufficiali, qualunque corsa disputata a Suzuka è molto sentita per il marchio Honda, che gioca a tutti gli effetti in casa, pertanto Esteban Guerrieri e Yann Ehrlacher avranno quella spinta in più per dare l'assalto ad un successo che manca ormai da Zandvoort. Tutta marchiata Hyundai la terza fila, con i due piloti più esperti in lotta per il titolo divisi da appena cinque millesimi: quinta casella per Gabriele Tarquini, leader del mondiale, davanti a Yvan Muller. Tarquini è senz'altro uno dei piloti che meglio conosce la pista di Suzuka, avendoci corso già in F1 ma anche nel WTCC, con tanto di vittoria nel 2014 proprio al volante della Honda ufficiale.

Torna a farsi vedere anche la Volkswagen, con il settimo posto conquistato da Mehdi Bennani mentre Robert Huff non è andato oltre una scialba 15esima posizione. Le Golf sono le uniche vetture ad avere ricevuto uno sconto di peso rispetto a Wuhan, il marocchino è riuscito ad approfittarne mentre il re di Macao è rimasto per la terza volta consecutiva lontano dalla top ten. Al fianco di Bennani partirà Norbert Michelisz, in ottava posizione e in caccia di rivincita dopo essere scivolato nelle retrovie della classifica con il disastroso weekend di Wuhan.

Nona posizione per l'appesantita Audi di Jean-Karl Vernay, protagonista in varie salse a Wuhan e appena laureatosi vice-campione europeo (nonché campione del Benelux) lo scorso fine settimana a Barcellona. Con ben 60 chili di compensation weight in più rispetto a Wuhan era lecito aspettarsi difficoltà da parte delle RS3 di Ingolstadt e così è stato: il campione internazionale TCR è stato l'unico a piazzarsi in top ten, Frédéric Vervisch ha chiuso 11°, Aurélien Panis 13° e Nathanaël Berthon 14°, per citare i migliori; dopo la vittoria di Wuhan, Gordon Shedden è tornato nei bassifondi della classifica con il 22° crono ad un secondo e mezzo dalla pole.

Top ten chiusa dalla seconda Peugeot di Mat'o Homola, che ha causato anche una bandiera rossa colpendo una pila di gomme nel primo settore della pista, mentre Pepe Oriola non è andato oltre il 12° tempo con la Cupra caricata con 30 chili di zavorra. 16° posto al debutto nel mondiale per Luigi Ferrara con l'Alfa Romeo, che pare essere nelle condizioni migliori per portare subito a casa un buon risultato nonostante la scarsa conoscenza della pista. Il barese si è messo alle spalle Thed Björk, che in questa prima sessione ha confermato ulteriormente il suo rapporto di amore e odio con le qualifiche in questo 2018 chiudendo 17°. Al suo tanto atteso ritorno in pista, Tiago Monteiro ha portato a casa un 20° posto in un weekend che non potrà che conoscere un continuo progresso.

In un format inedito per il mondiale, dovuto al programma molto fitto di questo weekend, le qualifiche valide per gara-2 e gara-3 andranno in scena già oggi dalle 8:30 italiane.

Classifica

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.