WTCR Suzuka: Kevin Ceccon porta l'Alfa Romeo in pole position!

Con sette decimi di vantaggio su Tarquini, la Giulietta di Ferraris vola in Giappone
WTCR | Suzuka: Kevin Ceccon porta l'Alfa Romeo in pole position!
di 26 ottobre 2018, 10:09

Tre ore fa erano mancati solo 107 millesimi per conquistare la prima pole nel WTCR, ora Kevin Ceccon e Romeo Ferraris ce l'hanno fatta. Domenica, in gara-3, sarà l'Alfa Romeo Giulietta #31 a partire davanti a tutti grazie al pilota bergamasco che ha stabilito un nuovo record del tracciato di Suzuka in 2:10.742, sette decimi più veloce di Gabriele Tarquini in Q3. Dopo avere segnato il secondo tempo all'ultimo respiro in Q1, Ceccon si è candidato per la pole staccando il miglior crono in Q2, confermando infine la superiorità della Giulietta con il primo posto nel giro secco finale.

Il sogno del team Ferraris si è realizzato anche grazie all'errore del poleman di gara-1 Aurélien Comte, che si sarebbe senza dubbio giocato la partenza al palo anche per gara-3 se non avesse dovuto mettere di traverso la sua Peugeot 308 alla Spoon nel giro decisivo. Il francese è riuscito comunque a chiudere in terza posizione e potrà contare sulle proverbiali partenze fulminee della Peugeot per dare l'assalto al risultato grosso.

Seconda posizione d'oro per Gabriele Tarquini, che ha incassato quattro punti e in più si è "goduto" le difficoltà dei suoi avversari per il titolo. Yvan Muller difatti non è andato oltre la 12esima posizione dopo uno scontro con Esteban Guerrieri all'inizio della Q2: il quattro volte iridato è dovuto rientrare ai box con una ruota danneggiata e nel suo unico tentativo cronometrato è andato oltre i limiti della pista in uscita dalla Spoon; non sarebbe comunque andato oltre il piazzamento effettivamente ottenuto, poiché il tempo registrato non era di riferimento. Ben peggio è andata a Thed Björk, che con il 13° tempo ha addirittura fallito l'accesso alla Q2 per 32 millesimi: una giornata terrificante per lo svedese, già promesso sposo della Lynk per il 2019. Il pilota abruzzese, domani e soprattutto dopodomani, avrà la concreta possibilità di dare un importante strattone alla classifica prima della lotteria finale di Macao.

Gli ultimi piazzamenti nella Q3 sono andati a Yann Ehrlacher con la Honda e ad un ottimo Mehdi Bennani con la Volkswagen, ancora una volta in grado di precedere il suo compagno di squadra Robert Huff. Il marocchino ha tuttavia gettato alle ortiche il suo giro finale mettendo due ruote sull'erba della curva Dunlop, terminando così quinto. Alla luce delle difficoltà riscontrate dalle Audi in questo weekend, il sesto posto ottenuto in questa seconda qualifica risulta clamoroso e lo diventa ancora di più se si considera che al volante della migliore delle RS3 c'è Aurélien Panis, che di fatto è l'unico pilota a non avere partecipato al festival dei Quattro Anelli visto a Wuhan. Un'altra vettura di Ingolstadt è riuscita a piazzarsi in top ten ed è quella di Denis Dupont, ottavo, un'altra enorme sorpresa visto che nella qualifica di gara-1 aveva concluso solo 21°.

Norbert Michelisz ha posizionato la sua Hyundai in settima posizione, mentre Huff e Pepe Oriola hanno conquistato "di esperienza" la prima fila per gara-2. In tema di griglia invertita, a Suzuka è andato in scena un autentico remake di Wuhan con Guerrieri che ha ottenuto lo stesso tempo di Oriola, finendo però 11°; in Cina erano stati Bennani e Panis a conquistare lo stesso cronologico al millesimo per la decima piazza. Anche l'argentino, dopo lo scontro con Muller, ha potuto effettuare solo un giro buono, rovinandolo nel secondo settore grazie ad un passaggio non impeccabile alle curve Degner.

Al fianco di Björk in settima fila si schiererà Frédéric Vervisch, mentre Mat'o Homola non è andato oltre il 15° tempo dopo il decimo della prima qualifica. In Peugeot come in Alfa Romeo le prestazioni degne di nota sono arrivate da un solo pilota, perché la differenza tra Comte e Homola si amplia ancora di più se consideriamo Ceccon e Luigi Ferrara, solamente 21° al termine della Q1. Il barese si è trovato a debuttare nel WTCR nel weekend migliore per la sua vettura ma il suo adattamento con la pista di Suzuka sta richiedendo molto tempo. 

16esima piazza per Tiago Monteiro, che in entrambe le qualifiche si è comunque permesso di distanziare Tom Coronel, ancora 23°. Alle spalle del portoghese si è classificato Jean-Karl Vernay, che dopo il buon nono posto della prima sessione non è riuscito a trovare un giro buono in Q1: se il campionato del transalpino si era in parte riaperto a Wuhan, è probabile che Suzuka vada a segnare la condanna definitiva.

L'appuntamento con la prima delle tre gare giapponesi è per domani alle 7:05, ora italiana.

Classifica

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.