WTCR Suzuka: Huff vince gara-2 su Oriola e Michelisz

Quinta posizione importante per Gabriele Tarquini
WTCR | Suzuka: Huff vince gara-2 su Oriola e Michelisz
di 28 ottobre 2018, 04:09

Ritorno alla vittoria per Robert Huff e Volkswagen nella gara-2 del WTCR a Suzuka. Il campione del mondo 2012 ha beneficiato appieno della griglia invertita, che lo vedeva partire dalla seconda casella, superando subito Pepe Oriola e involandosi verso il secondo centro stagionale, dopo quello conquistato all'Hungaroring sempre in gara-2.

Sul podio sono saliti anche lo stesso Oriola e Norbert Michelisz, con quest'ultimo che dopo il successo in Slovacchia aveva rivisto la zona punti solo in gara-3 a Ningbo prima del terzo posto appena conquistato. Non è andata altrettanto bene a Denis Dupont, che dal terzo posto in griglia ha concluso solo settimo.

Quinto posto prezioso in ottica campionato per Gabriele Tarquini, che nel finale di gara ha difeso un paio di punti dall'assalto di Kevin Ceccon. Il pilota Alfa Romeo ha ribadito la sua posizione di forza sul circuito giapponese, senza peraltro mostrare timori reverenziali dovuti alla partenza dalla pole di gara-3, che lo avrebbe potuto portare ad un atteggiamento più prudente in questa occasione. I due italiani si sono piazzati alle spalle di Aurélien Panis, al miglior piazzamento stagionale.

Fuori dai punti le due Hyundai del team di Yvan Muller, con il pilota-manager alsaziano solo 11° alle spalle del nipotino Yann Ehrlacher e Thed Björk 13°. Aurélien Comte ha concluso all'ottavo posto, in attesa di un nuovo duello con Ceccon in gara-3, mentre Esteban Guerrieri ha concluso la sua corsa dopo poche curve a causa di un contatto con Mehdi Bennani.

14° Jean-Karl Vernay, partito nelle retrovie dopo la pessima qualifica di ieri, davanti a Tiago Monteiro con la Honda del team Boutsen Ginion. Non ha visto il traguardo invece Luigi Ferrara, che ha lottato proprio con il campione TCR internazionale per tutta la corsa prima di imboccare la corsia box.

Tarquini si è quindi ripreso una decina di punti di vantaggio su Muller in classifica generale, portandosi a quota 261 contro i 251 dell'alsaziano. Il piazzamento d'onore di Oriola invece ha consentito allo spagnolo di riconquistare momentaneamente la quarta posizione con 227 punti, 12 in più di Vernay e 14 in più di Guerrieri.

Il via di gara-3 è previsto per le 4:30.

CRONACA

Prima del via: l'incidente di gara-1 tra Ehrlacher e Huff costa cinque posizioni in griglia al francese, che dunque scivola 12°.

Partenza: scatto bruciante di Huff, che supera Oriola già alla staccata della prima curva. Parte molto bene, come sempre, anche Comte con la Peugeot, che dalla settima casella risale fino al quinto posto superando Bennani e Panis. La non esaltante partenza del marocchino costa la gara a Guerrieri, che si scontra con la Golf #25 nel settore delle esse finendo contro le barriere. La Direzione Gara chiama subito in causa la safety car.

Giro 3: la corsa riprende dopo avere aggiunto un giro alla distanza prevista. Ceccon supera immediatamente Bennani per l'ottava posizione, mentre all'Hairpin si verifica uno scontro piuttosto violento nelle posizioni di fondo classifica tra Szabó e Filippi, con l'ungherese che sbaglia il punto di frenata e colpisce il francese: Szabó ha tuttavia la peggio ed è costretto a parcheggiare la sua Cupra prima della Spoon. All'ultima chicane, staccata prepotente di Michelisz che scalza Dupont dalla terza posizione.

Giro 4: i primi tre in classifica prendono il largo, mentre Dupont inizia a subire il pressing di un ottimo Panis che nel frattempo ha superato Comte.

Giro 5: Ferrara attacca e supera Vernay per la 14esima posizione alla staccata della prima curva. La gara del barese, tuttavia, non dura ancora a lungo. Il treno alle spalle di Dupont, invece, si fa sempre più lungo.

Giro 6: Panis affonda la staccata su Dupont all'Hairpin, l'Audi #20 respinge l'offensiva del compagno di squadra.

Giro 7: Comte ha un'incertezza alla Spoon, finisce leggermente lungo e Ceccon non perdona, strappandogli il settimo posto.

Giro 8: Panis torna all'attacco di Dupont alla Spoon e stavolta riesce a prendersi la quarta posizione. Il belga esce di traiettoria lasciando spazio anche a Tarquini e Ceccon. Filippi imbocca la corsia box e si ritira.

Giro 10: Huff taglia il traguardo in prima posizione tornando ad assaporare un successo che gli mancava da cinque mesi. Oriola e Michelisz lo accompagnano sul podio, con l'ungherese che fino all'ultima chicane ha conservato speranze di sorpasso sullo spagnolo. Panis termina quarto precedendo Tarquini, Ceccon, Dupont, Comte, Bennani ed Ehrlacher, che chiude in zona punti nonostante la penalità in griglia. Muller è costretto ad accodarsi al nipote in volata, perdendo anche la possibilità di portare a casa un misero punticino. 

CLASSIFICA

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.