WTCR Nürburgring: pioggia di penalità dopo le gare odierne

Michelisz penalizzato di cinque posizioni per Zandvoort di 12 maggio 2018, 21:40 Condividi
WTCR | Nürburgring: pioggia di penalità dopo le gare odierne

Dopo le due corse del WTCR svoltesi oggi al Nürburgring, la Direzione Gara ha lavorato alacremente per risolvere tutti gli episodi controversi che hanno segnato la giornata. Sono stati presi diversi provvedimenti che hanno modificato le classifiche odierne, ma c'è anche un "riflesso" in vista del Gran Premio d'Olanda di settimana prossima.

Le prime decisioni hanno riguardato James Thompson. Il britannico, mai a suo agio in questo fine settimana sulla Nordschleife, è stato squalificato da gara-2 e ha ricevuto una penalità di 40 secondi in gara-3 a causa di un errore del team Münnich Motorsport, che ha iniziato a lavorare sulla sua Honda Civic nella pausa tra le due corse prima che iniziasse il cosiddetto "repair time", ossia quel lasso di tempo che non rientra nel regime di parco chiuso nel quale i meccanici possono lavorare liberamente sulle vetture. Poco è cambiato a livello di classifica, poiché in gara-3 è scivolato dalla 16esima alla 19esima posizione mentre in gara-2 era stato l'ultimo dei classificati.

L'incidente di gara-2 con Gabriele Tarquini è costato una severa penalità a Gordon Shedden, che si è visto aggiungere 30 secondi al suo tempo finale retrocedendo dall'ottava alla 18esima posizione. Contatti a danno dello scozzese sono invece costati cinque secondi di penalità in gara-3 a Mehdi Bennani e Mat'o Homola, retrocessi rispettivamente in nona e 16esima posizione. Il marocchino del team Loeb ha così guadagnato un punto in gara-2 con la retrocessione di Shedden ma ne ha persi due per quanto avvenuto in gara-3.

L'ultimo provvedimento ha riguardato Norbert Michelisz, a causa della carambola innescata nell'ultimo giro di gara-3 che ha coinvolto anche Robert Huff, già alle prese con problemi al motore. L'ungherese del team BRC pagherà cinque posizioni di penalità sulla griglia di partenza di gara-1 a Zandvoort, retrocessione pesante se si considerano le caratteristiche del circuito olandese, sul quale è molto difficile compiere sorpassi.

Immagine copertina: fiawtcr.com

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.