WTCR | Nürburgring: il

WTCR
Nürburgring: il "maestro" Leuchter conquista la seconda pole position del weekend

Prima fila tutta Volkswagen con Huff, ma è anche pole di gara-2 con Kristoffersson di 20 Giugno 2019, 20:58

Dopo un altro scroscio di pioggia nel corso del pomeriggio, il secondo turno di qualifiche del WTCR sulla Nordschleife si è svolto tra i banchi di nebbia ma anche con il sole calante e la pista in costante asciugamento. La grande conoscenza dell'Inferno Verde ha premiato Benjamin Leuchter, autore della pole position di gara-3 in 9:51.327, quasi un secondo e mezzo più veloce di Robert Huff. Il britannico ha quindi completato la doppietta Volkswagen sulla griglia di gara-3, ma anche in gara-2 ci sarà una Golf ad aprire lo schieramento: Johan Kristoffersson partirà davanti a tutti nella prima corsa di sabato grazie ad un'ottima qualifica, nella quale ha però sbagliato il "timing" dell'ultimo giro restando tra i primi a scendere in pista.

Strategicamente ottimo Esteban Guerrieri, che dopo la pole di gara-1 partirà dalla terza casella in gara-3 con altri tre punti iridati in cassaforte. Agli antipodi invece Néstor Girolami, fermato prima del giro decisivo con bandiera nero-arancione poiché la sua Honda emetteva troppo rumore, probabilmente a causa di un problema allo scarico: "Bebu" partirà solo 24° in entrambe le gare di sabato.

Alle spalle del leader del campionato hanno concluso le Hyundai di Norbert Michelisz e Gabriele Tarquini, lontane quattro secondi dalla pole position. Prestazioni molto interessanti per le i30 del team BRC, penalizzate dal Balance of Performance per quanto riguarda la potenza del motore ma ugualmente competitive sull'asfalto umido. Sesto Mehdi Bennani davanti all'Audi di Frédéric Vervisch, poi la sorpresa Attila Tassi e la wildcard Antti Buri, anche lui molto veloce ma penalizzato dal fatto di essere stato uno dei primi a iniziare l'ultimo giro cronometrato. Il finlandese scatterà comunque dalla prima fila in gara-2, secondo.

Qualche segnale di ripresa da parte di Tom Coronel e Tiago Monteiro, che si divideranno la settima fila, mentre sono colate a picco le Lynk. Le quattro vetture cinesi occuperanno nona e decima fila con Yann Ehrlacher davanti ad Andy Priaulx, Thed Björk e Yvan Muller. Il francese ha disinserito troppo tardi il limitatore dopo il "Code 60" chiamato prima dell'ultima variante a causa dell'incidente di Daniel Haglöf, finito violentemente contro le barriere con la sua Cupra mentre stava realizzando un ottimo tempo. Lo svedese partirà 22° alle spalle di Kevin Ceccon, su un'Alfa Romeo poco competitiva nell'Inferno Verde.

Tra gli incidenti di queste qualifiche si segnala anche quello di Nick Catsburg, anch'egli in procinto di segnare un buon tempo prima di impattare contro un guardrail. La Hyundai #88 è rientrata a fatica ai box con la sospensione anteriore sinistra completamente divelta. Partirà 23° davanti a Girolami e Mikel Azcona, rientrato in pista con qualche minuto di ritardo dopo i problemi accusati nella prima sessione di qualifica. Fanalini di coda Niels Langeveld, assente nelle qualifiche del primo pomeriggio, e Ma Qinghua sulla seconda Alfa.

A proposito di Code 60, una violazione del limite di velocità nella qualifica di gara-1 è costata dieci posizioni di penalità a Jean-Karl Vernay e Andy Priaulx. Partiranno rispettivamente 16° e 24°.

La prima manche sulla Nordschleife prenderà il via domani alle 17:30.

Classifica:

Immagine copertina: tcr-series.com

Condividi