WTCR | Marrakech: Vervisch segna una grande pole davanti alle Lynk

WTCR Marrakech: Vervisch segna una grande pole davanti alle Lynk

Dopo la giornataccia di ieri, il belga dell'Audi è risorto dalle ceneri di 07 Aprile 2019, 15:02

La pole position domenicale di Frédéric Vervisch è il più fulgido esempio dell'equilibrio a cui ci ha ormai abituati il WTCR in questo weekend di Marrakech. Ieri, in gara-1, il belga del team Audi Comtoyou ha concluso 13° dopo essere partito 24°, ricevendo però una penalità per partenza anticipata che lo ha retrocesso in 17esima posizione. Oggi, pronta rivincita con un'eccezionale pole position conquistata nella sessione a giro secco tipica delle qualifiche della domenica. 1:24.721 il crono finale di Vervisch, piuttosto lontano dal record della pista stabilito l'anno scorso ma in vantaggio di tre decimi sulle Lynk che lo hanno seguito in classifica.

Come ieri, infatti, le vetture cinesi di Yvan Muller e Thed Björk si sono piazzate subito alle spalle del poleman, nell'ordine. Nessun problema, questa volta, per l'alsaziano che oggi avrà la possibilità di giocarsi la vittoria di gara-3 dopo lo zero incassato nella prima corsa della stagione; Björk, che invece è arrivato secondo ieri, cercherà di chiudere questa giornata da leader della classifica generale.

Il vincitore dell'apertura stagionale, Esteban Guerrieri, non è andato infatti oltre la settima posizione in una qualifica deludente, che ha tuttavia ribadito di come quest'anno non si debba dare nulla per scontato. In casa Honda-Münnich, anche Néstor Girolami si è reso protagonista di una sessione di prove ufficiali da dimenticare: "Bebu" ha cercato di ottenere la pole position di gara-2 ma non vi è riuscito per appena 23 millesimi a vantaggio di Nick Catsburg, pertanto la Civic #29 scatterà 11esima in entrambe le gare odierne.

Tornando ai magnifici cinque che hanno disputato la Q3, Honda si è ritagliata comunque uno spazio importante grazie a Tiago Monteiro, ormai perfettamente ristabilito anche in pista. Quarta piazza per il portoghese del team KCMG, dopo il buon sesto posto conquistato ieri al ritorno full-time alle corse. Quinto Mikel Azcona, campione europeo in carica, che ha segnato un ottimo tempo in Q2 sorprendendo anche i pochi che ancora non avevano avuto l'onore di vederlo all'opera; il basco del team PWR ha portato il marchio Cupra ad un altro livello, poiché le altre tre León non hanno nemmeno superato il primo "taglio" della Q1.

Un'altra Lynk nelle prime posizioni è quella di Yann Ehrlacher, che ha solo sfiorato l'accesso alla Q3 con il sesto tempo. Il giovane francese continua ad essere una realtà del mondiale turismo e in Q2 si è tolto la soddisfazione di lasciarsi alle spalle Guerrieri e Jean-Karl Vernay, oltre alle Hyundai di Gabriele Tarquini e Catsburg. La prima fila di gara-2 sarà interamente occupata dalle i30 del team BRC, con il campione del mondo che in virtù del nono posto scatterà alle spalle dell'olandese. Oltre a Girolami, il pilota che ha mancato l'inversione della griglia in Q2 è Gordon Shedden, a sua volta in ripresa dopo ieri ma non a livello di Vervisch.

13° tempo per Ma Qinghua con l'Alfa Romeo, rimasto fuori dalla Q2 per 36 millesimi. Meno in vista Kevin Ceccon, oggi solo 20° e al primo vero passo falso da quando si è messo al volante della Giulietta, l'anno scorso. Subito dietro al cinese del team Mulsanne scatteranno le altre due Hyundai di Augusto Farfus e Norbert Michelisz, poco a loro agio sul tracciato semipermanente marocchino. 

Solo 17° Andy Priaulx, che durante la Q1 si è visto togliere il miglior giro per avere causato una full course yellow. Dopo la buona gara di ieri, il pilota del Guernsey è rimasto nella pancia del gruppo e le due corse di oggi si preannunciano di tutt'altro tono rispetto al podio sfiorato in gara-1. L'unica vettura che davvero non riesce ad emergere, invece, è la Volkswagen Golf: Robert Huff si è qualificato 19° mentre i suoi tre compagni di squadra si sono piazzati in fondo alla classifica con Mehdi Bennani, Johan Kristoffersson e Benjamin Leuchter davanti solo alla Cupra di Aurélien Panis.

L'appuntamento con le due gare odierne, che si svolgeranno in rapida successione, è a partire dalle 17:45.

Classifica:

Immagine copertina: fiawtcr.com

Condividi