WTCR Marrakech: Björk firma la pole nella tripletta Hyundai

Michelisz, fermato da un incendio, è secondo davanti a Tarquini di 07 aprile 2018, 15:36 Condividi
WTCR | Marrakech: Björk firma la pole nella tripletta Hyundai

Dopo le due sessioni di prove libere della mattinata, svoltesi in condizioni di asfalto umido, il WTCR ha dato i suoi primi verdetti in quel di Marrakech con la prima qualifica della stagione, valida per formare la griglia di partenza di gara-1 che si disputerà nel tardo pomeriggio di oggi. A dettare il passo sul tracciato marocchino sono state le Hyundai, con il campione del mondo Thed Björk in pole position davanti alle gemelle del team BRC Racing guidate da Norbert Michelisz e Gabriele Tarquini.

Lo svedese, dopo le dichiarazioni prudenti del post-test di Barcellona, ha marciato da subito sui ritmi migliori firmando un tempo di 1:24.698 negli ultimi minuti del turno. Michelisz d'altra parte non ha potuto difendere la prima posizione detenuta fino a quel momento, poiché a 18 minuti dalla bandiera a scacchi ha visto la sua vettura andare letteralmente a fuoco dopo una copiosa perdita di olio. L'ungherese aveva accusato un problema elettrico durante la FP2, poi risolto dalla scuderia italiana, ma nelle qualifiche la sorte gli ha riservato un problema ancora peggiore. Per l'ex pilota Honda si prospetta una sostituzione del motore, che da regolamento varrebbe una retrocessione a fondo griglia.

Ad ereditare la seconda piazzola della prima fila potrebbe essere quindi Gabriele Tarquini, come sempre molto determinato. L'abruzzese, che meglio di tutti conosce la TCR sudcoreana, si è fermato a tre decimi da Björk ma in gara-1 cercherà di prendersi un successo che per quanto riguarda strettamente il mondiale turismo gli manca da quasi due anni. Il definitivo attacco alla pole del #30 è sfumato a causa di un dritto di John Filippi, che ha provocato una bandiera gialla mentre Tarquini doveva recuperare solo una manciata di millesimi al poleman dopo il primo settore.

Parecchio distanti le altre protagoniste, su un circuito dove l'agilità delle vetture e un assetto equilibrato fanno una grande differenza. Quarta posizione per il campione TCR International in carica, Jean-Karl Vernay, su un circuito che sulla carta ben poco si addice all'Audi RS3 del team WRT. Il francese ha pagato mezzo secondo a Björk precedendo l'ex compagno di squadra Robert Huff, che invece con tutta probabilità si attendeva qualcosa in più dalla sua Volkswagen Golf su questa pista.

La sorpresa di questi 40 minuti di qualifiche è senz'altro John Filippi, sesto sulla Cupra del team Campos a ribadire le ottime performance già mostrate a Barcellona. Dall'altro lato del box spagnolo c'è invece un Pepe Oriola decisamente insoddisfatto del suo 15° posto, peraltro su una pista dove il sorpasso è piuttosto complicato e la bagarre si fa insidiosa. Alle spalle del pilota della Corsica, che chiuderà la terza fila, c'è la prima Honda con Esteban Guerrieri. L'argentino, che qui vinse la opening race dell'anno scorso al volante di una Chevrolet, ha accusato otto decimi di ritardo precedendo la seconda Audi WRT, quella di Gordon Shedden, e l'idolo di casa Mehdi Bennani.

Solo decimo Yvan Muller, piuttosto distante dalle altre Hyundai in classifica. Prestazione che tuttavia deve sorprendere fino ad un certo punto, visto che l'alsaziano si è dichiarato tutt'altro che agguerrito per questa stagione del momentaneo rientro. 11esima posizione per un altro ritorno illustre, quello di James Thompson sulla seconda Civic del team Münnich, davanti al campione europeo TCR in carica Aurélien Comte, che per poco non ha portato in top ten la nuovissima Peugeot 308.

Oltre ad Oriola hanno sorpreso in negativo anche Tom Coronel, 17°, e Mat'o Homola, solo 19° nonostante sia notoriamente un pilota molto abile sul giro secco. Qualifica molto difficile anche per le Alfa Romeo, svantaggiate dall'assenza di rettilinei importanti dove sfogare il piccolo ma molto potente propulsore 1750cc sviluppato da Romeo Ferraris: 21° crono per Fabrizio Giovanardi, a 1.686 da Björk, mentre Gianni Morbidelli occupa tristemente l'ultima posizione della graduatoria ad oltre due secondi e mezzo di distacco. Davanti al pesarese si è piazzato Benjamin Lessennes, autore di una lunga serie di dritti tra le curve 8 e 10 ma senza conseguenze per la sua Honda Civic.

Alle 18:00 partirà la prima gara della stagione 2018, in diretta sullo streaming ufficiale di Oscaro.com.

Classifica:

Immagine copertina: tcr-series.com

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.