WTCR Giovanardi lascia il team Ferraris, al suo posto Luigi Ferrara

Troppe difficoltà nel corso della stagione. Per Suzuka e Macao, ecco il nuovo vice-campione italiano
WTCR | Giovanardi lascia il team Ferraris, al suo posto Luigi Ferrara
di 23 ottobre 2018, 16:16

Dopo l'abbandono di Gianni Morbidelli, verificatosi al termine del Gran Premio del Portogallo con zero punti in cascina, anche Fabrizio Giovanardi ha deciso di lasciare il team Ferraris e il WTCR. All'inizio del 2018, il ritorno del pilota modenese al volante di un'Alfa Romeo aveva risvegliato gli animi dei nostalgici del Superturismo degli anni '90, ma questa volta l'accoppiata Giovanardi-Alfa Romeo non ha funzionato a dovere. L'adattamento alla Giulietta TCR non è stato ottimale e i risultati sono arrivati solo nel Gran Premio di Slovacchia, con "Piedone" che ha pure sfiorato un podio, oltre alla buona "one-off" nel campionato europeo a Monza.

Quello dello Slovakia Ring è stato infatti l'unico weekend in grado di dare un po' di soddisfazione al pluricampione di Sassuolo, con un quinto posto in gara-1 e un settimo in gara-3, quest'ultimo dopo una sportellata al limite da parte di Petř Fulín mentre stava lottando per la top 3. Il punto più basso della stagione di Giovanardi è arrivato a Wuhan, con un incidente nel secondo giro della FP1 e l'ultima posizione occupata in modo più o meno stabile per tutto il resto del weekend, mentre Kevin Ceccon è riuscito ad entrare in top ten sia in gara-1 che in gara-3.

"Non è stata una decisione facile, sono molto dispiaciuto per non avere ottenuto i risultati che volevo", ha detto Giovanardi. "Sono tornato a correre per vincere, ho accettato la proposta di Romeo Ferraris perché credevo in questo progetto e nel team. Le cose sono andate peggiorando in Cina, a causa di problemi tecnici impossibili da risolvere lontano dal quartier generale del team. Sono comunque fiero di avere portato i primi punti alla squadra e di avere corso alcune gare 'alla Piedone', nel mio stile. Nonostante questo triste finale, voglio ringraziare tutto il team, sia quello in pista che quello 'a casa'. Lavorano con tutto il cuore, auguro loro il meglio per il resto di questa stagione e per il futuro. Sono ancora affamato di vittorie e voglio dire ai miei tifosi che cercherò di trovare un altro progetto vincente per tornare a lottare per risultati importanti".

A conferma di un rapporto che si è concluso consensualmente e senza diatribe, ci sono le parole di Michela Cerruti, operation manager del team Ferraris: "Rispettiamo la decisione di Fabrizio, per quello che ha rappresentato sia all'interno del nostro progetto che in tutto l'ambiente delle competizioni turismo. Abbiamo pensato a lui, quest'inverno, per tirare fuori un prodotto nuovo, ma evidentemente non siamo stati in grado di assecondare le sue richieste e di dargli una vettura davvero competitiva. Il lavoro svolto da Fabrizio è stato fondamentale per la crescita della nostra vettura, grazie a lui sono arrivati i nostri primi punti nel WTCR in Slovacchia e gli saremo per sempre grati".

Per trovare il sostituto di Giovanardi, il team Ferraris non ha dovuto guardare troppo lontano. A Suzuka, con accordo esteso anche al Gran Premio di Macao, farà il suo debutto nel mondiale turismo Luigi Ferrara, che proprio con la Giulietta (schierata dal team V-Action) è stato vice-campione italiano TCR nella stagione che si è conclusa due settimane fa a Monza. Il 36enne di Bari conosce quindi molto bene la vettura e porterà a conclusione la stagione (su due piste per lui inedite) al fianco di Kevin Ceccon, che già aveva sostituito l'altro pilota "storico" ingaggiato da Ferraris a inizio stagione, ossia Morbidelli.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.