WTCR Calendario e novità regolamentari per il 2019

Sepang al posto di Wuhan, zona punti allungata a 15 punti
WTCR | Calendario e novità regolamentari per il 2019
di 05 dicembre 2018, 20:28

Il Consiglio Mondiale FIA di San Pietroburgo ha approvato oggi le novità riguardanti il WTCR 2019. La seconda (e ultima, stando ai piani della Federazione Internazionale) edizione della coppa del mondo turismo vedrà nuovamente un calendario di dieci appuntamenti, con un paio di novità rispetto al 2018, mentre il numero di partecipanti e la zona punti verranno ampliati.

La coppa del mondo 2019 prenderà il via nel primo fine settimana di aprile, con il Gran Premio del Marocco a Marrakech, per poi spostarsi in Ungheria alla fine del mese. Due appuntamenti anche a maggio, con l'anticipazione del Gran Premio di Slovacchia all'11-12 e il Gran Premio d'Olanda una settimana dopo; sia l'Hungaroring che Zandvoort ospiteranno un weekend ricco di vetture TCR, poiché nello stesso fine settimana sono previsti anche i rispettivi round del campionato europeo. 

Lo spostamento della 24h della Nordschleife da metà maggio a fine giugno ha comportato anche la posticipazione del Gran Premio di Germania, che sarà quindi il quinto round del mondiale 2019. Anche l'appuntamento portoghese di Vila Real ha subito uno spostamento in avanti, precisamente in occasione del primo weekend di luglio. Invariata la pausa estiva di due mesi, per permettere il trasporto delle vetture verso la Cina. Dal tracciato di Ningbo avverrà infatti la ripresa del campionato, tra il 14 e il 15 settembre, un mese e mezzo prima del Gran Premio del Giappone a Suzuka. A metà novembre si disputerà il classico Gran Premio di Macao, che nel 2019 non sarà il round decisivo poiché verrà seguito dal primo Gran Premio della Malesia, a Sepang.

L'ultimo appuntamento della coppa del mondo si correrà proprio laddove il concetto di TCR ha visto la luce per la prima volta, nel 2015. La data dell'evento, che comprenderà anche una gara in notturna, non è stata ancora definita ma molto probabilmente troverà sede nel weekend dell'8 dicembre. I Gran Premi di Slovacchia e Malesia vedranno un'inedita concomitanza tra WTCR e mondiale endurance motociclistico, anch'esso organizzato dalla Eurosport Events di François Ribeiro.

La FIA, visto il successo di piloti del mondiale 2018, ha deciso di ampliare il tetto di vetture iscritte a 32, rispetto ai 28 di quest'anno. Di queste 32 vetture, ogni costruttore non ne potrà schierare (pur sempre in forma privata) più di quattro e ogni squadra non potrà portarne in pista più di due. In seguito a questa decisione, è stata decisa anche un'estensione della zona punti ai primi 15 classificati, con un sistema del tutto analogo a quello utilizzato nel Motomondiale. Tutte e tre le gare (format confermato) assegneranno gli stessi punti, mentre attribuirà punteggio iridato ai primi cinque classificati anche la qualifica del sabato, analogamente a quella della domenica. A differenza di quest'anno, invece, le wildcard saranno invisibili anche ai fini della classifica piloti, oltre a non prendere punti per quella riservata alle squadre.

Altre novità regolamentari riguardano la cancellazione del miglior tempo di qualifica a chi causerà una bandiera rossa o una neutralizzazione, in stile IndyCar, e l'introduzione della "patente a punti" FIA utilizzata già in altri campionati mondiali.

Calendario 2019:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.