WTCC Giappone: López e Citroën iridati, vincono Michelisz e Muller

di 04 settembre 2016, 10:16
WTCC | Giappone: López e Citroën iridati, vincono Michelisz e Muller

José María López e Citroën sono matematicamente campioni del mondo turismo per la stagione 2016. Data ormai per certa la cancellazione della gara di Buriram, a López sono bastati un quarto ed un secondo posto a Motegi per essere incoronato per la terza volta in altrettante stagioni. Un binomio che ha letteralmente schiacciato la concorrenza e che non è destinato a sciogliersi, perché il pilota argentino ed il marchio francese saranno di nuovo insieme per correre la nuova stagione di Formula E che partirà tra poco più di un mese.

Le vittorie sono andate a Norbert Michelisz e a Yvan Muller. L'ungherese ha aperto, in gara-1, una tripletta Honda con i compagni di squadra Robert Huff e Tiago Monteiro, mentre il francese è stato aiutato proprio da López ad ottenere la prima vittoria stagionale, importantissima in ottica campionato.

Al semaforo verde della prima manche, Michelisz e Huff conservano le prime due posizioni mentre scattano benissimo Monteiro, Muller e López. Il portoghese si porta dalla settima alla quarta piazza, alle spalle di Björk, mentre le Citroën ufficiali hanno ragione di Bennani e Girolami. Al termine del primo giro si ferma Valente dopo un violento scontro con Demoustier, che viene penalizzato con un drive through. Stessa sorte del francese del team Loeb tocca a Bennani, autore di un jump start.

Mentre i quattro di testa allungano, Catsburg controlla Muller e López, il quale ha avuto ragione di Chilton durante il terzo giro. Muller cerca ripetutamente di scavalcare l'olandese della Lada ma al sesto giro finisce largo al tornantino e López ne approfitta prontamente.

Nel corso del settimo passaggio si concretizza la tripletta Honda con Monteiro che riesce ad infilare Björk e la Volvo. Era questo il chiaro intento che ha spinto la Casa giapponese a sacrificare la qualifica di ieri con ben due vetture.

López supera Catsburg al nono giro, aprendo la strada anche al compagno di squadra. Un repentino calo di prestazioni di Björk consente alle due C-Elysée di lasciarsi alle spalle anche lo svedese durante la tornata successiva, ma le Honda sono troppo lontane: l'argentino arriva ad appena un secondo e mezzo da Monteiro, al termine di una lunga rincorsa.

Primo successo stagionale, e da pilota ufficiale Honda, per Michelisz che precede Huff e Monteiro. Seguono López, Muller, Björk, Catsburg, Chilton, Girolami e Tarquini. Buona la rimonta di Coronel, dodicesimo dal fondo della griglia alle spalle di Michigami. Bennani termina 16esimo dopo la penalità e perde punti su Chilton per la classifica degli indipendenti.

Un piccolo inconveniente costringe Dániel Nagy a partire dalla pit lane in gara-2, esattamente come accaduto al compagno di squadra Ferenc Ficza in gara-1. Stagione decisamente problematica per il team Zengő, dopo avere perso colui che per diversi anni è stato il suo pilastro sulle piste di tutto il mondo.

Poco cambia allo start di gara-2, rispetto alla griglia di partenza: López al comando seguito da Muller, Monteiro riesce a scavalcare Mehdi Bennani mentre Michelisz e Huff risalgono un paio di posizioni ai danni di Björk e Catsburg, quest'ultimo uscito nell'erba dopo la seconda curva.

Il duo Honda, però, sottovaluta il possibile ritorno di Björk, "svegliato" dall'arrivo del velocissimo Girolami nel corso di questo weekend giapponese. L'argentino è risultato più veloce dell'esperto pilota svedese nel corso delle prove libere e delle qualifiche in vista di un possibile ingaggio per il 2017 e Björk, dall'alto dei suoi numerosi titoli ottenuti con il marchio Volvo, non vuole essere da meno. Tra il secondo ed il terzo giro, la Volvo #62 si libera di entrambe le Civic riprendendosi la settima piazza.

Anche Girolami si rende però protagonista della corsa, scavalcando Chilton al quinto giro. Nelle retrovie, intanto, si infiamma la lotta per la decima posizione con Tarquini e Thompson protagonisti di un bel duello che sa tanto di amarcord, essendo stati compagni di squadra sia in Honda (alla fine degli anni '90) sia in Alfa Romeo (a metà degli anni 2000). L'abruzzese della Lada riesce ad avere la meglio sulla ormai stagionata Chevrolet schierata dal team Münnich.

La gara non regala altre emozioni fino al penultimo giro, quando López si lascia raggiungere e superare da Muller. Il gioco di squadra è importante in ottica campionato, con Citroën che vuole ovviamente portarsi a casa un'altra doppietta anche nel campionato piloti. Muller conquista così la prima vittoria di uno sciagurato 2016 davanti al compagno di squadra, Monteiro completa di nuovo il podio davanti a Bennani, Girolami, Chilton, Björk, Michelisz, Huff e Tarquini.

López festeggia il suo terzo mondiale con 319 punti mentre Muller raggiunge Monteiro a quota 199. Citroën si aggiudica il titolo costruttori proprio in casa dell'avversaria Honda. Con il titolo squadre già assegnato al team Loeb dopo l'Argentina, resta da assegnare solo il campionato indipendenti che vede Bennani ancora leader con 154 punti contro i 136 di Chilton.

Tra tre settimane è in programma il Gran Premio della Cina, sulla versione "short" del tracciato di Shanghai.

Gara-1:

g1

Gara-2:

g2

Classifica generale:

genjpn

Immagine copertina: fiawtcc.com

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.