WRX | Lohéac, Francia: Timmy Hansen torna a vincere, terzo successo stagionale

WRX
Lohéac, Francia: Timmy Hansen torna a vincere, terzo successo stagionale

La Casa del Leone ruggisce davanti ai tifosi in Bretagna. Kevin Hansen strappa un podio insperato di 01 Settembre 2019, 18:14

Lohéac è ben conosciuta in quanto pista che assottiglia le differenze tra le varie vetture e i vari team in campo nel WRX, un luogo in cui le battaglie sono spesso sul filo del rasoio. In realtà, la Finale della gara di oggi ha visto in testa un solo pilota dall’inizio alla fine, ovvero Timmy Hansen. Dopo il brutto periodo estivo e soprattutto la delusione dell'RXEvent in Canada, l’ex-vicecampione del mondo ha conquistato la sua terza perla stagionale, dopo le vittorie in Spagna e in Inghilterra. Il #21 ha rialzato così le sue quotazioni in campionato, portandosi secondo in ex-aequo col suo compagno di team, nonché fratello, Kevin Hansen.

Un weekend partito in maniera piuttosto difficile per l’Hansen più giovane si è trasformato magicamente in un podio insperato, grazie a qualche sbavatura di troppo dei favoriti ma anche per merito delle sue abilità a divincolarsi nel traffico della Finale. E’ stata una giornata di trionfo per i marchi francesi, con anche Renault che ha potuto gioire per il secondo e quarto posto del team GCK, rispettivamente con Anton Marklund e Rokas Baciuška. Prestazione molto convincente quella del lituano, secondo nelle qualifiche dietro ad Hansen e in lotta per il successo anche nella gara finale. Chi esce dalla Francia con la testa della classifica è però Andreas Bakkerud su Audi, solo quinto nella manche decisiva ma che, proprio grazie a quei due punti, ha ottenuto la momentanea leadership sui fratelli del team MJP Hansen.

LA CRONACA

Sin dalle Qualifiche si apprezzano valori in campo molto ristretti a Lohéac, con ben quattro detentori differenti dello spot di Top Qualifier tutti su marchi diversi: la wildcard Heikkinen su Hyundai, Rokas Baciuška su Renault, Andreas Bakkerud su Audi e infine Timmy Hansen su Peugeot. Dopo un venerdì poco felice, le Peugeot 208 WRX risalgono in classifica e Timmy rientra in partita nel migliore dei modi, mentre Kevin si aggiudica solo il nono posto in queste Batterie di Qualificazione. Dato molto interessante: nessun pilota francese, nella gara di casa, è riuscito a qualificarsi per le Semi.

Nella Semifinale iniziale partono dalla prima fila Bakkerud e Timmy Hansen, col norvegese che prende il comando in curva 1 con una miglior partenza, fino a poi vincere davanti allo svedese. Dietro di loro, lo scontro per ottenere il terzo posto utile al passaggio se lo giocano Heikkinen e Marklund, ed è quest’ultimo a prevalere relegando il finlandese al quarto posto, dopo uno splendido ritorno nella categoria.

Per la Semi 2 la prima fila è piuttosto atipica, con la Renault del team GCK di Baciuška affiancata alla Hyundai di Grönholm; il figlio d’arte è l’unico pilota del marchio sudcoreano a passare alla Finale, vincendo la manche davanti al lituano. In questa gara c’è anche Kevin Hansen, che al penultimo giro sembra condannato alla quarta posizione, ma un errore di Scheider gli permette di ottenere il terzo e ultimo slot, nonostante un ultimo assalto disperato del pilota della Seat Ibiza.

Infine la Finale, che in pratica si decide in curva 1: Bakkerud e Grönholm partono molto bene mentre Hansen, dalla seconda fila, viene insidiato da Baciuška, ma alla prima curva i primi due entrano in contatto spalancando la porta agli svedesi Timmy Hansen e Marklund, seguiti dai rispettivi compagni di squadra. Si creano così due coppie Peugeot-Renault, Timmy-Marklund davanti e Kevin-Baciuška dietro, fino a quando Marklund non decide di fare il suo Joker Lap mettendosi proprio in mezzo al compagno e all’ex-leader del mondiale; questo fa attardare il terzo pilota della GCK anche nei confronti della Peugeot gialla, con Kevin Hansen che lo beffa per il terzo posto.

A due prove dalla fine, matematicamente troviamo ancora sette piloti in grado di vincere questo campionato: oltre ai tre favoriti, cioè Bakkerud e i due alfieri Peugeot, troviamo Niclas Grönholm a 135 punti (che paga a carissimo prezzo la sua assenza di due round nel primo terzo di stagione), Baumanis a 120, Timerzyanov a 109 e Doran a 100 (a cui però servirebbero due zeri totali del compagno e due vittorie a punteggio pieno per prevalere). Lotta intensa anche tra le squadre, col team Hansen MJP a 272 punti contro i 256 della squadra GRX Taneco di Marcus Grönholm, e col team Monster Energy Audi non lontanissimo a 228.

Ci restano solo due RXEvent prima di decretare la fine della stagione 2019: tra due settimane si correrà in Lettonia, pista di casa per Jānis Baumanis e in cui correrà anche il suo connazionale Reinis Nitiss, dove la lotta iridata, molto probabilmente, si restringerà a soli tre nomi. Bisognerà poi attendere fino al 1° novembre per vedere l’ultima gara, in altre parole lo RXEvent del Sudafrica a Città del Capo.

Qui i risultati di questo weekend e la classifica aggiornata.

Fonte immagine: fiaworldrallycross.com


Condividi