WRX Lettonia: Kristoffersson il più vittorioso di sempre nella singola stagione

Anche a Bikernieki non c’è storia. Ekström e Loeb concludono il podio
WRX | Lettonia: Kristoffersson il più vittorioso di sempre nella singola stagione
di 18 settembre 2018, 20:17

Per Johan Kristoffersson gli unici avversari rimasti nel Campionato mondiale Rallycross sembrano essere i record e i numeri. Lo svedese ha vinto ancora nel nono round stagionale a Bikernieki e si tratta dell’ottava vittoria dell’anno, un record considerando che nessuno, prima di lui, aveva mai vinto così tanto in una stagione del WRX. Ekström e Loeb gli hanno fatto compagnia sul podio ma non sono mai stati in grado d’impensierirlo in nessuna delle sessioni. Quarto posto a sorpresa per la Hyundai di Niclas Grönholm, che ha pure annusato il podio con una vettura privata come la sua i20.

Il pubblico lettone si è dimostrato quello delle grandi occasioni, grazie anche al successo di Nitiss nel campionato europeo.

LA CRONACA

Sin dalle Qualifying Heats non c’è storia, con Kristoffersson e la Volkswagen che si aggiudicano tre delle quattro sessioni guadagnando i 16 punti del primo posto. L’unico in grado di strappargli la Q3 è Timmy Hansen, ma il più grande dei due fratelli paga un problema nella Q2 che lo rallenta dopo il salto sul Joker Lap, costringendolo al quarto posto dietro Sébastien Loeb e Mattias Ekström. Lo spettacolo migliore nelle batterie lo regalano Bakkerud e Solberg, protagonisti in Q3 e Q4 di due duelli mozzafiato. L’eroe di casa Janis Baumanis conclude solo 14°, non partecipando così alle Semifinali. A sorpresa l’ingresso di Liam Doran sulla Mégane R5 della Prodrive, sostituto di Grosset-Janin già in Francia.

Nella Semifinale 1, come più volte quest’anno, il team PSRX passa dalla gioia del dominio di Kristoffersson al disastro di Solberg, che vola fuori alla primissima curva dopo lo start a causa di un contatto con Chicherit e finisce quinto, quindi fuori dalla Finale. Il francese ha la chance di ereditare l’ultimo slot nella Finale ma un contatto con Timerzyanov nega l’opportunità a entrambi a favore di Niclas Grönholm.

Nella seconda Semi un contatto a tre al via rischia di eliminare da subito i tre protagonisti principali, con le due Peugeot in prima fila di Timmy Hansen e Loeb che schiacciano a sandwich l’Audi di Bakkerud. Il “Cannibale” riesce a sfilare senza problemi non accusando ritardi sul crono, mentre i suoi due avversari sono lunghi finendo nelle retrovie. Mentre i due Hansen riescono a recuperare, Bakkerud rimane bloccato alle spalle di Doran perdendo secondi preziosi validi per il terzo posto. Tutte e tre le vetture del Leone entrano così in Finale.

Il vantaggio numerico della Peugeot finisce alle ortiche al via della Finale, con Loeb e Timmy Hansen che rimangono chiusi all’esterno della prima chicane scivolando in quarta e sesta posizione. Davanti a loro Ekström prova a tenere, per quanto possibile, il ritmo del connazionale della VW, ma senza successo, e si accontenta di difendere la posizione su Grönholm e Loeb, col nove volte campione WRC che riesce a sorpassare il figlio d’arte per il podio. Kristoffersson domina così davanti all’Audi di Ekström e alla Peugeot di Loeb.

Qui lo scorso anno Kristoffersson ha ottenuto il suo primo e unico (finora) titolo mondiale, ma quest’anno dovrà aspettare almeno un altro round: con i suoi 254 punti e il +73 nei confronti di Ekström, allo svedese basterà mantenere il vantaggio sopra i 60 punti per laurearsi campione negli Stati Uniti. Lotta serratissima per il secondo posto, con le due Audi di Ekström e Bakkerud ora avvantaggiate in seconda e terza posizione. Tra i team PSRX Volkswagen guida nettamente la generale con 429 punti e 69 di vantaggio sull’Audi.

Tra due settimane si svolgerà il primissimo RX Event del campionato mondiale negli States, patria in passato del campionato americano GRC (prima della sua chiusura, proprio quest’anno) e di campioni come Scott Speed, Tanner Foust e Ken Block. Ci si aspetta una partecipazione in massa da parte delle wildcard americane (come successo in Francia) ma anche qui, a meno di colpi di scena, dovrebbe essere il campione del mondo a comandare.

Qui i risultati dell’evento e la classifica.

Fonte immagine: fiaworldrallycross.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.