WRX La rivoluzione elettrica per il campionato principale arriverà nel 2020

Il 2019 sarà l’ultimo anno per le vetture a combustione. Niente categoria apposita per le vetture elettriche
WRX | La rivoluzione elettrica per il campionato principale arriverà nel 2020
di 07 giugno 2018, 19:13

Come già annunciato nello scorso agosto, un altro campionato FIA è in procinto di un massiccio cambiamento per regolarsi alla necessità dell’elettrico, arrivato prima con l’uso dell’ibrido nel WEC e nella F1 e poi in forma totale con la Formula E. A distanza di due anni sarà il Rallycross a compiere questo balzo verso il futuro, e incredibilmente pare che non consisterà nella semplice creazione di una categoria a parte. Considerando la necessità che ha l’elettrico di “mettersi in mostra” per non rimanere un prodotto sportivo di nicchia, il WRX trasformerà la categoria massima in una formula 100% elettrica.

Da quasi un anno oramai la FIA sta ragionando sulla possibile rivoluzione da attuare anche nel campionato di rally su pista, e nell’ultimo Consiglio Mondiale della Federazione è arrivata l’ufficialità. Spariranno le vetture stradali di tutti i giorni trasformate in macchine da rally, a vantaggio di un telaio unico (forse Oreca) a cui i vari motoristi applicheranno i propri powertrain: la Federazione sta trattando con ben nove costruttori in vista del 2019, in modo da dare una spinta immediata a un campionato che si avvicina a un evento storico ma molto complesso. Anche il pacco batterie sarà univoco per tutti, fornito dalla Williams, e le macchine avranno due motori (uno sull’asse anteriore e uno sul posteriore), capaci di fornire potenze pari a 500 kW.

Queste due scelte, oltre a limitare i costi, aiuteranno l’ingresso di team privati per la partecipazione al campionato, che manterrà la propria struttura sui punteggi e sulla presenza dei mondiali piloti e costruttori. Si sta pensando anche all’inserimento di un trofeo per i team privati per invogliare ulteriormente il loro ingresso, come succede tutt’oggi in SBK. Saranno ammessi solo team con due vetture al massimo.

Fonte immagine: fiaworldrallycross.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.