WRX Francia: Audi spreca, Kristoffersson vince ancora

Le vetture di Ingolstadt buttano al vento la doppietta, weekend difficile per la Peugeot
WRX | Francia: Audi spreca, Kristoffersson vince ancora
di 03 settembre 2018, 18:42

Non è stato facile come in altre occasioni quest’anno, ma alla fine il copione dell’ottavo RX Event del campionato Rallycross è stato lo stesso. Johan Kristoffersson ha vinto per la settima volta in questo 2018, la quinta consecutiva dall’evento a Silverstone fino a qui in Bretagna, e nulla sembra in grado di dare un freno a questo suo ritmo per i restanti quattro eventi stagionali in Lettonia, Stati Uniti, Germania e Sudafrica. Tornando però alla gara svoltasi a Lohéac, stavolta il vantaggio del pilota Volkswagen scattato dalla seconda fila in finale è stato risicatissimo, ovvero di poco più di tre decimi sul secondo classificato Bakkerud.

L’ex-pilota Ford e in generale tutto il team EKS lasciano con l’amaro in bocca la terra francese, dove la S1 è sembrata più competitiva del solito e in grado di ottenere finalmente il primo successo stagionale, ma come successo in Belgio un errore strategico madornale del box ha costretto le due vetture a stare sulla stessa strategia, ostacolandosi a vicenda e regalando il successo al leader della classifica. Podio per Petter Solberg, bravo anche lui a superare l’Audi di un deluso Ekström. E’ lo specchio della situazione Audi nel WRX, che si appresta a lasciare in forma ufficiale alla fine di quest’anno.

LA CRONACA

Weekend che vede un numero di protagonisti particolarmente alto tra le wildcard e i rientri di vecchie conoscenze come Liam Doran, Jeanney ed Heikkinen. Anche la Seat rientra con la Ibiza e Timo Scheider al volante.

Le Qualifying Heats procedono abbastanza a senso unico nonostante il colpo di coda dell’ex-campione Ekström nella Q2: Kristoffersson conquista per l’ennesima volta lo spot numero uno per la prima Semifinale grazie ai tre tempi migliori ottenuti, distanziando di quasi 30 punti le Audi di Bakkerud ed Ekström nella mini-classifica riservata alle Batterie di Qualificazione. Con Solberg quarto, sorprendono le difficoltà della Peugeot e in particolare di Loeb, solo 12°, mentre molto positiva è la prova del rientrante Doran sulla Renault che ottiene addirittura il sesto posto. Dentro alle Semi anche il compagno Chicherit e le Hyundai, mentre tra le Ford passa solo Eriksson.

Nelle RX2 il weekend è totalmente dominato da Oliver Eriksson e il suo successo vale doppio, grazie al terzo posto di De Ridder che gli costa punti decisivi nella lotta mondiale. Lo start della gara è tutt’altro che positivo per lo svedese e il successo sembra ormai nelle mani del debuttante Krogstad, quando un clamoroso testacoda del norvegese permette al leader della classifica di vincere e di portare a 14 punti il gap su Guillaume De Ridder.

Nella prima Semifinale, a sorpresa, il campione del mondo è preso alla sprovvista dal connazionale Ekström, che vince poi il round stando davanti al suo rivale di soli tre decimi. L’ultimo spot per la Finale è occupato da Timmy Hansen, bravo a mettere in difficoltà lo stesso Kristoffersson dopo il suo Joker Lap, anche se non a superarlo.

Nella seconda, la partenza migliore è di Loeb che dalla terza fila salta Eriksson, Doran e Timerzyanov e si mette da subito terzo per la gioia del pubblico transalpino. Non contento, il “Cannibale” si prende anche la seconda posizione su Solberg, mentre Bakkerud si dimostra più duro e in grado di resistere all’attacco del nove volte campione all’ultimo giro. Per la Finale è una prima fila tutta Audi.

La Finale però non va come sperato per la Casa dei Quattro Anelli: le S1 del team EKS comandano dal primo al penultimo giro ma rimangono in coppia con Ekström, più veloce sul ritmo, tappato dal compagno Bakkerud che mantiene la testa fino al Joker Lap, che le due vetture effettuano insieme. Kristoffersson spinge forte nonostante l’ostacolo di Hansen e riesce a superarli entrambi, con Solberg che dà man forte prendendosi il terzo posto. Sul traguardo i sei piloti finalisti sono raggruppati in un secondo e mezzo, in una delle gare più combattute dell’intera stagione.

Il vantaggio di Kristoffersson sale ora a 59 punti e con quattro gare rimaste il mondiale ora potrebbe solo perderlo lui. In compenso si conferma la battaglia serratissima per il secondo posto, con i piloti ora un po’ più sgranati dalla seconda posizione (Bakkerud, 165 punti) alla quinta (Loeb, 151). Tra i team la Volkswagen sale a 384 punti, con Audi seconda a 322.

Due settimane d’attesa prima del quartultimo appuntamento stagionale, per la precisione quello lettone sul tracciato di Bikernieki. Qui Sébastien Loeb ha conquistato il suo primo successo nel WRX e considerando che in questa stagione è stato l’unico a sottrarre a Kristoffersson la gioia della vittoria in Belgio, potrebbe avere buone chance di ripetere il successo del 2016. Occhi puntati anche sulla Renault, che qui potrebbe fare bene grazie al nuovo modello portato dalla Prodrive.

Qui i risultati della prova francese.

Fonte immagine: fiaworldrallycross.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.