WRX | Catalunya: Timmy Hansen domina, doppietta Peugeot

WRX
Catalunya: Timmy Hansen domina, doppietta Peugeot

Lo svedese scaccia gli incubi del weekend di Abu Dhabi e vince davanti al fratello Kevin di 28 Aprile 2019, 23:08

La rivincita di Timmy Hansen, vittima innocente di un errore colossale altrui a Yas Marina nel primo RXEvent del 2019, non si è fatta attendere. Lo svedese, punta di diamante del team Hansen, ha conquistato il suo primo successo stagionale al Montmelò, nella gara di Catalunya. Evento dominato in lungo e in largo con una vittoria in ogni singola manche o batteria disputata, senza nessuna seria opposizione. Nonostante il mancato supporto di Peugeot quest’anno, il team Hansen si sta dimostrando capace di conquistare allori anche da sé, in barba alla Casa francese; la gioia del team è stata completata da Kevin Hansen, secondo e ora detentore della leadership del campionato.

LA CRONACA

Al contrario di quanto successo ad Abu Dhabi, le Batterie di Qualificazione stavolta sono state dominate del tutto da Timmy Hansen, senza intoppi di nessun tipo. Lo svedese ha conquistato tutt’e quattro le sessioni, di cui due davanti al compagno di box Kevin Hansen. Dominio totale della Casa del Leone con i due fratelli ai primi due posti, seguiti da Niclas Grönholm e Andreas Bakkerud; in quinta posizione la seconda Hyundai di Timerzyanov. L’esclusione più sorprendente è stata sicuramente quella di Marklund sulla Mégane RS, a cui è costata cara una partenza anticipata nella Q4. E’ la quarta volta nella storia del campionato mondiale rallycross che un pilota termina tutt’e quattro le Heat in prima posizione.

Nella prima Semifinale il team GC Kompetition si ritrova tutte le vetture schierate in lotta per i primi tre posti, ma solo la Clio di Cyril Raymond riesce a superare la tagliola. Il francese riduce il distacco da Timerzyanov per superarlo in uscita dal Joker Lap durante la gara e, aiutato anche dalla copertura di Chicherit, riesce a ottenere il suo primo ingresso in Finale. Davanti non c’è storia invece, con Hansen che domina anche questa manche davanti a Grönholm.

La Semi 2 è molto più incerta nella lotta per le prime posizioni, ma anche in questo caso è una 208 WRX a vincere, con Kevin Hansen stavolta. Dietro di lui Jānis Baumanis su Ford Fiesta azzecca un’ottima partenza e riesce inizialmente a tenere dietro Bakkerud, ma il norvegese risponde prontamente anticipando il Joker Lap e beffandolo all’ultimo giro; il lettone è a un passo dal disastro quando anche Krisztian Szabo lo supera, ma il pilota della Ford attacca senza esitazione facendosi spazio con la forza alla curva successiva e riprendendosi un terzo posto cruciale.

Nella Finale le 208 blu e gialle guidano in scioltezza, dal semaforo verde fino alla bandiera a scacchi, con Timmy Hansen che va così a trionfare davanti al suo fratello minore. Nella lotta “degli altri” Andreas Bakkerud tiene la coda di Kevin fino al suo Joker Lap, in cui tenta di anticiparlo e di prenderlo in contropiede per strappare la seconda posizione, ma alla fine si deve accontentare del gradino più basso del podio davanti alla Hyundai di Grönholm, penalizzato invece dal “tappo” creato da Baumanis. Quinto Raymond, proprio davanti al pilota della Ford.

In classifica generale Kevin Hansen, grazie al solido weekend corso alle spalle del fratello, comanda con 56 punti contro i 48 di Grönholm e i 36 del gemello Timmy, che dovrà rimboccarsi le maniche dopo i punti persi ad Abu Dhabi. Nella classifica dei team MJP Hansen guida con 94 punti, e il distacco del team GRX Taneco è di 18 punti; già più staccato il team Monster Energy RX Cartel, a quota 48.

L’evento più atteso dell’annata 2019 di WRX arriverà già nel weekend dell’11 e 12 maggio, con l’RXEvent del Benelux a Spa-Francorchamps. Saranno tanti i temi da tenere in considerazione, tra cui la one-off dell’ex-campione del mondo Mattias Ekström, ma c’è curiosità anche solo di vedere i bolidi del campionato di rally su pista sfrecciare tra Eau Rouge e Raidillion.

Ecco qui i risultati dell’evento in Spagna e le classifiche complete.

Fonte immagine: Twitter / FIAWorldRX

Condividi