WRX Canada: ancora Kristoffersson per la sesta dell’anno, davanti alle Peugeot

Hansen e Loeb rendono la vita difficile al campione, che torna dalle vacanze col vento in poppa
WRX | Canada: ancora Kristoffersson per la sesta dell’anno, davanti alle Peugeot
di 06 agosto 2018, 21:23

Dopo una lunghissima pausa durata più di un mese, i valori in campo del Campionato mondiale Rallycross non sono cambiati di una virgola: Johan Kristoffersson ha vinto l’RX Event disputatosi oltreoceano a Trois-Rivieres, in Canada, tappa dove invece ci si aspettava il ritorno alla vittoria del suo compagno di squadra Petter Solberg. Niente di più errato, perché anche qui il bottino pieno l’ha portato a casa il #1, mentre il norvegese si è accontentato di un magro quinto posto.

L'avversaria più vicina al binomio Kristoffersson-VW, sia sul lato tecnico che su quello dei piloti, sembra essere la Peugeot, che ha completato il podio grazie a Timmy Hansen (molto vicino agli scarichi della Polo vincitrice sul traguardo) e a Sébastien Loeb, il quale per un solo punto si è lasciato sfuggire il successo delle Batterie di Qualificazione. Quarta l’Audi di Mattias Ekström (tendenzialmente più lenta questo weekend rispetto a quella di Bakkerud), mentre in sesta posizione è giunto Baumanis sulla Ford Fiesta.

LA CRONACA

Durante il weekend si è notato persino a occhio nudo il peggioramento graduale delle condizioni della pista canadese, con i piloti costretti nelle ultime manche a guidare nella polvere di chi stava davanti. Bel tempo per tutto l'evento, con il sole che ha fatto capolino la domenica mattina.

Le Qualifying Heats fino alla seconda manche vedono un netto vantaggio da parte di Loeb, grazie alle due vittorie nelle prime due qualifiche, mentre Kristoffersson, rimasto intruppato nel traffico, è solo nono. La classifica si rivolta come un guanto nella Q3 e nella Q4, dove Kristoffersson domina e Loeb invece è autore, specie nella terza sessione, di un risultato sottotono che permette al suo rivale di passare al comando e di ottenere i 16 punti. Dentro anche le due Hyundai (nonostante due manche da buttare per Timerzyanov) e le altre due Peugeot ufficiali, con i fratelli Hansen. Giornate totalmente “no” per le Renault, con diversi contatti per Chicherit e Grosset-Janin, specie nelle ultime due curve.

Nella prima Semifinale Solberg e Kristoffersson si ritrovano appaiati in prima fila e come in Portogallo si rischia il disastro quando Petter, dall’esterno, tocca il compagno di squadra. Per fortuna entrambe le Polo continuano la loro corsa e si qualificano, con Solberg che scende in terza posizione dopo il “tappo” di Niclas Grönholm dopo il suo Joker Lap. Seconda l’Audi di Ekström.

Nella Semi #2, come le due Volkswagen poco prima, le due vetture della Casa del Leone guidate da Loeb e Timmy Hansen scattano davanti, ma la partenza fulminea di Bakkerud dalla seconda fila mette in difficoltà le 208, che si ritrovano alle spalle dell’Audi del team EKS; purtroppo per Andreas, al terzo giro la sospensione posteriore sinistra si rompe in pieno rettilineo e l’ex-pilota Hoonigan è costretto a resistere stoicamente in pista per difendere quantomeno la terza posizione su Baumanis. Davanti, nel frattempo, Loeb compie il Joker Lap all’ultimo giro e si ritrova secondo dietro al compagno di squadra, ma clamorosamente all’ultima curva finisce contro le barriere e, pur di conservare la seconda posizione, fa da ostacolo a Baumanis. Il lettone riesce comunque a farsi largo e a batterlo in volata.

Nella Finale RX2, prima dell’evento conclusivo della classe maggiore, a vincere è Oliver Eriksson con discreta dominanza sul suo avversario Guillaume De Ridder, giunto secondo dopo una battaglia durata fino alla fine con Cole Keatts, terzo. Lo svedese approfitta dell’errore dell’americano Conner Martell, che finisce contro i muri di gomma interni mentre tenta il sorpasso ostacolando poi involontariamente chi segue. I punti di differenza in campionato tra Eriksson e De Ridder ora sono 11.

Il sogno di Baumanis di ottenere il podio nella Finale sfuma quando la sua Ford parte male rispedendolo al sesto posto, mentre davanti Kristoffersson controlla alla perfezione la minaccia del connazionale Timmy Hansen. Nel corso del primo giro il più vecchio degli Hansen tocca leggermente i muri di gomme perdendo circa un secondo dal leader (errore che gli costerà parecchio alla fine) mentre il compagno Loeb è bravo a rimontare fino al terzo posto sorpassando Ekström e Solberg in un colpo solo.

Nella classifica piloti, come ripetuto da oramai qualche mese a questa parte, la lotta vera è per il secondo posto, visti i 55 punti di vantaggio che il campione del mondo ha su Loeb. Il francese è ora secondo con 140 punti, a pari merito col compagno di squadra Timmy Hansen, e sempre a pari punti a quota 139 troviamo i norvegesi Bakkerud e Solberg; Ekström è sesto a 134. Tra le marche il team PSRX domina senza sconti con 334 punti e 54 di vantaggio sulla Peugeot.

Il prossimo round sarà proprio la propria la tappa più importante per la Casa del Leone, perché tra quattro settimane si correrà a Lohéac, in Francia, dove il pubblico transalpino sarà tutto per Loeb e per le 208 WRX. Attenzione particolare anche per il campionato europeo, dove correrà Cyril Raymond, e per le parecchie one-off della categoria principale.

Qui i risultati dell’evento.

Fonte immagine: fiaworldrallycross.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.