WRX | Benelux: Timerzyanov si sblocca e vince la sua prima gara

WRX
Benelux: Timerzyanov si sblocca e vince la sua prima gara

Il russo, dalla domenica, ingrana la quarta e batte la concorrenza. Timmy Hansen fuori dal podio di 12 Maggio 2019, 22:00

In un RXEvent che si prevedeva difficile per il team GRX Taneco dopo il forfait di Niclas Grönholm dovuto a un’operazione d’appendicite, la squadra guidata dal padre di Niclas, la leggenda del rally Marcus Grönholm, si è tolta la soddisfazione di ottenere il proprio primo successo. Questo grazie a Timur Timerzyanov, che dopo più di cinque annate passate senza vincere nemmeno un RXEvent, nonostante il passato vittorioso nell’europeo, si è finalmente sbloccato centrando la sua prima vittoria. Difficile dire se questo risultato sia figlio di un weekend in cui il leader del team era assente, ma in ogni modo ora il russo, terzo vincitore diverso in tre gare, può essere considerato una pedina importante in vista della lotta titolata.

Hanno completato il podio Andreas Bakkerud, secondo su Audi, e Joni Wiman, terzo sulla seconda i20 del team GRX, sintomo di come questa vettura fosse altamente competitiva nella nuova pista di Spa-Francorchamps. La Casa dei Quattro Anelli è stata la rivale diretta del marchio sudcoreano nella gara del Benelux, in un fine settimana molto più complicato del previsto per Peugeot. Timmy Hansen, vincitore in Catalunya, è giunto solo quarto mentre suo fratello Kevin non si è nemmeno qualificato per la Finale, forse anche a causa di un meteo che, al sabato, ha scombussolato molto le carte.

LA CRONACA

La prima gara di rally su pista nella mitica Spa-Francorchamps regala emozioni e colpi di scena sin da subito, con l’arrivo della classica pioggia che in qualche modo contraddistingue la storia del tracciato delle Ardenne; il tracciato si dimostra altamente spettacolare con un curvone veloce finale con tanto di Joker Lap, e un salto sul traguardo che nelle gare ha dato non pochi problemi ai piloti. Le prime due sessioni di qualifica danno risultati quasi sconcertanti: le due Peugeot 208 WRX di Timmy e Kevin Hansen sono in decima e 11a posizione, davanti al campione del mondo 2016 Ekström e dietro alla Megane RS di Anton Marklund, con le due Audi del team Monster Energy in prima e seconda posizione. Durante la domenica la situazione si riallinea, con Bakkerud che prende il primo posto ma con Timmy Hansen che risale al quarto, seguito da Timerzyanov. Vengono eliminati, tra i nomi più grossi, Chicherit, De-Ridder e Bennett, mentre passa per un soffio Cyril Raymond sulla Clio RS della GCK Academy.
Si assiste anche a una splendida Batteria 3 della Q3, molto probabilmente una delle migliori gare eliminatorie degli ultimi anni, vinta da Bakkerud.

Entrambe le Audi S1 di Monster Energy si trovano in prima fila nella Semifinale 1, ma in mezzo a loro, sul traguardo, s’inserirà proprio Timerzyanov dopo una splendida partenza e una dura lotta con il norvegese della Casa tedesca. Sarà Bakkerud a prevalere sul russo, mentre alle loro spalle Doran e Kevin Hansen si scontrano in aria sul salto del traguardo, con l’inglese a spuntarla di un nulla sul pilota Peugeot.

Le cose sembrano mettersi male anche nella Semi 2 per la Casa del Leone, ma alla fine l’Hansen più anziano, aiutato anche dalla lotta tra Marklund e Raymond che ostacola i due piloti della Renault, riuscirà a strappare l’ultimo slot della Finale. A vincere la sessione è, incredibilmente, il sostituto di Grönholm Joni Wiman, che si prende la prima fila davanti a Baumanis; il lettone è finora l’unico pilota entrato in tutt’e tre le Finali.

L’evento conclusivo vede una lotta, sin dal primo metro, tra Bakkerud e le Hyundai: alla partenza il norvegese tiene l’interno ma viene incalzato da Timerzyanov alle sue spalle, finendo così largo e speronando lateralmente Wiman che finisce addosso alle barriere, continuando fortunatamente la sua corsa. Già alla fine del primo giro il russo del team GRX Taneco è al comando e comincia a creare un gap, per quanto ridotto, su Bakkerud e il compagno, mentre Hansen è impegnato in una lotta con Baumanis che solo dopo due giri premierà lo svedese. Timerzyanov questa volta non sbaglia nulla e vince meritatamente questa corsa, e il trionfo del team è completato dal terzo posto di Wiman; quinto Baumanis davanti a Doran, fermatosi al tornantino al primo giro.

Nella classifica piloti, Kevin Hansen conserva ancora il primo posto nonostante l’esclusione dalla Finale di oggi, e guida con 69 punti, e 11 di vantaggio, il fratello Timmy. Risale prepotentemente Timerzyanov al terzo posto con 53, davanti a Bakkerud a quota 52 e al compagno Grönholm, fermo a 48 per l’assenza. Tra i team, Peugeot Hansen comanda con 127 punti, ma uno solo di vantaggio sul team GRX Taneco.

Prossimo evento previsto tra sole due settimane in Inghilterra, alla pista di Silverstone che ospiterà il campionato per il secondo anno consecutivo.

Qui i risultati e le classifiche aggiornate.

Fonte immagine: fia.com

Condividi