WRX Belgio: Loeb e Peugeot tornano a vincere a Mettet

Weekend pieno di colpi di scena, è il Cannibale a vincere. Doppio podio per le 208 con Timmy Hansen terzo di 13 maggio 2018, 21:01 Condividi
WRX | Belgio: Loeb e Peugeot tornano a vincere a Mettet

Da parecchio tempo il campionato FIA Rallycross non era così equilibrato, con tre squadre perfettamente allineate nelle prestazioni. Dopo le conferme date da Audi e Volkswagen nel 2017 e in questo inizio di campionato, è toccato alla Peugeot rompere un tabù che durava da più di un anno. A riportare la 208 WRX al successo a Mettet è stato Sébastien Loeb, che era stato pure l’ultimo vincitore con la vettura francese in Lettonia nel 2016. Alle sue spalle è giunto Petter Solberg, che per la prima volta quest’anno ha battuto il suo compagno-rivale Kristoffersson, giunto solo quinto nonostante la vittoria nella Semifinale. A completare il podio, dopo due turni finali pieni di tensione e passati al limite, è stato Timmy Hansen, il cui rammarico è però tanto per alcuni punti determinanti persi tra le Qualifiche e la Semifinale.

LA CRONACA

Durante le Batterie di Qualificazione sono le Peugeot, inizialmente, a guidare tutto il gruppo: nonostante un problema alla 208 gialla di Kevin Hansen durante la Q3, le tre vetture francesi rimangono nella top six fino alla Q3 col più grande degli Hansen, Timmy, al comando davanti al connazionale Ekström e al duo VW Solberg-Kristoffersson, con Loeb quinto. La Q4 però rimescola drasticamente le carte, a causa dell’aumento della pioggia che rende difficile la scelta degli pneumatici; per lo stupore di tutti, Timmy Hansen (insieme a Petter Solberg) nell’ultima Heat sceglie le Slick, cosa che non paga affatto giacché gli costa la testa nella classifica di qualificazione a favore dell’Audi di Ekström, con un solo punto di margine sullo svedese della Casa del Leone. Lo stesso ex-campione, nella Q4, entra in contatto con la Renault di Grosset-Janin, cappottatasi allo start. Entrano nelle Semifinali entrambe le Hyundai di Grönholm e Timerzyanov, mentre la Q4 è parecchio infelice per il team GK (entrato nelle Semifinali solo con Chicherit).

Prima delle Semifinali si corre la Finale delle RX2, alla prima gara di campionato. Con la partenza dalla categoria di Cyril Raymond, passato al campionato europeo, a prendersi il primo successo della stagione è Ben-Philip Gundersen, alla testa di un podio tutto norvegese comprendente anche Evjen e Krogstad. I tre approfittano del contatto alla prima curva tra Kalliomaki e Gryazin, che mette fuori gioco entrambi spianando la strada agli altri tre per i piazzamenti sul podio.

Nella prima Semi le due Volkswagen bruciano il poleman Ekström, facendolo scivolare addirittura al quarto posto e costringendolo a un Joker Lap anticipato. Mentre il campione del mondo s’invola, un testacoda di Larsson regala al pilota Audi l’ultimo slot per la Finale, proprio dietro al vincitore Kristoffersson e al compagno Solberg. Grönholm, quarto, non riesce invece a far entrare la prima i20 all’ultimo turno.

Nella Seconda Semifinale il primo grosso errore arriva da Andreas Bakkerud, con un jump start. Alla ripartenza ad avere la peggio è proprio il poleman Timmy Hansen, che finisce in contatto con l’Audi di Bakkerud e quindi in testacoda alla fine del rettilineo. Lo svedese si butta così in una rimonta furiosa a suon di giri veloci e sorpassi su Baumanis, Chicherit e Timerzyanov, recuperando per il rotto della cuffia la terza posizione dietro a Loeb e al penalizzato Bakkerud.

Nella Finale vanno così le tre squadre più forti coi loro piloti di punta. Al via Loeb brucia Kristoffersson, che viene così impensierito anche dal compagno Solberg e dalla S1 di Bakkerud. È proprio Petter a stringere verso il muretto Johan, che si mette su due ruote riuscendo poi a rimettere quelle di destra a terra e a guadagnare il terzo posto, dietro a un sorprendente Hansen che dalla terza fila si mette alle spalle di Loeb. Solberg recupera la quarta posizione su Mattias al tornantino facendolo scendere in sesta posizione e procedendo poi al Joker Lap. Il ritmo di Solberg è strepitoso e gli permette di superare il compagno di squadra, ma le due Peugeot prontamente compiono il Joker Lap (insieme) e Loeb mantiene così il vantaggio (a scapito dell’Hansen più vecchio che rimane terzo). Ekström con un giro Joker all’ultimo passaggio strappa la quarta posizione al campione del mondo, consegnando però la vittoria all’alsaziano che ottiene così il suo secondo successo nel campionato Rallycross.

In classifica la VW #1 di Kristoffersson mantiene il comando con 75 punti, ma in questo weekend non si è quasi mai dimostrato il più veloce sulla pista di Mettet. I distacchi sugli inseguitori si accorciano con Loeb e Solberg che salgono rispettivamente a 66 e 65 punti. Perde due posizioni nella graduatoria Bakkerud, che rimane comunque davanti alla coppia svedese Ekström-Hansen. I sei piloti più forti del mondiale sono racchiusi in 16 punti.

Un'attesa di due settimane ci separa ora dall'RX Event in Gran Bretagna, per la prima volta a Silverstone dopo il “pensionamento” di Lydden Hill. Lo storico ex-aeroporto inglese potrebbe far pendere definitivamente la bilancia del campionato verso uno dei sei protagonisti, vista l’incertezza di un evento totalmente nuovo.

Qui i risultati del weekend belga e la classifica di campionato.

Fonte immagine: fiaworldrallycross.com

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.