WRC | Turchia: doppietta Citroën a fine giornata, Lappi comanda su Ogier

WRC
Turchia: doppietta Citroën a fine giornata, Lappi comanda su Ogier

Sette decimi tra il francese e Neuville. Tänak fora ed è ottavo di 13 Settembre 2019, 17:44

La prima tappa del Rally di Turchia non ha deluso le aspettative. I colpi di scena tanto attesi non si sono fatti attendere, tanto che a fine giornata abbiamo un outsider al comando della classifica e il leader del mondiale solo in ottava posizione. Esapekka Lappi ha conservato la prima posizione maturata nel primo giro nonostante la pioggia abbia leggermente appianato i valori in campo tra gli apripista e gli altri piloti in gara. Il finlandese della Citroën è stato l'unico a reggere il passo di Thierry Neuville e Sébastien Ogier nel secondo passaggio di Çetibeli, riuscendo addirittura a battere il più quotato compagno di squadra.

Lappi ripartirà domani con 17"7 di margine su Ogier, per una doppietta Citroën che in un rally del WRC non si vedeva dall'Argentina 2015, conclusosi con Kris Meeke davanti a Mads Østberg. Giro pomeridiano non eccezionale per il campione del mondo, che quando si è trovato a dover sfruttare le gomme medie nella PS7 non è riuscito a segnare un tempo competitivo, complice anche qualche danno all'aerodinamica anteriore della C3 #1.

Chi ha invece brillato nelle tre prove pomeridiane è Thierry Neuville. Dopo avere accusato una foratura lenta prima della PS6, il belga ha montato tutte e tre le gomme medie a sua disposizione ottenendo un magistrale scratch; situazione che avrebbe potuto mettere in difficoltà il vice-iridato nella PS7, con le coperture più usurate, ma che in realtà non ha sortito alcun effetto poiché Neuville ha continuato a dare il 110% recuperando ancora 1"3 su Lappi e 4"1 su Ogier. Un divario tuttavia non sufficiente per scavalcare il francese, che potrà partire alle spalle della Hyundai #11 per tutta la tappa di domani grazie ad un margine di appena sette decimi.

Alle spalle del podio virtuale si è formato un gap piuttosto vistoso. Molto positivo il pomeriggio di Teemu Suninen, risalito al quarto posto ma distante ben 26 secondi da Neuville dopo averne accusati 38 nella PS6; il finlandese precede Andreas Mikkelsen, che invece ha perso ritmo dopo avere chiuso la mattinata in seconda posizione. La Hyundai #89 ha perso quasi un minuto da Lappi in appena tre prove speciali. La terza e ultima i20 si trova sesta ed è quella di Daniel Sordo, che nella PS7 ha rifilato dieci secondi a Jari-Matti Latvala in 16,5 chilometri.

Lo scratch conquistato nell'ultima prova di giornata ha consentito allo spagnolo di mettersi dietro ben due Toyota, quelle di Kris Meeke e Ott Tänak. Giornata da incubo per l'estone, sicuramente ostacolato dal fatto di dover pulire la strada agli avversari ma anche e soprattutto da una foratura accusata nei primi chilometri della PS6. Il leader del mondiale ha perso oltre un minuto da Neuville precipitando nelle retrovie della classifica e da domani, per una volta, sarà costretto a recuperare. Il distacco da Meeke è di 5"3, quello da Sordo ammonta a 12"2.

Nono Latvala, che ha patito a sua volta una foratura nella PS5 perdendo una cinquantina di secondi. Non il giro pomeridiano che si aspettava il finlandese, molto veloce in mattinata e in odore di attacco alla leadership. Anche la Toyota #10 è comunque in corsa per un piazzamento in top ten, visto che il ritardo da Mikkelsen è pari ad una quarantina di secondi: ben poco, considerando quanto si può perdere su questi percorsi in caso di inconvenienti.

Il plotone delle WRC Plus è chiuso da Pontus Tidemand, molto distante dal resto del gruppo nel suo rally di ritorno nel mondiale. Tre minuti e 45 secondi rappresentano un passivo molto pesante per lo svedese, che pur non avendo ancora mostrato il potenziale di un campione del mondo WRC-2 non corre sulla Fiesta WRC dalla Svezia (rally evidentemente molto diverso da quello di Turchia).

A proposito delle vetture cadette, in WRC-2 la situazione è rimasta invariata per quanto concerne la leadership, sempre appannaggio di Kajetan Kajetanowicz. Il polacco ha aumentato il proprio vantaggio approfittando delle forature occorse a Ján Kopecký e Gus Greensmith nella PS5 e ora ha un margine di 41"5 sul ceco. Il pilota ufficiale della Škoda ha dovuto fronteggiare un giro pomeridiano molto aggressivo da parte di Greensmith, che ha quasi dimezzato il suo distacco portandosi a poco più di un minuto. Nonostante uno stop lungo la PS6, Marco Bulacia ha mantenuto il secondo posto tra i privati davanti al rimontante Fabio Andolfi, che l'incidente di percorso lo ha già patito in mattinata ma in poche ore ha saputo aggiustare la situazione. Ha invece preferito ritirarsi Kalle Rovanperä, che domani ripartirà con la Rally2.

Ad attendere i piloti nella giornata di domani ci saranno altri 110 chilometri, tra le pietraie di Yeşilbelde e Datça ma anche con la novità della prova di Kizlan, che si preannuncia molto veloce e filante. La prima prova speciale inizierà alle 7:43 italiane.

Classifica:

WRC | Turchia: doppietta Citroën a fine giornata, Lappi comanda su Ogier 1

Immagine copertina: Red Bull


Condividi