WRC Thierry Neuville vince in volata il Rally di Sardegna

Ogier battuto per sette decimi nella Power Stage, Lappi completa il podio di 10 giugno 2018, 14:08 Condividi
WRC | Thierry Neuville vince in volata il Rally di Sardegna

Al termine di un duello eccezionale, Thierry Neuville ha conquistato in volata la 15esima edizione del Rally di Sardegna. Il belga del team Hyundai ha rovesciato la classifica proprio nella Power Stage, dopo avere limato quasi uno ad uno i 3"9 che lo separavano da Sébastien Ogier all'inizio delle quattro prove speciali odierne; arrivato con otto decimi da recuperare nell'ultimissima frazione, Neuville ha staccato il rivale di 1"5 scavalcandolo in classifica di sette decimi analogamente a quanto avvenuto un anno fa in Argentina con Elfyn Evans. Imponendosi anche nella Power Stage, Neuville ha completato il bottino pieno di prove speciali della terza tappa e anche quello di punti assegnabili in questo weekend.

Ogier non ha mollato fino all'ultimo metro ma sul filo di lana ha dovuto cedere al suo rivale per il titolo. Un ribaltone che pesa soprattutto in ottica campionato, con Ogier che in pochi metri (in tutti i sensi) è passato dal recuperare sette punti su Neuville al perderne altrettanti, oltre alla lunghezza aggiuntiva persa con il secondo posto nella Power Stage. La pausa estiva sarà fondamentale sia per il campione del mondo che per il team Ford, con la necessità di riordinare le idee per fronteggiare l'imponente attacco della squadra Hyundai.

Si è rovesciato il fronte anche nella lotta per il terzo posto, senza però il minimo cenno di battaglia finale. Jari-Matti Latvala ha perso il gradino più basso del podio nel tratto di trasferimento che portava dal traguardo finale della seconda tappa al service park, a causa della rottura dell'alternatore che ha inchiodato la Yaris #7 nel bel mezzo di una strada adibita a normale circolazione. Non essendo arrivato all'assistenza autonomamente, Latvala è stato costretto a prendere il via dell'ultima tappa con la formula Rally2 pagando dieci minuti di penalità lasciando campo libero ad Esapekka Lappi. Per il giovane alfiere della Toyota è arrivato così il primo podio stagionale, mentre Latvala è scivolato in settima posizione con un nuovo carico di rimpianti sulle spalle.

Quarta posizione per Hayden Paddon, autore di un rally piuttosto altalenante anche dopo avere risolto i problemi di gomme patiti venerdì. Il neozelandese ha badato a controllare Mads Østberg alle sue spalle, precedendolo alla fine di 15"7, mentre Craig Breen ha concluso sesto sulla seconda delle Citroën. L'ottavo posto di questo Sardegna costituisce invece l'ennesima condanna sul mondiale 2018 di Ott Tänak, ormai distantissimo dalla lotta iridata e in balia dei problemi della sua Toyota, sulla quale in questo fine settimana si è danneggiato l'impianto di raffreddamento a seguito di un atterraggio aggressivo da un salto.

A completare la zona punti di questo rally sono stati Ján Kopecký, assoluto dominatore della WRC-2, e Teemu Suninen che proprio nel corso dell'ultima speciale ha sottratto il decimo posto a Martin Prokop. 14esima posizione per Elfyn Evans, il cui fine settimana è stato compromesso fin da subito a causa della rottura di un tirante dello sterzo nella PS2, ancora più attardato Andreas Mikkelsen dopo i problemi al cambio di venerdì pomeriggio. Anche per il norvegese della Hyundai è sfumata un'importante occasione di riscatto in un rally che invece era iniziato molto bene.

Kopecký e il team Škoda hanno nuovamente sbancato nella categoria cadetta. Per il team ceco è arrivata anche una doppietta grazie ad Ole Christian Veiby, che ha concretizzato la sua rimonta scavalcando Nicolas Ciamin al termine della PS19; il francese ha comunque portato la sua Hyundai privata sul gradino più basso del podio precedendo Fabio Andolfi. Tra i protagonisti del weekend non bisogna comunque dimenticare Stéphane Léfèbvre, messo kappaò ieri pomeriggio dal cedimento di una sospensione dopo avere mostrato ancora una volta le grandi potenzialità della sua Citroën C3 R5. Con questo successo Kopecký si riavvicina a Pontus Tidemand in classifica, con 75 punti a fronte dei 93 dello svedese.

Un problema meccanico al termine della penultima speciale ha privato Jean-Baptiste Franceschi della vittoria in WRC-3, con Taisko Lario che ha dunque ereditato la prima posizione in extremis. Sul podio anche Louise Cook ed Enrico Brazzoli, rientrato in corsa con la Rally2 dopo il ritiro di ieri. Con questo ritiro, Franceschi ha perso la possibilità di sfilare a Dennis Rådström la leadership della classifica, che pertanto è rimasta nelle mani dello svedese con 62 punti contro i 44 di Lario.

Con questo importantissimo successo, Thierry Neuville aumenta a 27 i suoi punti di vantaggio su Sébastien Ogier. Resta terzo Tänak, staccato però di ben 70 punti e con il compagno di squadra Lappi in avvicinamento a -9. Hyundai allunga anche in classifica costruttori con 212 punti contro i 184 di Ford e i 161 di Toyota. 

Ora il WRC è atteso da più di un mese di pausa. Al rientro dalle vacanze, ad attendere il Circus del fuoristrada ci sarà la 68esima edizione del Rally dei 1000 Laghi dal 26 al 29 luglio.

Power Stage:

Classifica generale:

Classifica di campionato:

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.