WRC Tänak vince anche in Germania, Neuville a +23 su Ogier

Con i ritiri di Latvala e Sordo, il belga è secondo e il francese quarto. Kopecký vince in WRC-2
WRC | Tänak vince anche in Germania, Neuville a +23 su Ogier
di 19 agosto 2018, 14:00

Seconda vittoria consecutiva, sia nel WRC 2018 che nel Rally di Germania, per Ott Tänak. Il pilota estone ha amministrato il suo cospicuo vantaggio nelle ultime tre prove speciali e ha ripetuto, al volante della Toyota Yaris, il successo conquistato dodici mesi fa sulla Ford Fiesta. Il terzo centro stagionale ridà una piccola speranza titolata al capitano della squadra giapponese, ma sarà importante evitare ogni genere di problema di affidabilità da qui al termine del campionato.

Affidabilità che anche oggi ha tradito la Toyota e in particolare il sempre più sfortunato Jari-Matti Latvala, che ha perso la possibilità di conquistare un podio a causa della rottura del cambio nella PS16. Sempre più paradossale la situazione del finlandese, che da quando ha imparato a limitare i tanti errori commessi nei periodi in Ford e Volkswagen è stato letteralmente investito dalla malasorte. 

Tre prove speciali che hanno dato un grande scossone alla classifica finale, che tra i protagonisti principali non vede nemmeno Daniel Sordo. Lo spagnolo è finito tra i vigneti nella PS16 danneggiando gravemente l'avantreno della sua Hyundai: il suo Rally di Germania, che lo ha visto conquistare la Panzerplatte in entrambi i passaggi, si è concluso a pochi chilometri dal traguardo finale.

Seconda posizione, dunque, per Thierry Neuville. Il belga ha ritrovato competitività rispetto ad un sabato da dimenticare ed è riuscito ad aggiudicarsi almeno una prova speciale, precisamente la 16esima. Sono pochi i punti recuperati su un Sébastien Ogier quarto al traguardo e vincitore della Power Stage, ma per come si era messo il rally del capoclassifica iridato tra venerdì pomeriggio e sabato mattina si può parlare di un autentico colpo mondiale. Ai sei punti persi con i piazzamenti in classifica, Ogier ne ha infatti "limati" quattro con la Power Stage, vinta dal francese con il belga solo quinto, ma un rally che poteva essere concluso tranquillamente in seconda posizione (se non addirittura vinto) si è trasformato in un autentico incubo a causa della foratura accusata nel passaggio pomeridiano della Panzerplatte. Il passivo, a quattro rally dal termine del campionato, è di 23 punti.

Sul terzo gradino del podio, in mezzo ai due contendenti per il titolo, ha concluso Esapekka Lappi. Sono quindi sempre due le Yaris ufficiali sul podio, grazie ad un'altra ottima performance dell'iridato WRC-2 2016: meno competitivo dei due compagni di squadra ma comunque molto concreto, in questo weekend Lappi ha davvero limitato al minimo gli errori portando a casa un risultato davvero importante, il secondo podio della stagione.

Quinta piazza per la Ford di Teemu Suninen, che fin dalle prime battute della terza tappa ha avuto ragione di Andreas Mikkelsen. Per il norvegese della Hyundai un altro rally da dimenticare al più presto, tra difficoltà di guida e di impostazione della sua vettura, in una stagione partita con ben altri propositi. Settima posizione per Craig Breen, altro protagonista mancato di questo fine settimana a causa di un venerdì molto difficile: l'irlandese ha guadagnato un paio di punti anche nella Power Stage, ma il bottino di otto punti non è assolutamente da considerarsi soddisfacente per il team Citroën, che ha perso anche Mads Østberg nella PS16 per colpa di un incidente.

Da rimarcare l'ottavo posto di Marijan Griebel, al volante di una vecchia Citroën DS3. Il tedesco ha condotto un ottimo rally, su una vettura datata, e gli errori dei piloti ufficiali gli hanno permesso di risalire in zona punti proprio in vista del traguardo finale. Top ten completata dai due alfieri ufficiali Škoda, Ján Kopecký e Kalle Rovanperä.

Ebbene sì, è stato il pilota ceco a conquistare la vittoria in WRC-2. Nonostante il minuto e mezzo abbondante perso nella PS9 a causa di una foratura, Kopecký è riuscito a portare a casa il risultato grosso grazie ad una magistrale rimonta e anche all'autentica corsa ad eliminazione verificatasi ieri pomeriggio nella categoria cadetta. Rovanperä ha chiuso secondo a 3"8 dal compagno di squadra, dimostrando di avere ancora qualcosa da imparare per quanto riguarda la superficie asfaltata. A completare un podio tutto Škoda ci ha pensato Fabio Andolfi, 11° assoluto, che ha dedicato il proprio risultato alle vittime della tragedia di Genova avvenuta in settimana. Quarta piazza in rimonta per il pilota di casa Fabian Kreim, a sua volta al volante di una Fabia R5, che proprio nell'ultima speciale ha sopravanzato Kajetan Kajetanowicz. Grazie a questa incredibile vittoria, Kopecký sale in testa alla classifica di categoria con 100 punti contro i 93 di Pontus Tidemand.

Mai in discussione la vittoria di Taisko Lario in WRC-3. Il finlandese ha preceduto Enrico Brazzoli di oltre 11 minuti, mentre Louise Cook ha portato a termine la gara al terzo e ultimo posto. Con l'assenza di tutti gli avversari del JWRC, Lario ne ha approfittato per riportarsi in seconda posizione assoluta con 68 punti, contro i 79 di Jean-Baptiste Franceschi; resta quinto Brazzoli, a quota 55.

Per quanto riguarda la classifica generale del WRC, invece, Thierry Neuville ha 172 punti contro i 149 di Ogier. Come detto, la vittoria tedesca ha ridato speranze anche a Tänak, ora a quota 136. Tra i costruttori, Hyundai mantiene il comando con 254 punti ma Toyota si è pericolosamente riavvicinata con 231, mentre Ford è scivolata terza a 224.

Il prossimo appuntamento coinciderà con un piacevole ritorno nel calendario mondiale: tra il 13 e il 16 settembre si svolgerà infatti il Rally di Turchia che non fa parte del WRC dal 2010, anno in cui si tenne anche la sua ultima edizione.

Power Stage:

Classifica finale:

Classifica di campionato:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.