WRC | Rally di Sardegna 2019 - Anteprima

WRC
Rally di Sardegna 2019 - Anteprima

Inizia il "girone di ritorno" del mondiale, con una classifica ancora corta di 12 Giugno 2019, 12:00

Il WRC ha superato il giro di boa del mondiale 2019 con un Rally del Portogallo eccessivamente dominato dalle strategie e vinto da Ott Tänak, ma prima della pausa estiva c'è ancora spazio per il Rally di Sardegna, corsa che difficilmente darà una vera sferzata al campionato ma che si preannuncia incerta e ricca di insidie come sempre. Sugli sterrati sassaresi andrà in scena l'ennesimo capitolo della sfida mondiale tra Sébastien Ogier, lo stesso Tänak e Thierry Neuville, racchiusi in appena dieci punti dopo metà campionato.

In uno dei rally dove la posizione al via conta maggiormente potrebbe essere l'occasione giusta per il pilota belga della Hyundai, vincitore l'anno scorso al termine di una volata al decimo di secondo con Ogier. Il tonfo del Cile è già stato dimenticato con il secondo posto in Portogallo, rally in cui il team tedesco-coreano si è inventato qualunque cosa pur di consentire a Neuville di rosicchiare qualche punto sul capoclassifica del mondiale. Alla fine il vice-iridato in carica ha rosicchiato due punti a Ogier, comunque importanti anche sul piano del morale. In questo fine settimana il belga sarà affiancato, sotto la tenda gestita da Andrea Adamo, da Daniel Sordo e Andreas Mikkelsen.

L'incidente di Kris Meeke nell'ultima prova speciale dello scorso rally ha decisamente cambiato le carte in tavola per Ogier, che per sua stessa ammissione non prevedeva di comandare il campionato in vista della Sardegna. Sarà una prima tappa molto complicata per il francese, vincitore qui per tre anni di fila al volante della Volkswagen, che dovrà limitare i danni per non partire eccessivamente svantaggiato anche nelle giornate di sabato e domenica. In casa Citroën sarà particolarmente attesa la prova di Esapekka Lappi, reduce da un altro incidente in Portogallo e invitato alla calma da Pierre Budar, grande capo della scuderia francese. Il finnico, al contrario del compagno di squadra, potrà puntare su una posizione di partenza molto interessante nella giornata di venerdì.

In casa Toyota la situazione è sempre a due facce, forse tre. Da una parte Tänak, che in Portogallo non ha dominato come in tutti i rally vinti in precedenza ma si è comunque dimostrato solido e capace di reggere la pressione di un inseguimento portato da Neuville, dall'altra un Meeke ancora una volta falloso e inconcludente: il primo podio con la Yaris per il nordirlandese continua ad essere stregato e il palmarès di Meeke in Sardegna non pare volgere a favore di un risultato in top 3: su sei partecipazioni è arrivato incolume solo in due occasioni, ai tempi delle S1600, poi ha collezionato due Rally2 e due ritiri. In mezzo si colloca Jari-Matti Latvala, costantemente perseguitato dalla sfortuna in ogni occasione in cui cerca di rialzare la testa: l'ottavo posto in classifica non rende giustizia al finlandese, che non porta a casa un bottino di punti degno della sua velocità da tempo immemore. In Sardegna verrà schierata anche una quarta Toyota, sotto le insegne del team personale di Tommi Mäkinen e guidata da Juho Hänninen, vincitore dell'edizione 2010; per il finlandese si tratterà ovviamente di un'occasione per provare qualche soluzione nuova sulla Yaris WRC. A proposito del marchio giapponese si è vociferato anche di una partecipazione di Fernando Alonso al prossimo Rally di Catalunya, poi smentita.

Novità anche in casa Ford, che in Portogallo ha acquisito altri due buoni risultati nonostante la tanta sfortuna. Teemu Suninen ha infatti chiuso il rapporto con il copilota Marko Salminen e da questo rally sarà navigato da Jarmo Lehtinen, storica "spalla" di Mikko Hirvonen: con un copilota più esperto e di successo, Suninen cercherà di fare quel salto di qualità che quest'anno ancora è mancato, complice forse anche le difficoltà del team M-Sport. Elfyn Evans andrà invece a caccia della sesta top 5 stagionale, risultato difficilmente pronosticabile lo scorso gennaio, in un rally che ai tempi delle vecchie WRC gli aveva detto piuttosto bene ma che nell'era WRC Plus non è mai stato fortunato. Sarà in gara anche una terza Ford Fiesta, in versione RS, con alla guida Martin Prokop, il quale ormai sta dedicando la sua carriera ai rally raid salvo tornare nel WRC per qualche comparsata.

14 vetture si sfideranno nella categoria WRC-2, quattro delle quali concorreranno per il campionato Pro. Dopo lo scintillante debutto in Portogallo, la nuova Škoda Fabia R5 Evo cercherà di confermarsi anche in Italia con la confermata coppia composta da Kalle Rovanperä e Ján Kopecký, mentre gli avversari saranno Mads Østberg sulla Citroën e Gus Greensmith sulla Ford. Il team M-Sport ha perso Łukasz Pieniązek a causa di problemi di budget, pertanto dovrà concentrarsi sul britannico che deve recuperare 13 punti su Rovanperä in attesa anche del debutto della nuova Fiesta R5, previsto in Finlandia. Il campionato riservato ai privati sarà invece orfano del suo leader Benito Guerra, pertanto gli inseguitori avranno la possibilità di chiudere il gap sul messicano: a cominciare da Takamoto Katsuta, distante 14 punti, ma anche Ole Christian Veiby che si trova a -21. A proposito del norvegese, Volkswagen ha confermato di avere trovato la causa dell'"epidemia" di incendi che ha colpito le Polo R5: trattasi di un errato posizionamento della valvola di sicurezza del serbatoio, a cui verrà posto rimedio tramite l'inserimento di un supporto in acciaio isolante; per il momento le vetture di Wolfsburg non hanno ricevuto questo importante aggiornamento, quindi con tutta probabilità Veiby dovrà nuovamente correre in difesa in questo weekend, sperando di portare a casa qualche punto. In gara anche Fabio Andolfi e Simone Tempestini, oltre al rientrante Kajetan Kajetanowicz che a differenza di Veiby ha preferito puntare su una Škoda per disputare questo rally.

Tra le R5 non impegnate nel mondiale WRC-2 si segnala la presenza di quasi tutti i migliori piloti italiani in circolazione, che gareggeranno per il campionato nazionale. Per piloti come Simone Campedelli, Giandomenico Basso, Luca Rossetti, Andrea Crugnola e Umberto Scandola sarà una grande possibilità di confrontarsi con i rappresentanti del mondiale. In Sardegna, infine, si svolgerà anche il terzo round del mondiale junior, attualmente comandato da Tom Kristensson con 13 punti di vantaggio su Jan Solans e 15 su Dennis Rådström. Enrico Oldrati sarà l'unico italiano al via del campionato riservato alla Ford Fiesta R2T MK8.

Il percorso 2019 presenta risicatissime variazioni rispetto a quello del 2018, a parte la cancellazione della superspeciale Ittiri - Coros del sabato pomeriggio. Le prove speciali saranno analoghe, ci sarà solo qualche minima differenza in alcuni percorsi. Per il resto, il Rally di Sardegna manterrà intatte le sue caratteristiche di rally lento e tortuoso, dove sarà importante l'handling delle vetture ma anche la loro resistenza, su un terreno a tratti molto accidentato.

Gli appuntamenti live con DAZN sono per giovedì sera, con la superspeciale di Ittiri, per il doppio passaggio della Coiluna - Loelle di sabato e per il doppio passaggio della Sassari - Argentiera di domenica. Anche la Rai, all'interno della sua copertura del campionato italiano, proporrà una programmazione dedicata al Rally di Sardegna.

16° Rally d'Italia Sardegna
Round 8/14
13-16 giugno 2019

INFO PERCORSO

Distanza totale: 310,52 km
Numero prove speciali: 19
Prova speciale più lunga: Monti di Alà, 28,21 km
Prova speciale più breve: Ittiri, 2 km

RECORD

Vittorie pilota: 4 - Sébastien Loeb
Vittorie costruttore: 5 - Citroën
Podi pilota: 6 - Mikko Hirvonen, Jari-Matti Latvala
Podi costruttore: 13 - Ford
Presenze: 15 - Francesco Marrone
Vittorie prove speciali: 49 - Jari-Matti Latvala

ALBO D'ORO

PROGRAMMA

Giovedì 13 giugno
9:00 Shakedown
17:00 PS1 Ittiri - DAZN

Venerdì 14 giugno
8:03 PS2 Tula 1
9:20 PS3 Castelsardo 1
10:09 PS4 Tergu - Osilo 1
11:18 PS5 Monte Baranta 1
14:42 PS6 Tula 2
15:59 PS7 Castelsardo 2
16:48 PS8 Tergu - Osilo 2
17:57 PS9 Monte Baranta 2

Sabato 15 maggio
8:08 PS10 Coiluna - Loelle 1 - DAZN
9:11 PS11 Monti di Alà 1
10:03 PS12 Monte Lerno 1
16:08 PS13 Coiluna - Loelle 2 - DAZN, Red Bull TV
17:11 PS14 Monti di Alà 2
18:03 PS15 Monte Lerno 2

Domenica 16 maggio
8:15 PS16 Cala Flumini 1
9:08 PS17 Sassari - Argentiera 1 - DAZN
11:15 PS18 Cala Flumini 2
12:18 PS19 Sassari - Argentiera 2 (Power Stage) - DAZN

Immagine copertina: Red Bull

Condividi