WRC Rally di Germania 2018 - Anteprima

21 punti tra Neuville e Ogier, specialisti dell'asfalto
WRC | Rally di Germania 2018 - Anteprima
di 16 agosto 2018, 11:15

Non avrà l'importanza dell'anno scorso, quando Sébastien Ogier e Thierry Neuville si presentarono in quel di Bostalsee esattamente a pari punti, ma anche in questo 2018 il Rally di Germania costituirà un fondamentale crocevia per l'esito finale del WRC. Dopo un 1000 Laghi che ha visto arrancare entrambi, a causa delle difficili condizioni del terreno e anche di una decisa inferiorità mostrata dalle loro vetture in confronto a Toyota e Citroën, il belga e il francese approcceranno il secondo e ultimo rally "full asphalt" della stagione separati da 21 punti e con la consapevolezza che, stavolta, l'essere leader della classifica potrà costituire addirittura un vantaggio sin dalla prima tappa.

Tra i due pretendenti al titolo ci si aspetta dunque il duello che l'anno scorso è mancato quando Neuville, appena dopo avere "agganciato" Ogier in classifica al venerdì pomeriggio, ruppe una sospensione al sabato mattina incassando il primo dei due zeri che poi risultarono decisivi a fine campionato. Lo stato d'animo con cui i due si presentano in Germania è quasi del tutto opposto: confuso e poco felice Ogier, che in Finlandia ha bocciato gli aggiornamenti aerodinamici portati dalla Ford ma li utilizzerà anche sul veloce asfalto tedesco, superficie probabilmente più consona, più tranquillo Neuville, il quale può contare su un buon vantaggio in classifica e potrebbe andare senza troppi patemi d'animo oltre lo scivolone finnico.

La netta e indiscutibile vittoria conquistata in Finlandia ha rigenerato il morale di Ott Tänak, che finalmente ha corso un rally senza problemi e lo ha dominato al volante della Toyota Yaris. L'estone è reduce anche dal successo di un anno fa, che lo consacrò a tutti gli effetti come pilota polivalente, in grado di vincere su ogni superficie, e gli darà sicuramente la fiducia necessaria per replicare alla guida della Yaris il trionfo ottenuto sulla Ford Fiesta.

Un altro nome da tenere d'occhio è quello di Daniel Sordo, che dopo due rally saltati per fare spazio a Hayden Paddon tornerà sulla Hyundai #6 per proseguire una stagione al momento molto positiva. Le i20 correranno in Germania con importanti novità che riguardano le sospensioni, al fine di rendere più facile la guidabilità della vettura su asfalto: un Rally di Corsica piuttosto difficile ha infatti convinto i tecnici di Alzenau ad intervenire sulla vettura, modificando anche il differenziale centrale (novità portata al debutto in Finlandia) oltre alle già citate sospensioni.

Sempre competitiva sull'asfalto, dopo un Rally di Finlandia altamente competitivo è lecito aspettarsi una Citroën nuovamente protagonista in Germania. La Casa francese ha vinto questo rally per dodici volte consecutive dal 2001 al 2013, grazie a Philippe Bugalski, Sébastien Loeb, Sébastien Ogier e Daniel Sordo, e ora si presenta al via con due piloti che non hanno sempre dato il massimo sull'asfalto ma possono comunque portare a casa un altro risultato importante. Mads Østberg ha ritrovato il podio in Finlandia dopo diverse stagioni e finalmente sembra avere capito una vettura su cui si è ritrovato quasi per caso, prima una tantum in Svezia e poi come effettivo sostituto di Kris Meeke; dall'altra parte, Craig Breen resta il pilota di grande costanza che abbiamo ammirato nelle ultime due stagioni ma ora deve trovare anche lo spunto per conquistare un altro podio, dopo quello centrato sulla neve svedese in febbraio.

Tra le novità della entry list si annovera la presenza di una delle rare WRC Plus private attualmente in circolazione. A guidare una Ford Fiesta autogestita sarà infatti il greco Jourdan Serderidis, che l'anno scorso vinse il WRC Trophy riservato alle RC1 di vecchia generazione. Una Citroën DS3 sarà invece portata in gara dal giovane pilota di casa Marijan Griebel, attualmente secondo nel campionato tedesco rally asfalto e due volte campione europeo junior.

18 vetture si giocheranno i punti del mondiale WRC-2, ancora una volta senza il campione in carica e leader della classifica generale Pontus Tidemand. La quasi imbattibile Škoda schiererà Ján Kopecký e Kalle Rovanperä sulle Fabia ufficiali, ma al volante delle vetture ceche ci saranno anche Fabio Andolfi e Umberto Scandola per quanto riguarda i nostri colori. Torna in gara anche nella categoria cadetta la M-Sport, con Éric Camilli che proprio qui l'anno scorso interruppe una lunga striscia di vittorie targate Škoda al volante della Ford. Da tenere in considerazione anche Kajetan Kajetanowicz, determinato a riscattare l'uscita sfortunata della Sardegna, l'iridato junior in carica Nil Solans e Gus Greensmith, reduce da un pesante incidente in un test nel quale il suo copilota Craig Perry è rimasto infortunato: a sostituirlo in Germania sarà Stuart Loudon. Le Citroën C3 ufficiali saranno nuovamente in mano a Stéphane Léfèbvre e Simone Tempestini, oltre alla presenza dello specialista Yoann Bonato, mentre Hyundai porterà una i20 R5 ufficiale per Jari Huttunen oltre a Pierre-Louis Loubet (team BRC Racing) e Nicolas Ciamin.

Senza il mondiale junior in gara, la classe WRC-3 si giocherà su sole tre vetture: Enrico Brazzoli e Taisko Lario guideranno le Peugeot 208 R2, mentre Louise Cook è riuscita in extremis a chiudere il budget per correre con la sua Ford Fiesta R2.

Il percorso ha conosciuto qualche modifica rispetto all'anno scorso: la superspeciale d'apertura è stata spostata da Saarbrücken a Sankt Wendel, il doppio passaggio della Grafschaft è stato posticipato alla domenica, sostituito dalla Stein und Wein per quanto riguarda il venerdì, mentre la Power Stage si correrà sulla storica Bosenberg, di ritorno nel programma dopo un anno di stacco. Per sabato, alle 9:15 e alle 15:35, è previsto l'appuntamento con la regina delle prove speciali su asfalto, la Panzerplatte.

36. ADAC Rallye Deutschland
Round 9/13
16-19 agosto 2018

INFO PERCORSO

Distanza totale: 325,76 km
Numero prove speciali: 18
Prova speciale più lunga: Panzerplatte, 38,57 km
Prova speciale più breve: Sankt Wendel, 2,04 km

RECORD

Vittorie pilota: 9 - Sébastien Loeb 
Vittorie costruttore: 12 - Citroën
Podi pilota: 10 - Sébastien Loeb
Podi costruttore: 24 - Citroën
Presenze: 29 - Hermann Gassner
Vittorie prove speciali: 87 - Sébastien Loeb

ALBO D'ORO

PROGRAMMA

Giovedì 16 agosto
8:00 Shakedown
19:08 PS1 Sankt Wendel

Venerdì 17 agosto
10:11 PS2 Stein und Wein 1
11:05 PS3 Mittelmosel 1
12:53 PS4 Wadern-Weiskirchen 1
15:39 PS5 Stein und Wein 2
16:33 PS6 Mittelmosel 2
18:21 PS7 Wadern-Weiskirchen 2

Sabato 18 agosto
8:48 PS8 Arena Panzerplatte 1
9:15 PS9 Panzerplatte 1
11:03 PS10 Freisen 1
12:06 PS11 Römerstrasse 1 
15:08 PS12 Arena Panzerplatte 2
15:35 PS13 Panzerplatte 2
17:23 PS14 Freisen 2
18:26 PS15 Römerstraße 2

Domenica 19 agosto
7:49 PS16 Grafschaft 1
9:42 PS17 Grafschaft 1
12:18 PS18 Bosenberg 2 (Power Stage)

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.