WRC Rally del Messico 2018 - Anteprima

Grande attesa per il ritorno di Sébastien Loeb
WRC | Rally del Messico 2018 - Anteprima
di 07 marzo 2018, 11:21

La 32esima edizione del Rally del Messico è probabilmente la più attesa di sempre, per quanto riguarda la corsa sudamericana. A distanza di oltre tre anni dal Montecarlo 2015, Sébastien Loeb torna al via di un rally WRC e lo fa al volante di quella Citroën C3 che dodici mesi fa uscì vincitrice al termine di un fine settimana incredibile tra caldo asfissiante, problemi meccanici di ogni tipo e uscite di strada clamorose. Il compito del nove volte iridato è quello di spingere al limite definitivo una vettura che su terreni accidentati, pur avendo compiuto decisi passi avanti, è ancora piuttosto lontana dai riferimenti della categoria.

Chi meglio di un pilota che in Messico detiene il record di successi finali, dunque? A lasciare il posto all'Extraterrestre è Craig Breen, reduce da un incredibile secondo posto in Svezia: l'irlandese si è preso due gare di pausa, poiché Loeb correrà anche in Corsica, di buon grado, consapevole che al suo ritorno in gara (in Argentina) potrà contare sulle buone sensazioni incamerate nelle prime due uscite stagionali. Meno contento del ritorno di Loeb è Kris Meeke, vincitore in carica di questo rally, che alla sua condizione di pilota perennemente sul filo del rasoio (anche fuori dai campi di gara) deve aggiungere l'ingombrante presenza dell'alsaziano sotto la tenda Citroën; dalla parte del nordirlandese c'è il fatto che l'anno scorso, sia in Messico che in Corsica, abbia posto un'asticella molto alta per quanto riguarda il livello della C3.

Dopo avere sbancato la Svezia, in seguito ad innumerevoli tentativi senza successo, il leader del mondiale è Thierry Neuville. Al belga, questa volta, toccherà l'ingrato compito di battistrada nella prima tappa e sarà interessante vedere il suo adattamento a questa condizione inedita, visto che l'unica occasione in cui Neuville si è ritrovato a partire primo in virtù della classifica di campionato è coincisa con un rally su asfalto, lo sciagurato Deutschland 2017.

A tal proposito, dopo il Rally di Svezia la questione riguardante l'ordine di partenza si è nuovamente infiammata per voce del team M-Sport, poiché effettivamente i primi quattro classificati del Montecarlo hanno svolto una corsa totalmente a parte sulla neve scandinava rispetto a chi, quel rally, se lo è giocato. Proprio in Messico i team dovrebbero riunirsi per decidere un fronte comune da proporre alla FIA: l'idea sembrerebbe essere quella di tornare allo shakedown valido per decidere l'ordine di partenza della prima tappa.

Sébastien Ogier, solo decimo in Svezia al termine del suo peggior rally di sempre, ha perso la leadership del campionato ma pare assolutamente intenzionato a riconquistarla in vista del prossimo Rally di Corsica. Le polemiche per la "tattica" attuata nella Power Stage svedese non sono mancate, ma il team Ford ha agito nel pieno rispetto delle (strambe) regole imposte dalla FIA, presentando in ritardo ai controlli finali la vettura di Evans in modo da dare anche il punto della decima piazza al campione del mondo in carica. Il pilota di Gap ha vinto le tre edizioni del Rally del Messico successive all'uscita di scena di Loeb, raccogliendone anche in questo caso il testimone, ed è reduce da due piazze d'onore alle spalle prima di Latvala e poi di Meeke.

Tra i quattro sventurati della Svezia sono rientrati in pieno anche le due punte di diamante del team Toyota. Tänak e Latvala hanno raccolto solo le briciole del secondo rally stagionale ma potranno godere (l'estone, in particolare) di una miglior posizione di partenza venerdì; tra di loro si colloca la terza Yaris, quella di Esapekka Lappi, che in Svezia invece ha raccolto meno di quello che il suo livello di competitività gli avrebbe consentito di portare a casa, a causa di un solo pesante errore nel giro pomeridiano della prima tappa.

Sul gradino più basso del podio svedese è salito Andreas Mikkelsen, che ha in buona parte riscattato la débâcle monegasca. Dal sesto posto occupato nella startlist, il norvegese potrebbe essere una sorpresa di questo weekend, con l'obiettivo di replicare il terzo posto di tre anni fa. Sulla terza Hyundai torna invece Daniel Sordo, al posto di un Paddon che in Svezia ha dato buoni segnali seppure a intermittenza. Contando le Ford ufficiali di Evans e Suninen, le WRC Plus in Messico saranno undici.

Per quanto riguarda la classe WRC-2, la sfida si preannuncia un poco più avvincente del solo confronto Tidemand-Camilli visto l'anno scorso. Lo svedese, campione in carica, guiderà una delle due Škoda ufficiali mentre l'altra sarà affidata a Kalle Rovanperä; il loro avversario più competitivo sarà sicuramente Jari Huttunen al volante della Hyundai ufficiale, mentre Ford non ha portato vetture M-Sport e pertanto si affiderà a Gus Greensmith, Pedro Heller e al campione JWRC in carica Nil Solans. Doveva essere della partita anche l'idolo di casa Benito Guerra, la cui Škoda è però andata a fuoco a causa di un cortocircuito al termine di un test svolto un paio di giorni fa. Una sola vettura al via per quanto riguarda la WRC-3, ossia la Ford Fiesta R2T di Tom Williams, mentre Ricardo Triviño correrà il rally di casa per la 12esima volta (record, insieme a Latvala) al volante di una Citroën DS3 R5.

Percorso decisamente diverso rispetto a dodici mesi fa. La superspeciale d'apertura è stata spostata da Città del Messico al quartier generale di Guanajuato a causa dei problemi logistici sorti nel trasferimento che l'anno scorso portarono alla cancellazione delle due prove speciali del venerdì mattina. Balza all'occhio l'accorciamento di oltre 20 chilometri della difficilissima frazione di El Chocolate, mentre ci sarà un'inversione per quanto riguarda le frazioni di Derramadero e Las Minas: la prima, teatro della "gita fuori porta" di Meeke a poche centinaia di metri dalla fine del rally 2017, si correrà venerdì, con la seconda spostata a domenica come Power Stage. Per quanto concerne la tappa di sabato, le prove di Media Luna e Lajas de Oro sono state rimpiazzate da Guanajuatito e Otates, mentre la città di León ospiterà altre due superspeciali oltre a quelle nell'autodromo. Novità anche per domenica, con la prova speciale di Alfaro a sostituire quella di La Calera.

Gli appuntamenti televisivi di Fox Sports per il Rally del Messico riguardano la PS13, in diretta sabato alle 18:00, e la Power Stage, domenica alle 19:00.

32° Rally Guanajuato México
Round 3/13

8-11 marzo 2018

INFO PERCORSO

Distanza totale: 344,49 km
Numero prove speciali: 22
Prova speciale più lunga: El Chocolate, 31,44 km
Prova speciale più breve: León, 1,11 km

RECORD

Vittorie pilota: 6 - Sébastien Loeb
Vittorie costruttore: 7 - Mitsubishi, Citroën
Podi pilota: 6 - Sébastien Loeb, Sébastien Ogier
Podi costruttore: 13 - Citroën
Presenze: 11 - Benito Guerra, Jari-Matti Latvala, Ricardo Triviño
Vittorie prove speciali: 59 - Sébastien Ogier

ALBO D'ORO

PROGRAMMA

Giovedì 8 marzo
9:00 (16:00) Shakedown
20:08 (3:08 9/3) PS1 Guanajuato

Venerdì 9 marzo
10:33 (17:33) PS2 Duarte - Derramadero 1
11:21 (18:21) PS3 El Chocolate 1
12:14 (19:14) PS4 Ortega 1
14:02 (21:02) PS5 León 1
16:00 (23:00) PS6 Duarte - Derramadero 2
16:48 (23:48) PS7 El Chocolate 2
17:41 (0:41 10/3) PS8 Ortega 2
20:01 (3:01 10/3) PS9 Autódromo de León 1
20:06 (3:06 10/3) PS10 Autódromo de León 2

Sabato 10 marzo
8:33 (15:33) PS11 Guanajuatito 1
10:11 (17:11) PS12 Otates 1
11:08 (18:08) PS13 El Brinco 1 - SkySport Plus
14:21 (21:21) PS14 Guanajuatito 2
15:54 (22:54) PS15 Otates 2
16:38 (23:38) PS16 El Brinco 2
17:38 (0:38 11/3) PS17 Autódromo de León 3
17:43 (0:43 11/3) PS18 Autódromo de León 4
20:26 (3:26 11/3) PS19 León 2

Domenica 11 marzo
8:18 (15:18) PS20 Alfaro 
10:08 (17:08) PS21 Las Minas 1
12:18 (19:18) PS22 Las Minas 2 (Power Stage) - Fox Sports

NB: tra parentesi gli orari italiani.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.